Riviera di Lecco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ordine di Ercole Sfondrati, conte della Riviera nel 1656

La Riviera di Lecco è stata un contado del ducato di Milano, esistito dal 1537 al 1788, attribuito a Francesco Sfondrati e ai suoi discendenti.

Formazione del feudo[modifica | modifica wikitesto]

Infeudazioni delle terre della sponda orientale del Lario si ebbero già dal XIII secolo sotto il dominio dell'arcivescovo di Milano; Giacomo Andreani nel 1271 fu reinvestito a titolo feudale dall'arcivescovo Ottone Visconti della «metà di sette parti della decima della frutta e della terza parte della giurisdizione della pieve di Dervio, nonché della metà dei sette decimi di un quarto delle decime del Monte di Varenna»; l'investitura fu riconfermata ai discendenti almeno fino al 1355.[1]

Il 18 giugno 1364 Galeazzo II Visconti fu nominato dall'arcivescovo protettore, governatore e rettore delle terre di Bellano, Dervio, Teglio, Valsassina (esclusi Taleggio e Averara), Galliate, Valsolda, Lesa e Vergante.[2] Con la riorganizzazione del territorio si ebbe la separazione dei monti dai capopieve affacciati sul lago e la loro unione alla Valsassina come Squadra dei Monti, come descritto dagli Statuti della Valsassina del 1393.

Per notizie di altri feudatari si deve arrivare alla seconda metà del XV secolo: nel 1467 i Malacrida erano indicati come feudatari di Corenno, Dervio, Varenna e Bellano;[3] nel 1469 il feudo di Mandello fu assegnato a Tomaso Tebaldi dal duca Galeazzo Maria Sforza.[4] Già nel 1472 Lorenzo da Pesaro venne investito del feudo di Varenna, Bellano, Dervio e Corenno, nonostante Varenna e Bellano avessero preteso l'approvazione di alcune richieste per giurare fedeltà al nuovo feudatario.[5]

L'unificazione del feudo delle terre della sponda orientale del lago di Como si ebbe con il conte Pietro II Dal Verme: nel 1480, dopo le nozze con Chiara Sforza, ottenne il feudo con Mandello, Bellano e Varenna e l'anno successivo si aggiunsero Dervio, Corenno e Monte Introzzo.[6] Nel 1485, alla morte del Dal Verme, il feudo fu confermato alla vedova.[4]

Creazione del contado[modifica | modifica wikitesto]

Il contado della Riviera venne istituito con atto del 23 ottobre 1537 con diploma dell'imperatore Carlo V d'Asburgo e comprendeva le terre di Mandello, Varenna, Bellano, Dervio, Corenno e Monte Introzzo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Adami, p. 44
  2. ^ E. Motta, Notai milanesi del Trecento, in Archivio Storico Lombardo, 1895, p. 375.
  3. ^ Emilio Motta, I Sanseverino feudatari di Lugano e Balerna, in Periodico della Società Storico Comense, vol. 2, 1880, p. 230.
  4. ^ a b Casanova, p. 79
  5. ^ Adami, pp. 65-67
  6. ^ Adami, p. 67

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]