Roberto Pereyra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Roberto Pereyra
RobertoPereyra.jpg
Pereyra al River Plate nel 2011
Nome Roberto Maximiliano Pereyra
Nazionalità Argentina Argentina
Altezza 182[1] cm
Peso 74 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Watford
Carriera
Giovanili
2006-2009 River Plate
Squadre di club1
2009-2011River Plate43 (0)[2]
2011-2014Udinese84 (8)
2014-2016Juventus48 (4)
2016-Watford13 (2)
Nazionale
2011 Argentina Argentina U-20 4 (0)
2014- Argentina Argentina 10 (0)
Palmarès
Coppa America calcio.svg Copa América
Argento Cile 2015
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 2 novembre 2016

Roberto Maximiliano Pereyra (San Miguel de Tucumán, 7 gennaio 1991) è un calciatore argentino, centrocampista del Watford e della nazionale argentina.

È soprannominato El Tucu (abbreviazione di Tucumano, cioè del Tucumán, sua provincia di origine).[3]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

La sua fonte d'ispirazione è Mauro German Camoranesi.[4] È un destro naturale che in passato ha giocato spesso a sinistra. Il suo ruolo naturale rimane però quello di esterno destro con vocazione prettamente offensiva, in grado di coprire sia il ruolo di esterno offensivo di destra che sulla corsia opposta e, all'occasione, pure di mezz'ala. Nell'ultima stagione all'Udinese svolgeva i compiti di ala destra o di mezzala destra.[5] Può essere schierato anche come interno di centrocampo o trequartista, ruolo che ammette di preferire.[6]

Dotato di buoni fondamentali tecnici, vanta una buona velocità e un ottimo dribbling negli spazi stretti.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

River Plate[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nelle giovanili del River Plate, debutta in prima squadra il 16 maggio 2009, a poco più di 18 anni, nella sconfitta contro l'Huracán (0-4). Nella stagione 2009-2010 colleziona 15 presenze, quindi a partire dal torneo di Apertura 2010 entra a far parte stabilmente della formazione titolare.[7] Nell'estate 2011 lascia il River Plate che in giugno era retrocesso in Primera B Nacional,[8] prima volta nei 110 anni di storia del pluridecorato club di Buenos Aires.[9]

Udinese[modifica | modifica wikitesto]

Il 30 agosto 2011 firma un contratto quinquennale con l'Udinese,[10] che versa 2 milioni di euro al River Plate per il suo cartellino. Esordisce con la maglia dell'Udinese il 29 settembre 2011 nella sfida valida per la fase a gironi dell'Europa League 2011-2012 al Celtic Park contro il Celtic di Glasgow. Fa il suo debutto in Serie A in Juventus - Udinese (2-1) il 28 gennaio 2012, sostituendo Mauricio Isla all'85º minuto.[11]

Nelle partite successive mostra le sue buone qualità che gli permettono di sostituire in maniera positiva il compagno di reparto Dušan Basta nelle giornate in cui è infortunato. Il 29 aprile 2012 segna il suo primo gol con la maglia dei friulani contro la Lazio, per il definitivo 2-0. Nella stagione 2012-2013 Pereyra, complici anche le partenze di Isla e di Kwadwo Asamoah, diviene titolare nel modulo di Francesco Guidolin, ruolo che manterrà anche nella stagione successiva.

Juventus[modifica | modifica wikitesto]

Pereyra in azione alla Juventus nel 2015

Il 25 luglio 2014 passa alla Juventus in prestito oneroso per 1,5 milioni di euro con diritto di riscatto – verificatosi l'anno successivo[12] – fissato a 14 milioni.[13] Il giocatore sceglie di vestire la maglia numero 37. Esordisce con la Juventus il 30 agosto a Verona nella prima giornata di campionato vinta 1-0 contro il Chievo, subentrando ad Arturo Vidal.[14] Segna il suo primo gol in bianconero il 15 gennaio 2015, nella gara di Coppa Italia vinta per 6-1 contro il Verona;[15] nella stessa competizione andrà a segno nella semifinale di ritorno contro la Fiorentina (vinta per 3-0), contribuendo all'approdo della propria squadra in finale.[16] Scende in campo anche nella finale di Champions League, persa contro il Barcellona, subentrando a Vidal.

Il 25 ottobre 2015, nel match casalingo contro l'Atalanta, vinto dai bianconeri per 2-0, rimedia un infortunio alla coscia destra che, anche a causa di una ricaduta, lo tiene fuori dal campo per più di tre mesi.[17]

Conclude la propria esperienza alla Juventus dopo due stagioni, vincendo due scudetti, due Coppe Italia e una Supercoppa italiana.

Watford[modifica | modifica wikitesto]

Il 20 agosto 2016 si trasferisce al Watford per 13 milioni di euro, più 2 di bonus.[18]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha partecipato ai Mondiali Under-20 nel 2011 con la nazionale argentina. Fa il suo esordio l'11 ottobre 2014 nella nazionale maggiore, giocando da titolare nell'amichevole persa 2-0 contro il Brasile.[19]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 1 ottobre 2016.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2008-2009 Argentina River Plate PD 1 0 - - - - - - 1 0
2009-2010 PD 15 0 - - - - - - 15 0
2010-2011 PD 27+2[20] 0 - - - - - - 29 0
Totale River Plate 43+2 0 45 0
2011-2012 Italia Udinese A 11 1 CI 1 0 UCL+UEL 0+3 0 - - 15 1
2012-2013 A 37 5 CI 1 0 UCL+UEL 2[21]+6 0 - - 46 5
2013-2014 A 36 2 CI 4 0 UEL 3[22] 0 - - 43 2
Totale Udinese 84 8 6 0 14 0 104 8
2014-2015 Italia Juventus A 35 4 CI 4 2 UCL 12 0 SI 1 0 52 6
2015-2016 A 13 0 CI 0 0 UCL 2 0 SI 1 0 16 0
Totale Juventus 48 4 4 2 14 0 2 0 68 6
2016-2017 Inghilterra Watford PL 13 2 - - - - - - 13 2
Totale carriera 188+2 14 10 2 28 0 2 0 230 16

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Argentina
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
11-10-2014 Pechino Brasile Brasile 2 – 0 Argentina Argentina Amichevole - Uscita al 76’ 76’
14-10-2014 Hong Kong Hong Kong Hong Kong 0 – 7 Argentina Argentina Amichevole - Ingresso al 73’ 73’
12-11-2014 Londra Argentina Argentina 2 – 1 Croazia Croazia Amichevole - Ingresso al 71’ 71’
18-11-2014 Manchester Portogallo Portogallo 1 – 0 Argentina Argentina Amichevole - Ingresso al 73’ 73’
28-03-2015 Landover El Salvador El Salvador 0 – 2 Argentina Argentina Amichevole -
31-03-2015 East Rutherford Argentina Argentina 2 – 1 Ecuador Ecuador Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
16-06-2015 La Serena Argentina Argentina 1 – 0 Uruguay Uruguay Coppa America 2015 - 1º turno - Ingresso al 88’ 88’
20-06-2015 Viña del Mar Argentina Argentina 1 – 0 Giamaica Giamaica Coppa America 2015 - 1º turno - Ingresso al 59’ 59’
04-09-2015 Houston Argentina Argentina 7 – 0 Bolivia Bolivia Amichevole -
09-09-2015 Dallas Messico Messico 2 – 2 Argentina Argentina Amichevole - Ingresso al 76’ 76’
Totale Presenze 10 Reti 0

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Argentina Under-20
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
30-7-2011 Medellín Argentina Argentina Under-20 1 – 0 Messico Messico Under-20 Mondiali U-20 2011 - 1º turno -
2-8-2011 Medellín Argentina Argentina Under-20 0 – 0 Inghilterra Inghilterra Under-20 Mondiali U-20 2011 - 1º turno - Ammonizione al 77’ 77’
5-8-2011 Medellín Argentina Argentina Under-20 3 – 0 Corea del Nord Corea del Nord Under-20 Mondiali U-20 2011 - 1º turno - Ammonizione al 72’ 72’Uscita al 82’ 82’
14-8-2011 Cartagena de Indias Portogallo Portogallo Under-20 0 – 0 dts (5-4 dcr) Argentina Argentina Under-20 Mondiali U-20 2011 - Quarti di finale - Uscita al 98’ 98’
Totale Presenze 4 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Juventus: 2014-2015, 2015-2016
Juventus: 2014-2015, 2015-2016
Juventus: 2015

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Roberto Pereyra, juventus.com. (archiviato dall'url originale il 3 febbraio 2016).
  2. ^ 45 (0) se si comprendono anche gli spareggi promozione-retrocessione in Primera B Nacional, nella Primera División 2010-2011. 2 (0)
  3. ^ Roberto Pereyra, calcio.com. URL consultato il 24 agosto 2014.
  4. ^ Filippo Cornacchia, Pereyra, colpo da 17 milioni "Mi ispiro a Camoranesi, Tuttosport.it, 25 luglio 2014.
  5. ^ Sostiene... Pereyra! Benvenuto Roberto!, udinese.it, 31 agosto 2011. URL consultato il 31 agosto 2011 (archiviato dall'url originale il 13 settembre 2012).
  6. ^ europacalcio.it, http://www.europacalcio.it/news/juventus-verona-pereyra-lavoro-per-diventare-grande-67651.html.
  7. ^ Roberto Pereyra - Apertura 2010, calcio.com. URL consultato il 1º aprile 2014.
  8. ^ http://www.transfermarkt.it/spielbericht/index/spielbericht/1120822
  9. ^ http://www.transfermarkt.it/spielbericht/index/spielbericht/1120823
  10. ^ Sostiene... Pereyra! Benvenuto Roberto, udinese.it, 31 agosto 2011. URL consultato il 31 agosto 2011 (archiviato dall'url originale il 13 settembre 2012).
  11. ^ Juventus 2-1 Udinese, legaseriea.it, 28 gennaio 2012. URL consultato il 24 agosto 2014.
  12. ^ UFFICIALE: Juventus, riscattato Pereyra dall'Udinese tuttomercatoweb.com
  13. ^ Accordo con l'Udinese Calcio per l'acquisizione temporanea del calciatore Roberto Pereyra, juventus.com, 25 luglio 2014. URL consultato il 24 agosto 2014.
  14. ^ Chievo-Juventus 0-1, il tabellino: 68 minuti per Coman, La Gazzetta dello Sport, 30 agosto 2014. URL consultato il 1º febbraio 2016.
  15. ^ Fabiana Della Valle, Coppa Italia, Juventus-Verona 6-1. Giovinco si riprende i bianconeri, La Gazzetta dello Sport, 15 gennaio 2015. URL consultato il 1º febbraio 2016.
  16. ^ Fabiana Della Valle, Fiorentina-Juventus 0-3: Matri, Pereyra e Bonucci portano Allegri in finale, La Gazzetta dello Sport, 7 aprile 2015. URL consultato il 1º febbraio 2016.
  17. ^ Fabiana Della Valle, Frosinone-Juventus 0-2, Cuadrado e Dybala firmano la 14ª, su La Gazzetta dello Sport, 7 febbraio 2016.
  18. ^ Pereyra-Watford: è ufficiale. La Juve: "Affare da 13 milioni più 2 di bonus", su gazzetta.it, 20 agosto 2016.
  19. ^ Juventus, Pereyra convince il Tata Martino: titolare in Argentina-Brasile, La Gazzetta dello Sport, 10 ottobre 2014. URL consultato il 1º febbraio 2016.
  20. ^ Play-off Promozione-Retrocessione.
  21. ^ Nei play-off.
  22. ^ Nei turni preliminari.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]