Robert Powell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Robert Powell nel 2007

Robert Powell (Salford, 1º giugno 1944) è un attore britannico, noto soprattutto per il ruolo di Cristo nello sceneggiato Gesù di Nazareth (1977) di Franco Zeffirelli.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

I primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Powell nacque a Salford, nel Lancashire, figlio di Kathleen Davis e di John Wilson Powell[1]. Frequentò in gioventù la Manchester Grammar School a Manchester e successivamente entrò nel College of Advanced Technology in Salford. Frequentò gli studi superiori a Pendlebury ed a Salford[2].

La carriera[modifica | modifica wikitesto]

Powell iniziò a recitare quando ancora non si era diplomato. Intenzionato a divenire avvocato, nell'anno accademico 1963-1964 frequentò la London University ed il corso di diritto commerciale presso il Manchester College of Commerce, ma nel contempo entrò nella compagnia diretta da Trevor Nunn. Gli si affiancò poco dopo il compagno di studi Bernard Brandon, col quale iniziò le prime esperienze nel campo della commedia. Il suo primo ruolo cinematografico fu in Rapina al treno postale (1967), dove impersonò un guidatore di auto. Ebbe un piccolo ruolo anche nella versione originale di Un colpo all'italiana (1969) come un membro della gang, ma dovette attendere alcuni anni per conquistare il primo successo nel ruolo dello scienziato Toby Wren nella fiction della BBC dal titolo Doomwatch. Su sua richiesta, il suo personaggio venne ucciso nell'ultimo episodio della serie originale, cosicché Powell poté dedicarsi ad altri ruoli, sempre per la BBC, come ad esempio nelle novelle televisive Sentimental Education (1970) e Jude the Obscure (1971). Powell apparve inoltre in due episodi ("Lady Killer" - "Death to sister Mary") della serie giallo-drammatica inglese Thriller del 1973 (vista in Italia sulle tv private). Apparve anche nella serie TV Looking for Clancy (1975), basato sulla novella Clancy di Frederic Mullally.

Per molti anni Powell continuò a rcitare per la televisione, con incursioni occasionali nel mondo del cinema, nel ruolo ad esempio del compositore austriaco Gustav Mahler nel film biografico di Ken Russell La perdizione (1974), e del capitano Walker nel film Tommy (1975), sempre diretto da Russell. Ironicamente, proprio in una scena di quest'ultimo film, per esigenze della trama il capitano Walker viene a trovarsi in una posa da crocifissione, quasi a presagire il futuro ruolo importante di Powell.

L'attore venne infatti consacrato al grande pubblico con la sua interpretazione di Gesù Cristo nel Gesù di Nazareth (1977) di Franco Zeffirelli. Qui si trovò per la prima volta a recitare con un cast d'eccezione che includeva, tra gli altri, Laurence Olivier, Ernest Borgnine, Stacy Keach, Christopher Plummer, Rod Steiger e James Mason. Per il suo ruolo, Powell venne nominato per un BAFTA e vinse molti altri premi televisivi e cinematografici.

Nel 1978 recitò sotto la direzione di Richard Hannay nella versione televisiva di The Thirty Nine Steps, che riscosse un modesto successo della critica, mentre nel 1980 apparve come protagonista nel film Harlequin, per la cui interpretazione vinse un premio come miglior attore al Festival cinematografico di Parigi. Nel 1982 ottenne un premio come migliore attore al Festival di Venezia per il suo ruolo in Imperativo di Krzysztof Zanussi. Nello stesso periodo si dedicò nuovamente alla sit-com comica a fianco del vecchio collega Jasper Carrott, nella parte di un goffo detective nella serie TV The Detectives.

Nel 1984, Powell fece il proprio debutto cinematografico in America con What Waits Below (noto anche col titolo alternativo di Secrets of the Phantom Caverns)[3].

Fra gli altri suoi ruoli notevoli si ricordano quello di Gabriele D'Annunzio nell'omonimo film (1985) del regista italiano Sergio Nasca, sceneggiato da Piero Chiara, e quello dell'agente segreto Hannay nel remake de Il club dei trentanove diretto nel 1978 da Don Sharp e in una serie uscita nel 1988 in Gran Bretagna. Interpretò inoltre il pilota-fantasma Keller di Survivor aereo maledetto (1981).

L'attore è sposato dal 1975 con Barbara Lord e ha due figli: Barney (nato nel 1977) e Kate (1979).

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il racconto del regista - riportato nel volume "Il mio Gesù" (1977), Powell prevalse ai casting dello sceneggiato di Franco Zeffirelli - era stato in origine scelto come interprete di Giuda - perché, al momento dell'accensione delle luci di scena, una sarta che stava rimaneggiando la tunica di Powell, cadde in ginocchio esclamando « Signore! ».

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Robert Powell Biography (1944-), Filmreference.com, 1º giugno 1944. URL consultato il 12 ottobre 2013.
  2. ^ John Walsh, Sir Ben Kingsley: 'I was blessed by being a very popular child, The Independent, 6 marzo 2010. URL consultato il 7 marzo 2010 (archiviato l'8 marzo 2010).
  3. ^ Roderick Mann, Man who played 'Jesus' to make U.S. film debut, in Los Angeles Times, 27 ottobre 1983, p. E1. URL consultato il 12 settembre 2009.
    «Six years after making his initial impact on American audiences as the star of Franco Zeffirelli's 1977 television film "Jesus of Nazareth," British actor Robert Powell has just finished his first American-made film.».

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN85084020 · ISNI: (EN0000 0001 1450 2077 · LCCN: (ENno96042198 · GND: (DE129336890 · BNF: (FRcb14029108b (data)