Roblox

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Roblox
videogioco
Roblox logo.png
Logo del gioco
PiattaformaMicrosoft Windows, Xbox One, macOS, iOS, Android
Data di pubblicazioneMondo/non specificato 1º settembre 2006
GenereMassively multiplayer online
OrigineStati Uniti
SviluppoRoblox Corporation
PubblicazioneRoblox Corporation
DirezioneDavid Baszucki
Modalità di giocoMultigiocatore
Periferiche di inputMouse, tastiera, controller, touchpad, touch screen
Motore graficoLua Script
SupportoDownload

Roblox è un videogioco di genere MMO creato e pubblicato dalla Roblox Corporation nel 2006. Nel gioco si possono creare i propri mondi virtuali, dove si può scegliere chi far entrare, si può socializzare con altri utenti e creare il proprio mondo tramite il linguaggio di programmazione Lua Script.

La "Piattaforma di immaginazione" di Roblox consente a ragazzi di tutte le età di immaginare, creare e giocare insieme in mondi 3D immersivi e generati dall'utente. Tutti i giochi e le esperienze su Roblox sono creati dagli stessi giocatori. Una volta che un giocatore si è iscritto e ha modificato il suo avatar, gli viene dato un livello predefinito da modificare usando una cassetta degli attrezzi virtuale (nota come "Roblox Studio") per la costruzione. Possono monetizzare le loro creazioni per guadagnare "Robux" (la valuta virtuale di Roblox, che può essere comprata anche senza aver creato qualcosa), che può quindi essere utilizzata per acquistare più accessori per l'avatar o abilità aggiuntive in una delle milioni di esperienze disponibili sulla piattaforma. Roblox offre ai giocatori un luogo sicuro e confortevole per giocare, parlare e collaborare a progetti creativi. Se un utente vuole può persino imparare come costruire e codificare esperienze per gli altri, programmando al proprio ritmo.

ConnectSafely, un'organizzazione non profit di Silicon Valley, CA dedicata all'educazione degli utenti delle tecnologie connesse su sicurezza, privacy e sicurezza, ha pubblicato una guida utile per educare i genitori sulla piattaforma Roblox e su come promuovere buone abitudini digitali per i propri figli. La guida delinea inoltre le opzioni disponibili per i genitori per fornire un'esperienza sicura e divertente su Roblox.

Roblox Studio[modifica | modifica wikitesto]

Roblox è una piattaforma di creazione di giochi che consente ai giocatori di creare i propri giochi utilizzando il suo motore proprietario, Roblox Studio. I giochi sono codificati sotto un sistema di programmazione orientata agli oggetti che utilizza il linguaggio di programmazione Lua per manipolare l'ambiente del gioco.[1] Gli utenti sono in grado di creare pass di gioco, che sono contenuti acquistabili tramite acquisti singoli, nonché microtransazioni attraverso prodotti per sviluppatori. Gli sviluppatori sul sito scambiano Robux guadagnato da vari prodotti sui loro giochi nella valuta del mondo reale attraverso il sistema Developer Exchange (DevEx).[2] Una percentuale delle entrate derivanti dagli acquisti è suddivisa tra lo sviluppatore e Roblox.[3][4]

Giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Roblox consente ai giocatori di acquistare, vendere e creare oggetti virtuali. I vestiti possono essere acquistati da chiunque, ma solo i giocatori con un abbonamento premium possono venderli.[5] Solo gli amministratori o giocatori scelti da Roblox possono vendere accessori, parti del corpo, equipaggiamento e pacchetti.[6] Gli articoli con uno stato limitato possono essere venduti solo sul catalogo o scambiati con Premium.[7]

Il Robuck (Robux al plurale) è la valuta virtuale in Roblox che consente ai giocatori di acquistare vari oggetti. I giocatori possono ottenere Robux attraverso acquisti nella vita reale, un altro giocatore che acquista i loro oggetti o guadagnando Robux mensilmente con l'abbonamento Premium.[3][8]

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

Roblox ospita occasionalmente eventi reali e di vita reale. Uno di questi eventi è la loro Conferenza degli sviluppatori.[9] Organizzano annualmente eventi virtuali di caccia alle uova di Pasqua e eventi precedentemente ospitati come BloxCon.[3] I più famosi sono le "Roblox Creator Challenge"

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

La versione beta di Roblox è stata creata dal co-fondatore Felix nel 2005.[10] Baszucki iniziò a provare le prime demo quell'anno.[11]

Nel marzo 2007, Roblox è diventato conforme a COPPA, con l'aggiunta della chat sicura, una modifica che ha limitato gli utenti di età inferiore ai tredici anni a comunicare selezionando messaggi predefiniti da un menu.[12] Ad agosto, Roblox ha aggiunto Builders Club, un abbonamento premium e applicato miglioramenti del server.[13]

Nel dicembre 2011, Roblox ha tenuto la sua prima Hack Week, un evento annuale in cui gli sviluppatori Roblox lavorano su idee innovative fuori dagli schemi per i nuovi sviluppi da presentare alla società.[14][15]

L'11 dicembre 2012, Roblox ha rilasciato una versione iOS della piattaforma di gioco.[16]

Il 1 ° ottobre 2013, Roblox ha rilasciato il sistema Exchange Developer, consentendo agli sviluppatori di scambiare Robux guadagnato dai loro giochi nella valuta del mondo reale.[17]

Il 31 maggio 2015 è stata aggiunta una funzione chiamata "Smooth Terrain", aumentando la fedeltà grafica del terreno e cambiando il motore fisico da uno stile orientato ai blocchi a uno stile più fluido e realistico.[18] Il 20 novembre Roblox è stato lanciato su Xbox One, con una selezione iniziale di 15 giochi scelti dallo staff di Roblox.[19] I nuovi giochi Roblox per questa console dovranno passare attraverso un processo di approvazione e sono soggetti agli standard della Entertainment Software Ratings Board.[20]

Nell'aprile 2016, Roblox ha lanciato Roblox VR per Oculus Rift. Al momento del rilascio, oltre dieci milioni di giochi erano disponibili in 3D.[21] Nello stesso periodo, la funzione di chat sicura è stata rimossa e sostituita da un sistema basato su una whitelist con una serie di parole accettabili per gli utenti di età inferiore ai 13 anni e su una lista nera per altri utenti.[22] A giugno, la società ha lanciato una versione compatibile con Windows 10. Mentre la piattaforma di gioco è presente sul PC dal 2004 con la sua versione web, questa è la seconda volta che viene aggiornato con un launcher autonomo creato per Windows; Il launcher precedente venne rimosso verso fine del 2009 con la versione web.[23]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Roblox ha ricevuto i seguenti riconoscimenti:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Harry Shepherd, The best Roblox games, su PCGamesN, 13 agosto 2018. URL consultato il 29 novembre 2018 (archiviato il 29 novembre 2018).
  2. ^ How to make money with DevEx on Roblox, su Softonic, 5 gennaio 2018. URL consultato il 24 aprile 2018 (archiviato il 29 novembre 2018).
  3. ^ a b c Jack Fennimore, Roblox: 5 Fast Facts You Need to Know, su Heavy.com, 12 luglio 2017. URL consultato il 29 novembre 2018 (archiviato il 29 novembre 2018).
  4. ^ Jing Cao, Roblox Unearths $92 Million to Challenge Microsoft's Minecraft, su Bloomberg, 14 marzo 2017. URL consultato il 6 febbraio 2018 (archiviato il 21 agosto 2018).
  5. ^ Catherine Phillips, Roblox: Everything you need to know about the online game your children are obsessed with, su Metro, 17 luglio 2017. URL consultato il 6 febbraio 2018 (archiviato il 29 novembre 2018).
  6. ^ a b Richard Procter, Roblox lets users build their own virtual world, su San Francisco Business Times, 17 maggio 2017. URL consultato il 6 febbraio 2018 (archiviato il 29 novembre 2018).
  7. ^ David Jagneaux, Roblox 101: Getting Started With ROBUX and The Builders Club, su Geek.com, 15 dicembre 2017. URL consultato il 6 febbraio 2018 (archiviato il 29 novembre 2018).
  8. ^ David Jagneaux, Roblox 101: How To Avoid Free Robux Scams, su Geek.com, 8 dicembre 2017. URL consultato il 6 febbraio 2018 (archiviato il 29 novembre 2018).
  9. ^ Jessica Conditt, Hobbyist developers will make $30 million via 'Roblox' this year, su Engadget, 22 luglio 2017. URL consultato il 10 ottobre 2017 (archiviato il 29 novembre 2018).
  10. ^ Company Overview of Roblox Corporation, su Bloomberg. URL consultato il 15 settembre 2018 (archiviato il 28 giugno 2009).
  11. ^ Neil Hughes, How This User-Generated Video Game Is Leading The Way With Innovation and VR, su Inc., 15 luglio 2016. URL consultato il 10 gennaio 2017 (archiviato il 29 novembre 2018).
  12. ^ Jeremy Dickson, SuperAwesome and Roblox join forces on kid-safe advertising, su Kidscreen, 23 giugno 2015. URL consultato il 29 novembre 2018 (archiviato il 29 novembre 2018).
  13. ^ Brandon LaRouche, Basic ROBLOX Lua Programming, Double Trouble Studio, 31 marzo 2012, p. 237, ISBN 978-0-9854513-0-1.
  14. ^ Mark Milian, Hackathons move beyond Silicon Valley, su San Francisco Chronicle, 2 dicembre 2012. URL consultato il 9 febbraio 2017 (archiviato il 29 novembre 2018).
  15. ^ Lua language helps kids create software, su San Francisco Chronicle, 31 agosto 2012. URL consultato il 9 febbraio 2017 (archiviato il 29 novembre 2018).
  16. ^ Jeff Grubb, Block-builder Roblox goes mobile in time for the holidays, su VentureBeat, 12 dicembre 2012. URL consultato il 29 novembre 2018 (archiviato il 29 novembre 2018).
  17. ^ Jeff Grubb, Roblox is gaming's quiet giant – and it's only getting bigger, su VentureBeat, 6 giugno 2014. URL consultato il 24 aprile 2018 (archiviato il 29 novembre 2018).
  18. ^ Dean Takahashi, Roblox user-generated world moves from blocky terrain to smooth 3D, su VentureBeat, 1º giugno 2015. URL consultato il 3 giugno 2015 (archiviato il 29 novembre 2018).
  19. ^ Jeff Grubb, Roblox comes to Xbox One, joins Minecraft in the growing player-made content space on consoles, su VentureBeat, 24 settembre 2015. URL consultato il 30 novembre 2018 (archiviato il 30 novembre 2018).
  20. ^ Jeff Grubb, Roblox launches on Xbox One with 15 player-created games – watch us play them, su VentureBeat, 27 gennaio 2016. URL consultato il 30 novembre 2018 (archiviato il 30 novembre 2018).
  21. ^ John Gaudiosi, This Company Just Introduced 20 Million People to Oculus Rift, su Fortune, 15 aprile 2016. URL consultato il 13 dicembre 2016 (archiviato il 30 novembre 2018).
  22. ^ Roblox, su Office of the eSafety Commissioner. URL consultato il 13 dicembre 2016 (archiviato il 30 novembre 2018).
  23. ^ Jeff Grubb, After Xbox One success, Roblox now has a dedicated Windows 10 app, su VentureBeat, 10 giugno 2016. URL consultato il 30 novembre 2018 (archiviato il 30 novembre 2018).
  24. ^ Inc. 5000 2016: The Full List, su Inc. 5000. URL consultato il 16 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 25 luglio 2018).
  25. ^ Inc. 5000 2017: The Full List, su Inc. 5000. URL consultato il 16 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 9 luglio 2018).
  26. ^ Business Innovators Honored, su Bay Meadows: San Mateo, 17 marzo 2017. URL consultato il 16 luglio 2018 (archiviato il 30 novembre 2018).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh2017003945
Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi