Roberto Pinza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Roberto Pinza
Roberto Pinza.jpg

Viceministro dell'economia e delle finanze
con delega al Bilancio
Durata mandato18 maggio 2006 –
7 maggio 2008
Vice diTommaso Padoa-Schioppa
CotitolareVincenzo Visco
Capo del governoRomano Prodi
PredecessoreMario Baldassarri
Giuseppe Vegas
SuccessoreGiuseppe Vegas

Sottosegretario di Stato al Ministero del tesoro, del bilancio e della programmazione economica
Durata mandato1° gennaio 1998 –
30 dicembre 1999
Capo del governoRomano Prodi
Massimo D'Alema
PredecessoreSe stesso
SuccessoreSantino Pagano

Sottosegretario di Stato al Ministero del tesoro
Durata mandato22 maggio 1996 –
31 dicembre 1997
Capo del governoRomano Prodi
PredecessoreGiuseppe Vegas
SuccessoreSe stesso

Senatore della Repubblica Italiana
Durata mandato28 aprile 2006 –
26 ottobre 2006
LegislaturaXV
Gruppo
parlamentare
L'Ulivo
CoalizioneL'Unione
CircoscrizioneEmilia-Romagna
Incarichi parlamentari
Sito istituzionale

Deputato della Repubblica Italiana
Durata mandato23 aprile 1992 –
27 aprile 2006
LegislaturaXI, XII, XIII, XIV
Gruppo
parlamentare
Margherita, DL - L'Ulivo
CircoscrizioneXI: Bologna-Ferrara-Ravenna-Forlì
XII-XIV: Emilia-Romagna
CollegioXIII-XIV: Cesena
Incarichi parlamentari
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politicoDC, PPI, DL, PD
Titolo di studioLaurea in Giurisprudenza
ProfessioneAvvocato

Roberto Pinza (Forlì, 19 maggio 1941) è un politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Forlì, nella provincia di Forlì-Cesena, si è laureato in giurisprudenza, avvocato civilista, è stato assistente incaricato di diritto privato all'Università di Bologna e presidente dapprima della Camera di Commercio dell'Emilia-Romagna[1] e successivamente della scuola di master Profingest.[2] Tra le sue altre esperienze in campo lavorativo, vi è anche quella di tesoriere dell'Arel.

Alle elezioni politiche del 1992 viene candidato alla Camera dei deputati, tra le liste della Democrazia Cristiana (DC) nella circoscrizione Bologna-Ferrara-Ravenna-Forlì, ed eletto per la prima volta deputato.

Nel 1994, con lo scioglimento della DC, aderisce alla rinascita del Partito Popolare Italiano (PPI) di Mino Martinazzoli, con cui alle elezioni politiche del 27 marzo viene rieletto alla Camera tra le liste del Patto per l'Italia (coalizione di centro a cui aderiva il PPI).

Ha successivamente confermato il suo seggio da deputato anche nel 1996. Sottosegretario di Stato al Ministero del tesoro nel primo governo Prodi e sottosegretario di Stato al Ministero del tesoro, del bilancio e della programmazione economica nel primo e secondo governo D'Alema, è stato esponente della Margherita con cui è approdato alla Camera nel 2001 ed al Senato al termine delle elezioni politiche del 2006.

Pinza ha fatto parte del secondo governo Prodi in qualità di viceministro dell'Economia e delle Finanze.

Il 26 ottobre 2006 si dimette da senatore, lo sostituisce Luca Marcora.

Il 17 maggio 2013 viene eletto presidente della Fondazione della Cassa di Risparmio di Forlì.

Incarichi parlamentari[modifica | modifica wikitesto]

Camera dei deputati[modifica | modifica wikitesto]

XI legislatura[modifica | modifica wikitesto]

XII legislatura[modifica | modifica wikitesto]

XIII legislatura[modifica | modifica wikitesto]

XIV legislatura[modifica | modifica wikitesto]

Senato della Repubblica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Profilo sul sito di Assogestioni
  2. ^ AREL - Agenzia di Ricerche e Legislazione Archiviato il 23 aprile 2012 in Internet Archive.
  3. ^ a b c d La Camera dei Deputati, su legislature.camera.it. URL consultato il 6 febbraio 2023.
  4. ^ a b c d e La Camera dei Deputati, su legislature.camera.it. URL consultato il 6 febbraio 2023.
  5. ^ a b Camera dei Deputati - XIII legislatura - Deputati - La scheda personale, su leg13.camera.it. URL consultato il 6 febbraio 2023.
  6. ^ senato.it - Scheda di attività di Roberto PINZA - XV Legislatura, su www.senato.it. URL consultato il 6 febbraio 2023.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]