Robert Fripp

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« La musica è il calice che contiene il vino del silenzio.

Il suono è quel calice, ma vuoto. Il rumore è quel calice, ma rotto. »

(Robert Fripp[1])
Robert Fripp
Robert Fripp
Robert Fripp
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Genere Rock progressivo[2]
Rock psichedelico[2]
Rock sperimentale[2]
Periodo di attività 1967 – in attività
Album pubblicati 38
Studio 13
Live 25

Robert Fripp (Wimborne Minster, 16 maggio 1946) è un chitarrista e compositore britannico noto principalmente per aver fondato i King Crimson nel 1969 e per aver composto gran parte del materiale del gruppo.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato a Wimborne Minster nel Dorset in Inghilterra, il giovane Fripp inizia lo studio della chitarra imponendosi un metodo che lo accompagnerà per tutta la vita e che si riflette nella maggior parte delle sue composizioni, contraddistinte da spunti di notevole virtuosismo e marcata ecletticità, con riferimenti alla musica classica, alla musica contemporanea ed etnica.

Nel 1967 fonda il suo primo gruppo con il bassista Peter Giles ed il batterista Michael Giles. Il gruppo si chiama Giles, Giles & Fripp e pubblica due singoli e un album, The Cheerful Insanity of Giles, Giles & Fripp.

Nel 1969 fonda con Greg Lake, Michael Giles, Ian McDonald e il poeta Peter Sinfield i King Crimson. Nel 1970, dopo che Greg Lake lascia il gruppo, ne diviene leader, imponendo alla band una svolta più sperimentale e atonale.

Oltre alla sua attività all'interno delle varie incarnazioni dei King Crimson, in cui è l'unico membro sempre presente, Robert Fripp collabora con musicisti come Brian Eno (insieme al quale ha inventato e perfezionato la tecnica detta Frippertronics), David Bowie, Peter Gabriel, Peter Hammill, Van Der Graaf Generator, Andy Summers e David Sylvian.

Nel 1974 scioglie i King Crimson e dedica i tre anni successivi allo studio delle discipline di Georges Ivanovitch Gurdjieff.

Nel 1977 contribuisce alla registrazione dell'album di David Bowie Heroes registrando tutte le sue linee soliste in una sola giornata. Nei due anni successivi è a New York dove registra il suo primo disco da solista, Exposure.

Dal 1981 al 1984 incide tre album con i riformati King Crimson e procede quindi, il 25 marzo 1985, alla fondazione della propria scuola di chitarra, per la quale studia e insegna un approccio completamente nuovo allo strumento, detto Guitar Craft: un connubio tra disciplina musicale, tecniche yoga ed il metodo Alexander adottato dalle scuole di recitazione.

Nel 1994 fonda una nuova incarnazione dei King Crimson con cui - pur con variazioni nell'organico - continua a suonare ed incidere album.

Dopo una lunga battaglia legale con l'etichetta discografica che possedeva i diritti delle incisioni dei King Crimson, Robert Fripp ha aperto la propria etichetta, la Discipline Global Mobile che produce e distribuisce le edizioni dei lavori dei King Crimson e di molti altri artisti.

La tecnica chitarristica di Fripp, soprattutto con la chitarra elettrica, non è fondata sul blues, come nel caso di altri celebri solisti inglesi (da Eric Clapton a Ritchie Blackmore, da Jeff Beck a Jimmy Page), bensì su di un personalissimo mix di musica classica e suggestioni jazzistiche (che si riscontrano più che nel fraseggio, nelle scelte melodico-armoniche). C'è poi un'incessante ricerca di nuove soluzioni tecniche per quel che riguarda l'elaborazione elettronica del suono; ben noto il sistema Frippertronics, basato sul passaggio del suono della chitarra su un anello di nastro magnetico che passa attraverso due registratori a bobine Revox accoppiati, in modo da poter creare complessi tappeti polifonici in costante metamorfosi. Diretta evoluzione di quella tecnica sono i Soundscapes ("paesaggi sonori"), dove i registratori a bobina lasciano il posto ai più moderni delay digitali. Fripp è sicuramente uno degli strumentisti più originali e sofisticati nella storia della chitarra elettrica, e indubbiamente uno dei più imitati.

In ambito informatico è noto per essere l'autore della musica di avvio di Windows Vista.

Attualmente vive a Pershore, nel Worcestershire. È sposato con la cantante / attrice Toyah Willcox.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Extra King Crimson[modifica | modifica sorgente]

  • Giles, Giles & Fripp - The cheerful insanity of Giles, Giles & Fripp (1968, Deram)
  • Fripp & Eno - No Pussyfooting (1973, EG)
  • Fripp & Eno - Evening Star (1975, EG)
  • Exposure (1979, EG)
  • God save the Queen/Under heavy manners (1980, Polydor)
  • Let the power fall (1981, EG)
  • Robert Fripp & The League of Gentlemen - The League of Gentlemen (1981, EG)
  • Andy Summers/Robert Fripp - I Advance Masked (1982, A&M)
  • Andy Summers/Robert Fripp - Bewitched (1984, A&M)
  • God save the King (1985, EG)
  • Robert Fripp & The League of Crafty Guitarists - The League of Crafty Guitarists Live (1986, EG)
  • Robert Fripp & Toyah Wilcox - The Lady or the Tiger (1986, EG)
  • Sunday All Over the World - Kneeling at the Shrine (1991, EG)
  • Robert Fripp & The League of Crafty Guitarists - Show of Hands (1991, EG)
  • David Sylvian & Robert Fripp - The First Day (1993, Virgin)
  • 1999 Soundscapes: Live in Argentina (1994, DGM)
  • David Sylvian & Robert Fripp - Damage (1994, Virgin)
  • FFWD - FFWD (1994, Inter-Modo & DGM)
  • Robert Fripp String Quintet - The Bridge Between (1994, DGM)
  • Fripp & Eno - The Essential Fripp & Eno (1994, Caroline)
  • Robert Fripp & The League of Crafty Guitarists - Intergalactic Boogie Express: Live in Europe 1991 (1995, DGM)
  • A Blessing of Tears: 1995 Soundscapes, Vol. 2 (1995, DGM)
  • Radiophonics: 1995 Soundscapes, Vol. 1 (1995, DGM)
  • Robert Fripp & The League of Gentlemen - Thrang Thrang Gozinbulx (1996, DGM)
  • That Which Passes: 1995 Soundscapes, Vol. 3 (1996, DGM)
  • November Suite: 1996 Soundscapes - Live at Green Park Station (1997, DGM)
  • The Gates of Paradise (1998, DGM)
  • Bill Rieflin/ Robert Fripp/ Trey Gunn - The Repercussions of Angelic Behavior (1999, First World)
  • Jeffrey Fayman & Robert Fripp - Temple in the Clouds (2000, Projekt)
  • Fripp & Eno - The Equatorial Stars (2005, Opal)
  • Love Cannot Bear (2005, DGM)

Produttore[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Quotation #1520 from Laura Moncur's Motivational Quotations, quotationspage.com. URL consultato il 17 febbraio 2010.
  2. ^ a b c (EN) Robert Fripp in Allmusic, All Media Network.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 85665565 LCCN: n85044005