Roberto Russo (regista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Roberto Russo (Roma, 28 novembre 1947) è un regista, sceneggiatore e fotografo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente fotografo di scena, nel 1984 ha vinto il David di Donatello come miglior regista emergente per l'opera prima Flirt (1983), storia di una coppia di mezza età che l'immaginazione dell'uomo rende un ménage à trois; la protagonista femminile è Monica Vitti, sua compagna nella vita. Russo ha diretto la Vitti anche in Francesca è mia (1986), sceneggiato da entrambi in collaborazione con Vincenzo Cerami, che racconta di un amour fou possessivo e devastante. Per i suoi due film ha affidato le musiche a cantautori italiani: il primo a Francesco De Gregori, il quale compose per l'occasione il mini-LP La donna cannone; il secondo a Tullio De Piscopo.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 settembre 2000 ha sposato in Campidoglio l'attrice Monica Vitti, dopo diciassette anni di fidanzamento. Le è rimasto accanto fino alla morte di lei, avvenuta il 2 febbraio 2022[1].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ È morta Monica Vitti, talento smisurato del cinema italiano, in la Repubblica, 2 febbraio 2022. URL consultato il 2 febbraio 2022.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]