Ritratto di donna velata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il dipinto di Raffaello, vedi Ritratto di donna velata (Raffaello).
Ritratto di donna velata
Ritratto di donna velata.jpg
Fotogramma dai titoli di testa
Paese Italia
Anno 1975
Formato miniserie TV
Genere giallo, fantasy
Puntate 5 Modifica su Wikidata
Durata 60 min circa
Lingua originale italiano
Dati tecnici B/N
rapporto: 4/3
Crediti
Regia Flaminio Bollini
Sceneggiatura Gianfranco Calligarich e Paolo Levi
Interpreti e personaggi
Fotografia Massimo Sallusti
Musiche Riz Ortolani
Costumi Laura Zampacavallo
Produttore RAI
Prima visione
Dal 31 agosto 1975
Al 14 settembre 1975
Rete televisiva Programma Nazionale

Ritratto di donna velata è uno sceneggiato di genere giallo, diretto da Flaminio Bollini, con protagonisti Nino Castelnuovo e Daria Nicolodi.

Prodotto dalla RAI nel 1974 è andato in onda dal 31 agosto al 14 settembre 1975 in prima serata sul Programma Nazionale (l'odierna Rai 1) e riuscì a catturare una audience altissima, risultando uno dei programmi televisivi italiani più visti di quell'anno.

Per affinità di genere può essere accostato ad altri celebri sceneggiati gialli-fantastici prodotti dalla RAI in quel periodo quali A come Andromeda, ESP, Il fauno di marmo, Gamma e soprattutto Il segno del comando, con cui vi sono svariate similitudini.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'azione si svolge in Toscana, tra Firenze e la zona di Volterra e coinvolge un giovane pilota collaudatore, Luigi Certaldo (Nino Castelnuovo) alle prese con una misteriosa studentessa universitaria, l'enigmatica Elisa (Daria Nicolodi, all'epoca molto nota dopo il successo del film Profondo rosso) che pare essere la reincarnazione della misteriosa donna velata ritratta in un quadro del ʾ700.

Tra misteriose apparizioni, personaggi venuti dal passato, morti inspiegabili ed inquietanti coincidenze, il giovane si troverà coinvolto in un intricato mistero legato a un'urna funeraria che nasconde le indicazioni per trovare l'ingresso di una necropoli etrusca piena di tesori.

Prima puntata[modifica | modifica wikitesto]

Luigi Certaldo, pilota collaudatore rimasto sospeso dal lavoro per un incidente, malgrado l'avviso ricevuto da una telefonata misteriosa, rimane affascinato da Elisa, una misteriosa ragazza, studentessa universitaria di archeologia, conosciuta a casa di un suo amico: la porta quindi a Volterra, dove si trova la villa della famiglia Certaldo, dove attualmente vive suo cugino Alberto, in quanto la ragazza deve svolgere delle ricerche per i suoi studi: durante il viaggio d'andata, Luigi ed Elisa s'imbattono nella figura di un misterioso uomo a cavallo che si dirige verso la loro macchina per poi sparire misteriosamente; quindi, giunti a villa Certaldo, Elisa sostiene di essere già stata in quella casa.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Luoghi di ripresa[modifica | modifica wikitesto]

La scena iniziale, quando Nino Castelnuovo è appiedato con la macchina in panne e sta per incontrare il meccanico, venne girata in Via de' Pecori a Firenze, a pochi passi dal Duomo. Le scene ambientate nella spiaggia furono girate nei pressi di Castiglione della Pescaia.

Sigla[modifica | modifica wikitesto]

Nella sigla iniziale compare, come unico elemento, misterioso e vagamente inquietante nella fotografia, la famosa statuetta etrusca Ombra della sera.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione