Robert Lewis Taylor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Robert Lewis Taylor (Carbondale, 24 settembre 1912Southbury, 30 settembre 1998) è stato uno scrittore statunitense vincitore del Premio Pulitzer per la narrativa nel 1959 per il romanzo The Travels of Jaimie McPheeters.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Robert Lewis Taylor nasce il 24 settembre 1912 a Carbondale, nell'Illinois.

Laureatosi nel 1933 all'Università dell'Illinois[1], entra nel 1939 nella redazione del New Yorker dove rimane per circa un ventennio.

Il suo esordio nella narrativa avviene nel 1947 con il romanzo Adrift in a Boneyard, ma il successo arriva due anni dopo con la biografia dell'attore W. C. Fields (W. C. Fields His Follies and Fortunes). Seguono altri romanzi e biografie (tra le quali spiccano quella di Winston Churchill e della proibizionista Carrie Nation) culminate con la conquista del Premio Pulitzer nel 1959 con The Travels of Jaimie McPheeters, opera che diverrà prima una serie TV e poi un film.

Muore a 86 anni il 30 settembre 1998 a Southbury, nel Connecticut[2].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

  • Adrift in a Boneyard (1947)
  • Doctor, Lawyer, Merchant, Chief (1948)
  • Professor Fodorski (1950)
  • The Running Pianist (1950)
  • The Bright Sands (1954)
  • Center ring: the people of the circus (1956)
  • The Travels of Jaimie McPheeters (1958)
  • Viaggio a Matecumbe (A Journey to Matecumbe) (1961), Milano, Mondadori, 1964
  • Two Roads To Guadalupe (1964)
  • A Roaring in the Wind (1978)
  • Niagara (1980)

Biografie[modifica | modifica wikitesto]

  • W. C. Fields His Follies and Fortunes (1949)
  • Winston Churchill: An Informal Study of Greatness (1952)
  • Vessel of Wrath: The Life and Times of Carry Nation (1966)

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ [1] Coccodrillo di Richard Pearson sul Washington Post
  2. ^ Necrologio, su nytimes.com. URL consultato il 24 maggio 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • James D. Hart, Dizionario Oxford della letteratura americana, Roma, Gremese, 1999, p. 372, ISBN 9788877423443.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN15292205 · ISNI (EN0000 0001 1460 1286 · LCCN (ENn85048336 · GND (DE1069411558 · BNF (FRcb14140432f (data) · NLA (EN36516639 · WorldCat Identities (ENlccn-n85048336