Rob Delaney

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rob Delaney nel 2012

Rob Delaney (Boston, 19 gennaio 1977) è un attore, scrittore e comico statunitense.

È ampiamente conosciuto come co-protagonista e co-sceneggiatore dello show televisivo Catastrophe, nonché per ruoli secondari in film d'azione e commedia di successo come Deadpool 2 (2018)[1], e Fast & Furious - Hobbs & Shaw (2019).[2]

Infanzia ed istruzione[modifica | modifica wikitesto]

Delaney è cresciuto a Marblehead, nel Massachusetts.[3] Ha frequentato la Tisch School of the Arts della New York University e si è laureato in teatro musicale nel 1999.[4]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Twitter[modifica | modifica wikitesto]

Delaney è arrivato per la prima volta all'attenzione del pubblico via Twitter, su cui ha iniziato a pubblicare post nel 2009.[5] Nel 2016, Delaney contava oltre 1,2 milioni di follower. Mentre altri comici erano titubanti nel condividere il loro materiale sui social media, Delaney è considerato uno dei primi a utilizzare i social media per pubblicare battute.[6] Delaney attribuisce allo scrittore e regista di commedie Graham Linehan la sua crescente popolarità dopo che Linehan ha iniziato a rispondere ai tweet di Delaney.[7]

Nel 2010, la rivista Paste ha nominato Delaney una delle dieci persone più divertenti su Twitter.[8] Nel maggio 2012, è diventato il primo comico a vincere il "Personniest Person on Twitter Award" ai The Comedy Awards ospitati da Comedy Central.[9]

Scrittore[modifica | modifica wikitesto]

Delaney ha scritto diversi articoli per Vice[10] e The Guardian.[11]

Il suo libro Rob Delaney: Mother. Wife. Sister. Human. Warrior. Falcon. Yardstick. Turban. Cabbage. è stato pubblicato da Spiegel & Grau nel novembre 2013.[12][13]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Rob Delaney e Sharon Horgan intervistati in merito a Catastrophe nel 2015

Nel dicembre 2011, la Comedy Central ha annunciato che Delaney avrebbe girato un pilota per uno spettacolo di varietà, chiamato "@RobDelaney".[14] Tuttavia, la serie non è mai stata prodotta.

Invece, Delaney è passato a scrivere e recitare insieme a Sharon Horgan in Catastrophe,[15] che ha iniziato a essere trasmesso nel Regno Unito il 19 gennaio 2015 su Channel 4. Ha debuttato negli Stati Uniti su Amazon a giugno 2015. Ora ci sono tre stagioni su Amazon e lo spettacolo è stato rinnovato per un quarto.[16] La quarta stagione si conferma la finale della serie.[17] Channel 4 ha trasmesso l'episodio conclusivo il 12 febbraio 2019, mentre Amazon ha annunciato la data di uscita negli Stati Uniti il 15 marzo dello stesso anno.[18] La serie gli è valsa la sua unica nomination agli Emmy, per "Outstanding Comedy Writing"[19]

Da quando si è trasferito nel Regno Unito nel 2014, Delaney è apparso in diversi panel britannici, tra cui Have I Got News for You, Would I Lie to You?, 8 Out of 10 Cats Does Countdown, The Big Fat Quiz of the Year e Room 101. Nel film Deadpool 2, Delaney ha interpretato Peter, un uomo di mezza età, che non ha poteri e si unisce alla X-Force di Deadpool. Come parte della promozione del film, è stato lanciato un account Twitter a nome di Peter.[20]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Delaney è un americano di origine irlandese.[21] Delaney è sposato; lui e sua moglie, Leah Delaney, hanno quattro figli, uno dei quali è morto nel gennaio 2018.[22][23] Nel febbraio 2018, Delaney ha condiviso pubblicamente che il figlio Henry era morto, all'età di due anni e mezzo, il mese prima, dopo essergli stato diagnosticato un tumore al cervello nel 2016 e aver ricevuto un ampio trattamento.[24] Il quarto figlio della coppia è nato nell'agosto 2018.[25][26] Delaney e la sua famiglia vivono a Londra.[27]

Delaney ha condiviso pubblicamente la sua esperienza con la depressione e l'alcolismo.[28][29] Nel 2002, Delaney ebbe un blackout mentre guidava ed andò con la sua auto contro un edificio di proprietà del Dipartimento dell'Acqua e dell'Energia di Los Angeles. Nell'incidente, si è rotto il polso sinistro e il braccio destro e si è tagliato entrambe le ginocchia fino all'osso. Ciò spinse Delaney a smettere di bere.[30][31]

Delaney è un socialista democratico e spesso scrive di questioni politiche. Ha detto che sceglie i candidati alla presidenza basandosi principalmente sulle loro politiche in materia di istruzione e assistenza sanitaria, ragionando: "Rendi più facile per i tuoi cittadini essere sani e intelligenti e ti salveranno in modi che non hai ancora immaginato."[32] Ha sostenuto Bernie Sanders nelle primarie democratiche del 2016 e ha votato per Hillary Clinton nelle successive elezioni generali.[33] Dopo che Donald Trump fu eletto presidente, Delaney si unì ai Socialisti Democratici d'America, alla National Association for the Advancement of Colored People e all'American Civil Liberties Union.[34]

Nel giugno 2017, Delaney ha appoggiato il Partito Laburista alle elezioni generali del Regno Unito.[35] Nel novembre 2018 ha sostenuto una petizione organizzata dal gruppo della campagna laburista Momentum che invita i parlamentari laburisti a votare contro l'accordo di recesso dell'UE che era stato negoziato dal governo di Theresa May.[36]

Delaney è stato il primo presentatore del programma CBeebies Bed Time Stories a raccontare una storia con il linguaggio Makaton,[37] che usava per comunicare con il suo defunto figlio Henry.

Nel febbraio 2019, Delaney ha appoggiato il senatore Bernie Sanders nella sua seconda campagna presidenziale.[38]

Delaney è un ateo.[39]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Anno Titolo Ruolo Note
2007 Wild Girls Gone Se stesso
2009 Coma, Period. Dan Humford 10 episodi
2009 Outer Space Astronauts Comandante Cake
2010 This Week in Comedy Se stesso
2011 The Smoking Gun Presents: World's Dumbest Se stesso 6 episodi
2012 Key & Peele Consigliere campagna 2 episodi
2012 First Dates with Toby Harris Brad
2013 Rob Delaney Live at the Bowery Ballroom
2014 Life After Beth News Anchor
2015–2019 Catastrophe Rob Co-creatore, co-scrittore
2018 Deadpool 2 Peter[40]
2019 The Hustle Todd
2019 Rocketman Elvis Presley Deleted scene[41][42]
2019 Hobbs & Shaw Agente Loeb

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Deadpool 2 Full Credits Cast List, su IMDb.
  2. ^ (EN) Hobbs & Shaw Full Credits Cast List, su IMDb.
  3. ^ (EN) How 'funniest person on Twitter' Rob Delaney revived the TV romcom – The Boston Globe, su Boston Globe. URL consultato il 21 aprile 2016.
  4. ^ (EN) Rob Delaney, Rob Delaney: A Beautiful, Shimmering Red Flag, su Esquire, 5 novembre 2013. URL consultato il 5 dicembre 2014.
  5. ^ (EN) Christine Friar, Rob Delaney Talks Abortion, Comedy And That Famous Green Speedo With 'Vice', in HuffPost, 27 aprile 2012. URL consultato il 3 maggio 2012.
  6. ^ (EN) Rob Delaney, From Free Twitter Jokes to Comedic Stardom, su #TheLabNYC, 19 giugno 2013. URL consultato il 5 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 26 ottobre 2014).
  7. ^ (EN) Kris Holt, Rob Delaney to The Daily Dot: 'I had to be good at Twitter', su The Daily Dot, 4 luglio 2012. URL consultato il 5 dicembre 2014.
  8. ^ (EN) The 10 Best Comedians of 2010, in Paste Magazine, 6 dicembre 2010. URL consultato il 3 maggio 2012.
  9. ^ (EN) Rob Delaney: First comedian to win 'funniest person on Twitter', su mashable. URL consultato il 1º agosto 2012.
  10. ^ (EN) Articles by Rob Delaney, su Vice (rivista). URL consultato il 3 maggio 2012.
  11. ^ (EN) Rob Delaney Profile, su The Guardian. URL consultato il 5 dicembre 2014.
  12. ^ (EN) Matthew Gilbert, Book Review: Rob Delaney by Rob Delaney, su Boston Globe, 16 novembre 2013.
  13. ^ (EN) Kyle Ryan, Rob Delaney: Mother. Wife. Sister. Human. Warrior. Falcon. Yardstick. Turban. Cabbage., in The A.V. Club, 4 novembre 2013. URL consultato il 10 dicembre 2013.
  14. ^ (EN) Comedy Central preps Twitter show, su c21media.net, 8 dicembre 2011. URL consultato il 16 dicembre 2011.
  15. ^ (EN) Catastrophe a new C4 comedy created by Rob Delaney and Sharon Horgan, su Channel 4.
  16. ^ (EN) 'Catastrophe' renewed for seasons 3 and 4, in Entertainment Weekly's EW.com. URL consultato il 16 novembre 2016.
  17. ^ (EN) Sharon Horgan teases Carrie Fisher tribute and emotional ending in final ever episode of Catastrophe, su Radio Times. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  18. ^ (EN) Megh Wright, Catastrophe Returns to the States for Its Final Season Next Month, su Vulture, 12 febbraio 2019. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  19. ^ (EN) Rob Delaney, su Television Academy. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  20. ^ Peter W. (@PeterW_1974) on Twitter, su Twitter.
  21. ^ (EN) Irish American Bostonian Rob Delaney named the 'Funniest Person on Twitter', su IrishCentral.com, 7 maggio 2012. URL consultato il 4 gennaio 2019.
  22. ^ (EN) Kyle North, Rob Delaney explains why Phoebe Gloeckner's A Child's Life is "the North Star", su The A.V. Club, 5 novembre 2013. URL consultato il 24 ottobre 2014.
  23. ^ (EN) robdelaney, UK • Can you share this tweet with your grandfather & any stupid cousins? (Tweet), su Twitter, 22 aprile 2015. URL consultato l'11 agosto 2015.
  24. ^ (EN) Rob Delaney, su facebook.com. URL consultato il 9 febbraio 2018.
  25. ^ (EN) Rob Delaney reveals birth of fourth child months after son's death, su The Guardian, 30 dicembre 2018. URL consultato il 28 giugno 2019.
  26. ^ (EN) Rachel DeSantis, Rob Delaney Feared He Wouldn't 'Bond' with His New Baby After His 2½-Year-Old Son's Death, su People.com, 5 marzo 2019. URL consultato il 28 giugno 2019.
  27. ^ (EN) robdelaney, @markhoppus Hi Mark, I live in London now if you ever need a place to stay or just want to talk. (Tweet), su Twitter, 22 agosto 2014. URL consultato il 4 marzo 2019.
  28. ^ On Depression & Getting Help. Robdelaney.tumblr.com (February 26, 2010). Retrieved 22 May 2012.
  29. ^ (EN) Rob Delaney, Comedy, su Vice, 1º ottobre 2010. URL consultato il 5 dicembre 2014.
  30. ^ (EN) Rob Delaney, Take a Stroll... With Rob Delaney: Helping You, Helping Me, in Vice, 2011. URL consultato il 6 gennaio 2015.
  31. ^ (EN) Hadley Freeman, Rob Delaney: 'Twitter has rocketed me to a whole new level of standup', in The Guardian, 17 settembre 2012. URL consultato il 25 ottobre 2012.
  32. ^ (EN) Rob Delaney, Take a Stroll... With Rob Delaney: A Voter's Guide, in Vice, 2011. URL consultato il 28 dicembre 2016.
  33. ^ (EN) Rob Delaney, Who I'm voting for and why, su Tumblr, 2016. URL consultato il 28 dicembre 2016.
  34. ^ (EN) robdelaney, Joining/donating to/getting involved w/ @NAACP @DemSocialists @PPact @CAIRNational @ACLU & @keithellison's campaign to head DNC feels good. (Tweet), su Twitter, 11 dicembre 2016. URL consultato il 28 dicembre 2016.
  35. ^ (EN) Oliver Milne, Who are celebrities voting for in 2017 General Election? The A-Z of famous names supporting Labour, the Tories, the Lib Dems and Greens, su Daily Mirror, 8 giugno 2017. URL consultato il 14 giugno.
  36. ^ (EN) Joana Ramiro, This comedy star just supported a Momentum petition to bring down May's Brexit deal, su Left Foot Forward, 19 novembre 2018. URL consultato il 19 novembre 2018.
  37. ^ (EN) Delaney to read and sign CBeebies story, su BBC News, 13 novembre 2018. URL consultato il 19 novembre 2018.
  38. ^ rob delaney [robdelaney], I'm publicly supporting Sanders as he prepares to declare he's running just so online teens/millennials feel #safe to do so. Off the internet, ppl love his policies & he'll do great in primaries. But some ppl on here don't like him & are loud so I'm here to say nuts to that. (Tweet), su Twitter, 26 febbraio 2009. URL consultato il 20 febbraio 2019.
  39. ^ (EN) Paul Constant, Yes, a Bird Is an Animal, su The Stranger. URL consultato l'11 gennaio 2019.
  40. ^ Peter from Deadpool 2 Has His Own Hilarious Twitter Account, su movieweb.com, 19 aprile 2018.
  41. ^ (EN) Patrick Clarke, Rob Delaney reveals he was meant to play Elvis in 'Rocketman', su NME, 18 giugno 2018. URL consultato il 26 giugno 2019.
  42. ^ (EN) Rob Delaney’s role cut from Rocketman after actor permanently dyed hair black, su Metro, 16 giugno 2019. URL consultato il 26 giugno 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN302580655 · LCCN (ENn2013028309 · WorldCat Identities (ENlccn-n2013028309