Riserva naturale integrale di Betampona

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Riserva naturale integrale di Betampona
Réserve naturelle intégrale de Betampona
Tipo di area Riserva naturale integrale
Codice WDPA 2310
Class. internaz. Categoria IUCN Ia: riserva naturale integrale
Stato Madagascar Madagascar
Province Provincia di Toamasina
Superficie a terra 29,18 km²
Provvedimenti istitutivi 1927
Gestore ANGAP
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Madagascar
Riserva naturale integrale di Betampona
Riserva naturale integrale di Betampona
Sito istituzionale

Coordinate: 17°53′18″S 49°13′30″E / 17.888333°S 49.225°E-17.888333; 49.225

La Riserva naturale integrale di Betampona è una area naturale protetta del Madagascar, situata in Provincia di Toamasina, istituita nel 1927.[1]

In lingua Betsimisaraka (l'etnia presente sulla costa orientale del Madagascar) Betampona vuol dire "grande collina".

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

È una riserva integrale, cioè un'area protetta indirizzata alla conservazione della biodiversità, all'interno della quale l'accesso è consentito solo per scopo di ricerca scientifica.

Si trova 40 km a nord-ovest della città di Toamasina. Occupa una superficie di 29,18 km².

Flora[modifica | modifica wikitesto]

La riserva protegge un'area di foresta pluviale in cui sono state censite 219 differenti specie arboree, 151 specie di felci, di cui 53 endemiche del Madagascar, e 25 specie di palme.[2]
Tra le specie degne di nota vi sono il ramy (Canarium madagascariense), lo zambo (Mammea bongo), la fandramanana (Aphloia theiformis), pianta dalle virtù medicinali, e la vahiatafana (Combretum sp.).

Fauna[modifica | modifica wikitesto]

La riserva ospita 11 diverse specie di lemuri tra cui l'indri (Indri indri), il sifaka diadema (Propithecus diadema), il maki lanoso (Avahi laniger), l'apalemure grigio (Hapalemur griseus), il lemure variegato (Varecia variegata), il lemure dalla fronte bianca (Eulemur albifrons), il lemure donnola (Lepilemur mustelinus), il microcebo rosso (Microcebus rufus) e il microcebo di Simmons (Microcebus simmonsi).[1]
Altri mammiferi presenti sono il fossa (Cryptoprocta ferox), la civetta malgascia (Fossa fossana), l'eupleride Salanoia concolor, il falanuk (Eupleres goudotii), la mangusta dalla coda ad anelli (Galidia elegans) e diverse specie di tenrec (Tenrec ecaudatus, Hemicentetes semispinosus, Oryzorictes hova, Setifer setosus).[1] Molto ricco il contingente dei pipistrelli in cui si annoverano: Rousettus madagascariensis, Taphozous mauritianus, Myzopoda aurita, Miniopterus gleni, Mops leucostigma, Paremballonura atrata, Mormopterus jugularis e Pipistrellus raceyi.[1]

La riserva è classificata come Important Bird Area per la presenza di numerose specie di uccelli endemici tra cui l'ibis crestato di foresta (Lophotibis cristata), lo sparviero del Madagascar (Accipiter madagascariensis), l'astore di Henst (Accipiter henstii), la mesena bruna (Mesitornis unicolor), la ghiandaia marina terricola (Brachypteracias leptosomus), la ghiandaia marina squamosa (Geobiastes squamiger), il vanga di Bernier (Oriolia bernieri), il vanga di Pollen (Xenopirostris polleni) e il vanga dall'elmo (Euryceros prevostii).[3]
Sono presenti 37 specie differenti di anfibi tra cui Aglyptodactylus madagascariensis, Anodonthyla boulengerii, Platypelis grandis, Rhombophryne coudreaui, Scaphiophryne spinosa, Boophis spp., Heterixalus spp., Gephyromantis spp., Blommersia spp., Mantella spp., Guibemantis spp., Mantidactylus spp., Plethodontohyla spp.[1][4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Betampona Strict Nature Reserve, in World Database on Protected Areas. URL consultato il 28 giugno 2013.
  2. ^ Réserve naturelle intégrale de Betampona, Madagascar National Parks. URL consultato il 28 giugno 2013 (archiviato dall'url originale il 19 febbraio 2015).
  3. ^ BirdLife International 2013, Important Bird Areas factsheet: Betampona Strict Nature Reserve, birdlife.org. URL consultato il 29 giugno 2013.
  4. ^ Andreone F, La fantastiche rane del Madagascar (PDF), in Darwin 2008; settembre-ottobre: 14-21.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]