Roberto Colombo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri personaggi omonimi, vedi Roberto Colombo (disambigua).
Roberto Colombo
Nazionalità Italia Italia
Genere Musica elettronica
Rock progressivo
World music
Periodo di attività musicale 1971 – in attività
Strumento Tastiera
Gruppi Premiata Forneria Marconi
Sito ufficiale

Roberto Colombo (Milano, 29 aprile 1951) è un tastierista, arrangiatore e produttore discografico italiano.

Biografia di Roberto Colombo[modifica | modifica wikitesto]

È noto soprattutto per aver composto la sigla italiana di Beautiful, di RaiStereoNotte, di Studio Aperto dal 1997, nonché del segnale orario di Canale 5[1]. Quest'ultimo brano, intitolato Segnatempo è stato pubblicato ufficialmente il 4 dicembre 2015 come singolo digitale.

Collaboratore della Premiata Forneria Marconi (PFM), debutta come arrangiatore col secondo LP di Ivan Cattaneo "Primo secondo e frutta (Ivan compreso)", e bissa nel 1979 con Superivan, terzo album di Cattaneo, realizzato interamente con la PFM. Per quest'ultima, cura in quel periodo alcuni nuovi arrangiamenti per Sally e Via del campo[2], composizioni di Fabrizio De André già note al pubblico, in prospettiva della tournée che vede il cantautore genovese accompagnato proprio dal complesso milanese per 33 date[3][4] tra la fine del 1978 e l'inizio del 1979[5], alle quali Colombo prende parte nel ruolo di tastierista aggiunto, e da cui furono ricavati due album dal vivo (Fabrizio De André in concerto - Arrangiamenti PFM e Fabrizio De André in concerto - Arrangiamenti PFM Vol. 2º). Gli arrangiamenti creati per Faber nel tempo sono stati non solo assai apprezzati dalla critica[6], ma lo stesso De André ne ha sempre riconosciuto il grande valore, in quanto capaci di rinnovare il suo repertorio, nonché influenzare decisivamente gli sviluppi successivi del suo percorso creativo.

Nella seconda metà degli anni settanta pubblica tre album solisti di progressive, influenzati pesantemente dalla musica di Frank Zappa: Sfogatevi bestie (1976), Botte da orbi (1977) e Astrolimpix (1980), di recente ristampati su CD.

Attivo da anni nel panorama musicale italiano, ha curato numerose produzioni sanremesi tra le quali il brano Vacanze romane dei Matia Bazar dei quali è produttore storico. Ha prodotto, tra l'altro, dischi di Giuni Russo, Alberto Camerini, Garbo, Le Orme, i Matia Bazar, Miguel Bosé, Morgan, Enzo Jannacci, arrangiatore per Adriano Celentano, Edoardo Bennato, oltre a tutta la discografia solista di Antonella Ruggiero, di cui è il marito. Colombo è direttore artistico dell'etichetta musicale Liberamusic, che annovera tra i suoi prodotti i lavori dei chitarristi Maurizio Colonna e Frank Gambale e del percussionista Ivan Ciccarelli, oltre alla musica di Antonella Ruggiero. Senza dimenticare una collaborazione prestigiosa come quella con la cantante e compositrice originaria di Tuva Sainkho Namtchylak nell'album "Stepmother city” (2000). Ha spesso diretto l'orchestra del Festival di Sanremo. È uno dei più importanti produttori technopop italiani.

Il suo ultimo prodotto è Pomodoro genetico (2008), realizzato con la moglie Antonella Ruggiero. Il progetto musicale è composto da una base elettronica a tinte forti, poco ritmica e che non deborda nella musica dance, a cui si aggiunge la sonorità dell'orchestra d'archi composta da professori del Maggio Musicale Fiorentino. Le emozioni del progetto sono espresse musicalmente e visivamente. Infatti i brani di Antonella Ruggiero e di Roberto Colombo hanno ispirato uno dei più significativi e originali videoartisti: Fabio Massimo Iaquone, che è stato affiancato dal giovane regista Luca Attilii nella realizzazione del video Attesa.

Tra il 2015 ed il 2016 collabora con gli artisti svizzeri Umberto Alongi e Luca Birra in Canton Ticino per l'album 3 minuti e l'EP Per noi c'è [7].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ informazioni dal sito ufficiale, roberto-colombo.it. URL consultato il 19 aprile 2012.
  2. ^ Antonello Cresti, Solchi Sperimentali Italia. 50 anni di italiche musiche altre, CRAC Edizioni, 2015, ISBN 978-88-97389-24-8.
  3. ^ dalla scheda di Fabrizio De André & PFM sul sito L'Ultima Thule di Federico Guglielmi.
  4. ^ dalla scheda della tournée (1978-1979) con la PFM sul sito Via del Campo; qui si dibatte se i concerti della tournée siano in realtà 36.
  5. ^ dalla scheda della tournée (1978-1979) con la PFM cit..
  6. ^ dalla scheda di Fabrizio De Andrè In Concerto - Arrangiamenti PFM, sul sito Pianeta Rock .
  7. ^ Radio Swiss Pop - Banca dati musicale - Musicista, in Radio Swiss Pop. URL consultato il 12 ottobre 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Antonello Cresti, Solchi Sperimentali Italia. 50 anni di italiche musiche altre, CRAC Edizioni, 2015, ISBN 978-88-97389-24-8.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]