Riz Ahmed

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Riz MC
Riz Ahmed performing at Occupy London NYE Party 2011.jpg
Riz Ahmed durante un'esibizione al Occupy London NYE Party 2011
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Genere Rap
Periodo di attività musicale 2006 – in attività
Etichetta Tru Thoughts
Album pubblicati 2
Studio 2
Sito ufficiale

Rizwan "Riz" Ahmed, conosciuto anche come Riz MC (Wembley, 1º dicembre 1982), è un attore e rapper britannico di origini pakistane.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di immigrati musulmani pakistani, Ahmed nasce a Wembley nel 1982. Durante la partizione dell'India, i suoi antenati di lingua urdu si trasferirono dall'India del Nord a Karachi, in Pakistan. Sua madre ha vissuto per molti anni a Calcutta. Ha frequentato la Merchant Taylors' School, attraverso un programma di borse di studio. Si è laureato alla Christ Church di Oxford con una laurea in filosofia, politica e economia e ha studiato recitazione alla Central School of Speech and Drama.

Cinema e televisione[modifica | modifica wikitesto]

Debutta nel 2006 nel film di Michael Winterbottom The Road to Guantanamo; nello stesso anno recita nel film televisivo 11 settembre - Tragedia annunciata. Negli anni seguenti partecipa a varie produzioni televisive, come il film TV in due parti di Channel 4 Britz, e le serie televisive Dead Set e Wired. Nel 2008 partecipa al film indipendente Shifty, per cui riceve una candidatura come miglior attore ai British Independent Film Awards 2008.

Nel 2009 viene diretto da Sally Potter in Rage, mentre nel 2010 partecipa al film satirico Four Lions e allo storico Centurion.

Nel 2011 parte del cast de Il principe del deserto di Jean-Jacques Annaud ed è protagonista de Il fondamentalista riluttante di Mira Nair. Nel 2014 recita in Lo sciacallo - Nightcrawler, al fianco di Jake Gyllenhaal. Per la sua interpretazione Ahmed ha ottenuto diversi candidature a premi, tra cui Independent Spirit Award per il miglior attore non protagonista.

Nel 2016 è protagonista, nel ruolo di Nasir "Naz" Khan, nella miniserie televisiva della HBO The Night Of - Cos'è successo quella notte?, per cui ottiene la sua prima candidatura al Golden Globe e vince il premio Emmy come miglior attore in una miniserie. Nello stesso anno fa parte del cast di Jason Bourne e di Rogue One: A Star Wars Story.

Musica[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2006 ha pubblicato un singolo rap dal titolo Post 9/11 Blues. Al brano è stato inizialmente vietato l'airplay radiofonico nel Regno Unito a causa dei testi satirici e sociali considerati "politicamente sensibili". Tra gli altri singoli che ha pubblicato vi sono Sour Times, di cui è stato realizzato un videoclip con Scroobius Pip, Plan B e Jim Sturgess, e Shifty, colonna sonora dello omonimo film eseguito in collaborazione con Sway e Plan B. Si è esibito in numerosi festival musicali, tra cui il Festival di Glastonbury, Meltdown Festival e Royal Festival Hall.

Nel 2011 ha pubblicato il suo album di debutto MICroscope. Successivamente ha firmato un contratto con l'etichetta indipendente di Brighton Tru Thoughts. Ha anche cofondato la manifestazione Hit & Run, nata a Oxford e successivamente trasferitasi a Manchester, divenuta negli anni uno degli eventi più importanti della scena musicale underground di Manchester.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Videoclip[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Gaddafi degli Asian Dub Foundation
  • Jesus Hopped the 'A' Train di Stephen Adly Guirgis
  • Prayer Room di Shan Khan

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Solista[modifica | modifica wikitesto]

Album studio[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 2006 – The Post 9/11 Blues
  • 2007 – People Like People
  • 2008 – Radar
  • 2009 – Shifty (feat. Sway & Plan B)
  • 2009 – Don't Sleep
  • 2010 – Hundreds and Thousands
  • 2010 – Get on It
  • 2011 – All of You
  • 2016 – Englistan

Con i Swet Shop Boys[modifica | modifica wikitesto]

  • 2014 – Swet Shop EP
  • 2016 – Cashmere

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN160318125 · ISNI: (EN0000 0001 2037 4921 · LCCN: (ENno2010177531 · BNF: (FRcb165189025 (data)