Riviera delle Palme (Marche)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Riviera delle Palme
Lungomare San Benedetto del Tronto.jpg
Stati Italia Italia
Regioni Marche Marche
Mappa di localizzazione: Italia
Riviera delle Palme
Riviera delle Palme
Sito principale

Coordinate: 42°57′24.48″N 13°52′36.34″E / 42.9568°N 13.87676°E42.9568; 13.87676

Riviera delle Palme è una denominazione turistica che individua quel tratto di costa marchigiana che va da Cupra Marittima al fiume Tronto, passando per Grottammare e San Benedetto del Tronto, caratterizzato dalla presenza di migliaia di palme, in prevalenza delle specie Phoenix canariensis, Washingtonia e P. sylvestris.

Originariamente la dicitura era attribuita alla sola San Benedetto del Tronto, nella quale, tra giardini pubblici e privati e lungo i viali cittadini, si contano un totale di circa 8.000 palme di varie specie, che ne costituiscono da tempo una sorta di simbolo cittadino. L'appellativo "Riviera delle Palme" è stato assunto da un consorzio turistico nato nel 2000 che, oltre ai già citati comuni costieri, comprende anche comuni dell'immediato entroterra.

Lungomare di San Benedetto del Tronto[modifica | modifica wikitesto]

Lungomare sud San Benedetto del Tronto wide.jpg
Ingrandisci
Pista ciclabile e zona pedonale fra le palme sul lungomare sud di San Benedetto del Tronto.
Il tratto iniziale del lungomare nord di San Benedetto del Tronto

Fiore all'occhiello della Riviera è il lungomare di San Benedetto. Fu progettato dall'ingegner Luigi Onorati nel 1931 e fu inaugurato l'anno successivo; venne considerato una realizzazione spropositata per l'epoca.[1] Con il passare degli anni il progetto si estese fino ad arrivare all'attuale dimensione di circa 6 km, dalla rotonda Giorgini alla rotonda Salvo D'Acquisto a Porto D'Ascoli. Recentemente è stata avviata una grande opera di ristrutturazione e restyling dell'intero lungomare (mentre dal 2009 si è avviata analoga operazione per la storica pineta centrale, da cui muove il lungomare)[2]: per ora i lavori sono stati realizzati nel lungomare sud, con un arricchimento di verde, oasi, fontane, aree ricreative e di svago e una pista ciclabile, su progetto dell'architetto Farnush Davarpanah, realizzato con materiali pregiati.[3] Resta da rinnovare il lungomare nord, che si estende per circa 2 km e va dal "Palazzo Las Vegas" al torrente Albula. Anche il lungomare della vicina Grottammare è stato recentemente oggetto di lavori di restyling con l'ammodernamento della parte pedonale e l'aggiunta di una passeggiata con pista ciclabile che collega il litorale di Grottammare a quello di Cupra Marittima.[4]

Riqualificazione del lungomare nord di Grottammare, offre ampi spazi verdi, sedute in legno, panorama a strapiombo sul mare e ottima fruibilità.

Centro storico del mare[modifica | modifica wikitesto]

Ne fanno parte gli stabilimenti balneari della prima parte del lungomare nord, dal torrente Albula alla concessione numero 20 (inclusa la 29), e sono gli chalet storici della città costruiti intorno agli anni cinquanta e sessanta e che, per la maggior parte, hanno mantenuto caratteri tipologici di quegli anni.

Consorzio Turistico[modifica | modifica wikitesto]

Il nuovo tratto del lungomare nord di Grottammare

Costituitosi nell'anno 2000, il consorzio turistico "Riviera delle Palme" è nato come organo di informazione, promozione e valorizzazione del territorio a livello internazionale. Inizialmente costituito per la sola San Benedetto del Tronto e, successivamente per le vicine località balneari di Grottammare e Cupra Marittima, si decise di arricchire l'offerta balneare promuovendo importanti eventi culturali mettendo in risalto, accanto alla costa adriatica, anche le ricchezze dell'entroterra sambenedettese e del Piceno, con l'ingresso nel consorzio dei comuni di Offida, Monteprandone, Acquaviva Picena, Ripatransone, e, recentemente, anche del comune laziale di Accumoli (in provincia di Rieti).

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Il termine "Riviera delle Palme" è utilizzato storicamente per indicare il tratto di costa della Liguria, facente parte della Riviera Ligure di Ponente, che si estende da Varazze ad Andora, lungo tutto il territorio della Provincia di Savona. Negli anni cinquanta, in pieno boom economico e all'inizio del turismo di massa, i tour operator della provincia di Savona coniarono il termine Riviera della Palme per pubblicizzare la provincia di Savona nel florido mercato tedesco e nord europeo, in modo da distinguere questa zona della costa Ligure dalla più generica Italian Riviera (che contraddistingue la Liguria) e dalla vicina Riviera dei Fiori.


Comuni[modifica | modifica wikitesto]

Comune Popolazione ab.
(30 novembre 2016)[5]
Superficie km² Stemma
San Benedetto del Tronto 47.414 25,31 San Benedetto del Tronto-Stemma.png
Grottammare 16.137 17,66 Grottammare-Stemma.png
Monteprandone 12.622 26,38 Monteprandone-Stemma.png
Cupra Marittima 5.369 17,19 Cupra Marittima-Stemma.png
Offida 5.009 49,21 Offida-Stemma.png
Ripatransone 4.260 74,16 Ripatransone-Stemma.png
Acquaviva Picena 3.808 20,90 Acquaviva Picena-Stemma.png
Accumoli 667 87,37 Accumoli-Stemma.png

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il lungomare di San Benedetto del Tronto, sbt.it. URL consultato il 21/03/08.
  2. ^ Sulla criticità di tale intervento si veda http://www.patrimoniosos.it/rsol.php?op=getarticle&id=58203
  3. ^ Il lungomare di Porto d'Ascoli e la progettazione di quello di San Benedetto, sambenedettoggi.it. URL consultato il 21/03/08.
  4. ^ Luisa Roncarolo, La Riviera delle Palme dalla pista ciclabile, italiaconibimbi.it, 1 febbraio 2016. URL consultato l'8 arpile 2017.
  5. ^ Bilancio demografico anno 2016 (dati provvisori), Istituto nazionale di statistica. URL consultato il 6 aprile 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti[modifica | modifica wikitesto]

Marche Portale Marche: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marche