Robowar - Robot da guerra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Robowar - Robot da guerra
Titolo originaleRobowar - Robot da guerra
Paese di produzioneItalia, Filippine
Anno1988
Durata92 min
Genereazione, fantascienza, avventura
RegiaBruno Mattei (come Vincent Dawn)
SoggettoRossella Drudi, Claudio Fragasso
SceneggiaturaRossella Drudi
ProduttoreFranco Gaudenzi
Casa di produzioneFlora Film
FotografiaRichard Grassetti
MontaggioDaniele Alabiso
MusicheAl Festa
ScenografiaVic Dabao, Mimmo Scavia
TruccoFranco Di Girolamo
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Robowar - Robot da guerra è un film di fantascienza del 1988 diretto da Bruno Mattei con lo pseudonimo di Vincent Dawn.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nelle Filippine Omega 1, un robot ancora in fase di sviluppo fugge al controllo dei suoi creatori e comincia a distruggere tutto ciò che incontra.

Mascher, il creatore del ROBOWAR (questo è il nome del robot) mette insieme una squadra di mercenari guidati dal maggiore Murphy Black, per riuscire a stanare e disattivare il micidiale robot. Ma uno ad uno i componenti della squadra, compreso Mascher, vengono uccisi dal ROBOWAR. Solo Murphy e Virgin, una donna a cui hanno salvato la vita nella foresta, riescono a sfuggire al Robowar. Nello scontro finale tra il Robowar e Marphy, quest'ultimo scopre che il robot altri non è che un suo vecchio amico morto in Vietnam e riportato in vita per attivare il ROBOWAR.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Fantafilm definisce la pellicola "tra gli ultimi stanchi e frettolosi prodotti italiani nati sulla scia del successo dei vari Terminator e Predator", precisando che "tenta di distinguersi scegliendo un'ambientazione alla Rambo".[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Roberto Chiavini, Gian Filippo Pizzo, Michele Tetro, Il grande cinema di fantascienza: da 2001 al 2001, Vol. 1 di Il grande cinema di fantascienza - Collana gli Album, Gremese, 2001, pag.53, ISBN 88-8440-114-3.
  2. ^ Bruno Lattanzi e Fabio De Angelis (a cura di), Robowar - Robot da guerra, in Fantafilm. URL consultato il 20 gennaio 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]