Riserva speciale dell'Ankarana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Riserva speciale dell'Ankarana
Tsingy Ankarana Madagascar 16-07-2004.JPG
Veduta degli tsingy grigi
Tipo di areaRiserva speciale
Codice WDPA5024
Class. internaz.IUCN category IV
StatoMadagascar Madagascar
ProvinciaAntsiranana
Superficie a terra18.220 ha
Provvedimenti istitutivi1956
GestoreANGAP
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Madagascar
Riserva speciale dell'Ankarana
Riserva speciale dell'Ankarana
Sito istituzionale

Coordinate: 13°04′22″S 48°54′53″E / 13.072778°S 48.914722°E-13.072778; 48.914722

La Riserva speciale dell'Ankarana è un'area naturale protetta ubicata nel Madagascar settentrionale.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La riserva comprende un territorio di circa 18.000 ettari, ubicato circa 30 km a Nord di Ambilobe e 150 km a sud di Diego Suarez. È caratterizzata dalla presenza del massiccio dell'Ankarana, un complesso di pinnacoli rocciosi calcarei, denominati tsingy, soggetti a fenomeni di erosione da parte di una ricca rete di corsi d'acqua, in gran parte a decorso sotterraneo, che hanno dato vita ad un intricato sistema di caverne.

Flora[modifica | modifica wikitesto]

La riserva è caratterizzata da lembi di foresta decidua secca che ospitano numerose specie endemiche tra cui Pachypodium baronii, Euphorbia ankarensis, Adansonia perrieri, Hernandia voyroni, Hildegardia erythrosiphon.

Fauna[modifica | modifica wikitesto]

La riserva ospita 11 differenti specie di lemuri tra cui il microcebo di Sambirano (Microcebus sambiranensis) e il microcebo rosso settentrionale (Microcebus tavaratra), le cui uniche popolazioni note si trovano nel terrirorio della riserva[1], e inoltre il lemure di Sanford (Eulemur sanfordi), il lemure coronato (Eulemur coronatus), l'apalemure grigio (Hapalemur griseus), il microcebo murino (Microcebus murinus), il chirogaleo medio (Cheirogaleus medius), il valuvi forcifero (Phaner furcifer), il licanoto lanoso (Avahi laniger), il lepilemure settentrionale (Lepilemur septentrionalis) e l'aye aye (Daubentonia madagascariensis).
Altri mammiferi presenti sono il fossa (Cryptoprocta ferox), la mangusta dalla coda ad anelli (Galidia elegans), il potamocero (Potamochoerus larvatus), il tenrec comune (Tenrec ecaudatus), il tenrec maggiore (Setifer setosus) e il ratto degli tsingy (Eliurus antsingy). Numerose le specie di pipistrelli che popolano le caverne, tra cui la "volpe volante" (Pteropus rufus), Myotis goudoti, Hipposideros commersoni, Mormopterus jugularis Otomops madagascariensis e Triaenops menamena.
Molto ricca anche l'avifauna presente, che annovera oltre 90 specie differenti tra cui numerosi endemismi quali la mesena dal petto bianco (Mesitornis variegata), l'aquila pescatrice (Haliaeetus vociferoides), lo sparviere del Madagascar (Accipiter madagascariensis), il gheppio del Madagascar (Falco newtoni) e il gheppio fasciato (Falco zoniventris).
Tra gli anfibi si segnalano: Amphiglossus stumpffi, Mantidactylus curtus, Mantidactylus pseudoasper, Tsingymantis antitra.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rasoloarison, R.M., Goodman, S.M., and Ganzhorn, J.U., Taxonomic revision of mouse lemurs (Microcebus) in the western portions of Madagascar, in International Journal of Primatology. 200; 21(6): 963-1019.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Madagascar Portale Madagascar: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Madagascar