Robin Campillo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Robin Campillo

Robin Campillo (Mohammedia, 16 agosto 1962) è un regista, sceneggiatore e montatore francese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato in Marocco è cresciuto ad Aix-en-Provence. Ha studiato a Parigi presso l'Institut des hautes études cinématographiques (IDHEC), la scuola del cinema francese, fondata nel 1943 dal regista Marcel L'Herbier.

Ha stretto con Laurent Cantet un lunga collaborazione. Per il registra francese ha montato Les Sanguinaires un telefilm andato in onda su arte nel 1998 ed il lungometraggio Risorse umane (Ressources humaines), film vincitore del Premio César per la migliore opera prima alla 26ª cerimonia del 2001. Con Cantet ha scritto la sceneggiatura di A tempo pieno (L'Emploi du temps), film liberamente ispirato alla storia di Jean-Claude Romand che ha ottenuto la nomination per la miglior sceneggiatura all'European Film Awards del 2001.

Ha esordito alla regia con il film fantastico Quelli che ritornano (Les revenants), presentato nella sezione Venezia Orizzonti alla 61ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia del 2004. Da questa pellicola è stata tratta la serie televisiva Les Revenants, creata da Fabrice Gobert e diffusa a partire dal 26 novembre 2012 sulla rete televisiva francese Canal+.

Nel 2005 si è occupato della sceneggiatura e della montatura di Verso il sud (Vers le sud ), presentato, in concorso, alla 62ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia. La pellicola diretta da Cantet, ambientata negli anni settanta del XX secolo, descrive il viaggio ad Haiti di alcune donne mature in cerca delle prestazione sessuali di alcuni prestanti e poveri ragazzi dell'isola.

Assieme a François Bégaudeau e Laurent Cantet ha scritto la sceneggiaduta di La classe - Entre les murs (Entre les murs), film diretto da Cantet, vincitore della Palma d'oro come miglior film al 61º Festival di Cannes[1], del Premio Lumière per il miglior film del 2009 e dell'Independent Spirit Award per il miglior film straniero del 2009. Per questo lungometraggio ha vinto il Premio César Premio César per il miglior adattamento ed ha ottenuto le nomination al Premio César per il miglior montaggio ed al Chlotrudis Awards per il miglior adattamento.

Nel 2013 ha diretto Eastern Boys vincitore della sezione Orizzonti alla 70ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Regista[modifica | modifica sorgente]

Sceneggiatore[modifica | modifica sorgente]

Montatore[modifica | modifica sorgente]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

European Film Awards[modifica | modifica sorgente]

Premio César[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Awards 2008, festival-cannes.fr. URL consultato il 12 luglio 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]