Rob Delaney

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rob Delaney nel 2012

Rob Delaney (Boston, 19 gennaio 1977) è un attore, scrittore e comico statunitense.

È ampiamente conosciuto come co-protagonista e co-sceneggiatore dello show televisivo Catastrophe, nonché per ruoli secondari in film d'azione e commedia di successo come Deadpool 2 (2018)[1], e Fast & Furious - Hobbs & Shaw (2019).[2]

Infanzia ed istruzione[modifica | modifica wikitesto]

Delaney è cresciuto a Marblehead, nel Massachusetts.[3] Ha frequentato la Tisch School of the Arts della New York University e si è laureato in teatro musicale nel 1999.[4]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Twitter[modifica | modifica wikitesto]

Delaney è arrivato per la prima volta all'attenzione del pubblico via Twitter, su cui ha iniziato a pubblicare post nel 2009.[5] Nel 2016, Delaney contava oltre 1,2 milioni di follower. Mentre altri comici erano titubanti nel condividere il loro materiale sui social media, Delaney è considerato uno dei primi a utilizzare i social media per pubblicare battute.[6] Delaney attribuisce allo scrittore e regista di commedie Graham Linehan la sua crescente popolarità dopo che Linehan ha iniziato a rispondere ai tweet di Delaney.[7]

Nel 2010, la rivista Paste ha nominato Delaney una delle dieci persone più divertenti su Twitter.[8] Nel maggio 2012, è diventato il primo comico a vincere il "Personniest Person on Twitter Award" ai The Comedy Awards ospitati da Comedy Central.[9]

Scrittore[modifica | modifica wikitesto]

Delaney ha scritto diversi articoli per Vice[10] e The Guardian.[11]

Il suo libro Rob Delaney: Mother. Wife. Sister. Human. Warrior. Falcon. Yardstick. Turban. Cabbage. è stato pubblicato da Spiegel & Grau nel novembre 2013.[12][13]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Rob Delaney e Sharon Horgan intervistati in merito a Catastrophe nel 2015

Nel dicembre 2011, la Comedy Central ha annunciato che Delaney avrebbe girato un pilota per uno spettacolo di varietà, chiamato "@RobDelaney".[14] Tuttavia, la serie non è mai stata prodotta.

Invece, Delaney è passato a scrivere e recitare insieme a Sharon Horgan in Catastrophe,[15] che ha iniziato a essere trasmesso nel Regno Unito il 19 gennaio 2015 su Channel 4. Ha debuttato negli Stati Uniti su Amazon a giugno 2015. Ora ci sono tre stagioni su Amazon e lo spettacolo è stato rinnovato per un quarto.[16] La quarta stagione si conferma la finale della serie.[17] Channel 4 ha trasmesso l'episodio conclusivo il 12 febbraio 2019, mentre Amazon ha annunciato la data di uscita negli Stati Uniti il 15 marzo dello stesso anno.[18] La serie gli è valsa la sua unica nomination agli Emmy, per "Outstanding Comedy Writing"[19]

Da quando si è trasferito nel Regno Unito nel 2014, Delaney è apparso in diversi panel britannici, tra cui Have I Got News for You, Would I Lie to You?, 8 Out of 10 Cats Does Countdown, The Big Fat Quiz of the Year e Room 101. Nel film Deadpool 2, Delaney ha interpretato Peter, un uomo di mezza età, che non ha poteri e si unisce alla X-Force di Deadpool. Come parte della promozione del film, è stato lanciato un account Twitter a nome di Peter.[20]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Delaney è un americano di origine irlandese.[21] Delaney è sposato; lui e sua moglie, Leah Delaney, hanno quattro figli, uno dei quali è morto nel gennaio 2018.[22][23] Nel febbraio 2018, Delaney ha condiviso pubblicamente che il figlio Henry era morto, all'età di due anni e mezzo, il mese prima, dopo essergli stato diagnosticato un tumore al cervello nel 2016 e aver ricevuto un ampio trattamento.[24] Il quarto figlio della coppia è nato nell'agosto 2018.[25][26] Delaney e la sua famiglia vivono a Londra.[27]

Delaney ha condiviso pubblicamente la sua esperienza con la depressione e l'alcolismo.[28][29] Nel 2002, Delaney ebbe un blackout mentre guidava ed andò con la sua auto contro un edificio di proprietà del Dipartimento dell'Acqua e dell'Energia di Los Angeles. Nell'incidente, si è rotto il polso sinistro e il braccio destro e si è tagliato entrambe le ginocchia fino all'osso. Ciò spinse Delaney a smettere di bere.[30][31]

Delaney è un socialista democratico e spesso scrive di questioni politiche. Ha detto che sceglie i candidati alla presidenza basandosi principalmente sulle loro politiche in materia di istruzione e assistenza sanitaria, ragionando: "Rendi più facile per i tuoi cittadini essere sani e intelligenti e ti salveranno in modi che non hai ancora immaginato."[32] Ha sostenuto Bernie Sanders nelle primarie democratiche del 2016 e ha votato per Hillary Clinton nelle successive elezioni generali.[33] Dopo che Donald Trump fu eletto presidente, Delaney si unì ai Socialisti Democratici d'America, alla National Association for the Advancement of Colored People e all'American Civil Liberties Union.[34]

Nel giugno 2017, Delaney ha appoggiato il Partito Laburista alle elezioni generali del Regno Unito.[35] Nel novembre 2018 ha sostenuto una petizione organizzata dal gruppo della campagna laburista Momentum che invita i parlamentari laburisti a votare contro l'accordo di recesso dell'UE che era stato negoziato dal governo di Theresa May.[36]

Delaney è stato il primo presentatore del programma CBeebies Bed Time Stories a raccontare una storia con il linguaggio Makaton,[37] che usava per comunicare con il suo defunto figlio Henry.

Nel febbraio 2019, Delaney ha appoggiato il senatore Bernie Sanders nella sua seconda campagna presidenziale.[38]

Delaney è un ateo.[39]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Deadpool 2: Full Credits Cast List, su IMDb.
  2. ^ (EN) Hobbs & Shaw Full Credits Cast List, su IMDb.
  3. ^ (EN) How 'funniest person on Twitter' Rob Delaney revived the TV romcom – The Boston Globe, su Boston Globe. URL consultato il 21 aprile 2016.
  4. ^ (EN) Rob Delaney, Rob Delaney: A Beautiful, Shimmering Red Flag, su Esquire, 5 novembre 2013. URL consultato il 5 dicembre 2014.
  5. ^ (EN) Christine Friar, Rob Delaney Talks Abortion, Comedy And That Famous Green Speedo With 'Vice', in HuffPost, 27 aprile 2012. URL consultato il 3 maggio 2012.
  6. ^ (EN) Rob Delaney, From Free Twitter Jokes to Comedic Stardom, su #TheLabNYC, 19 giugno 2013. URL consultato il 5 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 26 ottobre 2014).
  7. ^ (EN) Kris Holt, Rob Delaney to The Daily Dot: 'I had to be good at Twitter', su The Daily Dot, 4 luglio 2012. URL consultato il 5 dicembre 2014.
  8. ^ (EN) The 10 Best Comedians of 2010, in Paste Magazine, 6 dicembre 2010. URL consultato il 3 maggio 2012.
  9. ^ (EN) Rob Delaney: First comedian to win 'funniest person on Twitter', su mashable. URL consultato il 1º agosto 2012.
  10. ^ (EN) Articles by Rob Delaney, su Vice (rivista). URL consultato il 3 maggio 2012.
  11. ^ (EN) Rob Delaney Profile, su The Guardian. URL consultato il 5 dicembre 2014.
  12. ^ (EN) Matthew Gilbert, Book Review: Rob Delaney by Rob Delaney, su Boston Globe, 16 novembre 2013.
  13. ^ (EN) Kyle Ryan, Rob Delaney: Mother. Wife. Sister. Human. Warrior. Falcon. Yardstick. Turban. Cabbage., in The A.V. Club, 4 novembre 2013. URL consultato il 10 dicembre 2013.
  14. ^ (EN) Comedy Central preps Twitter show, su c21media.net, 8 dicembre 2011. URL consultato il 16 dicembre 2011.
  15. ^ (EN) Catastrophe a new C4 comedy created by Rob Delaney and Sharon Horgan, su Channel 4.
  16. ^ (EN) 'Catastrophe' renewed for seasons 3 and 4, in Entertainment Weekly's EW.com. URL consultato il 16 novembre 2016.
  17. ^ (EN) Sharon Horgan teases Carrie Fisher tribute and emotional ending in final ever episode of Catastrophe, su Radio Times. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  18. ^ (EN) Megh Wright, Catastrophe Returns to the States for Its Final Season Next Month, su Vulture, 12 febbraio 2019. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  19. ^ (EN) Rob Delaney, su Television Academy. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  20. ^ Peter W. (@PeterW_1974) on Twitter, su Twitter.
  21. ^ (EN) Irish American Bostonian Rob Delaney named the 'Funniest Person on Twitter', su IrishCentral.com, 7 maggio 2012. URL consultato il 4 gennaio 2019.
  22. ^ (EN) Kyle North, Rob Delaney explains why Phoebe Gloeckner's A Child's Life is "the North Star", su The A.V. Club, 5 novembre 2013. URL consultato il 24 ottobre 2014.
  23. ^ (EN) robdelaney, UK • Can you share this tweet with your grandfather & any stupid cousins? (Tweet), su Twitter, 22 aprile 2015. URL consultato l'11 agosto 2015.
  24. ^ (EN) Rob Delaney, su facebook.com. URL consultato il 9 febbraio 2018.
  25. ^ (EN) Rob Delaney reveals birth of fourth child months after son's death, su The Guardian, 30 dicembre 2018. URL consultato il 28 giugno 2019.
  26. ^ (EN) Rachel DeSantis, Rob Delaney Feared He Wouldn't 'Bond' with His New Baby After His 2½-Year-Old Son's Death, su People.com, 5 marzo 2019. URL consultato il 28 giugno 2019.
  27. ^ (EN) robdelaney, @markhoppus Hi Mark, I live in London now if you ever need a place to stay or just want to talk. (Tweet), su Twitter, 22 agosto 2014. URL consultato il 4 marzo 2019.
  28. ^ On Depression & Getting Help. Robdelaney.tumblr.com (February 26, 2010). Retrieved 22 May 2012.
  29. ^ (EN) Rob Delaney, Comedy, su Vice, 1º ottobre 2010. URL consultato il 5 dicembre 2014.
  30. ^ (EN) Rob Delaney, Take a Stroll... With Rob Delaney: Helping You, Helping Me, in Vice, 2011. URL consultato il 6 gennaio 2015.
  31. ^ (EN) Hadley Freeman, Rob Delaney: 'Twitter has rocketed me to a whole new level of standup', in The Guardian, 17 settembre 2012. URL consultato il 25 ottobre 2012.
  32. ^ (EN) Rob Delaney, Take a Stroll... With Rob Delaney: A Voter's Guide, in Vice, 2011. URL consultato il 28 dicembre 2016.
  33. ^ (EN) Rob Delaney, Who I'm voting for and why, su Tumblr, 2016. URL consultato il 28 dicembre 2016.
  34. ^ (EN) robdelaney, Joining/donating to/getting involved w/ @NAACP @DemSocialists @PPact @CAIRNational @ACLU & @keithellison's campaign to head DNC feels good. (Tweet), su Twitter, 11 dicembre 2016. URL consultato il 28 dicembre 2016.
  35. ^ (EN) Oliver Milne, Who are celebrities voting for in 2017 General Election? The A-Z of famous names supporting Labour, the Tories, the Lib Dems and Greens, su Daily Mirror, 8 giugno 2017. URL consultato il 14 giugno.
  36. ^ (EN) Joana Ramiro, This comedy star just supported a Momentum petition to bring down May's Brexit deal, su Left Foot Forward, 19 novembre 2018. URL consultato il 19 novembre 2018.
  37. ^ (EN) Delaney to read and sign CBeebies story, su BBC News, 13 novembre 2018. URL consultato il 19 novembre 2018.
  38. ^ rob delaney [robdelaney], I'm publicly supporting Sanders as he prepares to declare he's running just so online teens/millennials feel #safe to do so. Off the internet, ppl love his policies & he'll do great in primaries. But some ppl on here don't like him & are loud so I'm here to say nuts to that. (Tweet), su Twitter, 26 febbraio 2009. URL consultato il 20 febbraio 2019.
  39. ^ (EN) Paul Constant, Yes, a Bird Is an Animal, su The Stranger. URL consultato l'11 gennaio 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN302580655 · LCCN (ENn2013028309 · WorldCat Identities (ENlccn-n2013028309