Roberto De Vito

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Roberto De Vito
Roberto De Vito.jpg

Ministro della Marina del Regno d'Italia
Durata mandato 26 febbraio 1922 –
28 ottobre 1922
Monarca Vittorio Emanuele III di Savoia
Capo del governo Luigi Facta
Predecessore Eugenio Bergamasco
Successore Paolo Thaon di Revel
Legislature XXVI

Ministro della Pubblica Istruzione del Regno d'Italia
Durata mandato 23 giugno 1919 –
16 settembre 1919
Capo del governo Francesco Saverio Nitti
Predecessore Agostino Berenini
Successore Pietro Chimienti
Legislature XXV

Ministro dei Trasporti del Regno d'Italia
Durata mandato 17 gennaio 1919 –
21 maggio 1920
Capo del governo Vittorio Emanuele Orlando, Francesco Saverio Nitti
Predecessore Giovanni Villa
Successore Francesco Cerabona
Legislature XXIV

Senatore del Regno d'Italia

Deputato del Regno d'Italia
Legislature XXIII, XXIV, XXV, XXVI
Gruppo
parlamentare
Gruppo radicale (1919), Gruppo della Democrazia sociale (1921)
Collegio Giulianova (1912), Teramo (1919), Aquila (1921)
Sito istituzionale

Dati generali
Titolo di studio laurea in Giurisprudenza
Professione avvocato, funzionario amministrativo

Roberto De Vito (Firenze, 19 febbraio 1867Roma, 13 agosto 1959) è stato un politico italiano, fu Ministro dei trasporti, poste e telegrafi e pubblica istruzione del Regno d'Italia nel Governo Nitti I e Ministro della Marina nei governi Facta I e Facta II[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Magistrato amministrativo, fu consigliere di Stato dal 5 dicembre 1909; presidente di sezione del Consiglio di Stato (31 maggio 1928-19 febbraio 1937), fu nominato presidente onorario del Consiglio di Stato il 19 febbraio 1937[2].

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Gran Croce decorato di Gran Cordone dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce decorato di Gran Cordone dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro
Cavaliere di Gran Croce decorato di Gran Cordone dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce decorato di Gran Cordone dell'Ordine della Corona d'Italia

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN307410332 · SBN IT\ICCU\CUBV\162131