Riserva naturale di Srebărna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Riserva naturale di Srebărna
Priroden rezervat Srebărna
Srebarna-Lake.jpg
Codice WDPA19029
Class. internaz.Categoria IUCN IV: area di conservazione di habitat/specie
StatoBulgaria Bulgaria
Superficie a terra8.92 km²
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Bulgaria
Riserva naturale di Srebărna
Riserva naturale di Srebărna

Coordinate: 44°06′52″N 27°04′41″E / 44.114444°N 27.078056°E44.114444; 27.078056

UNESCO white logo.svg Bene protetto dall'UNESCO
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Riserva naturale di Srebărna
(EN) Srebarna Nature Reserve
TipoNaturali
Criterio(x)
Pericolo1992-2003
Riconosciuto dal1983
Scheda UNESCO(EN) Scheda
(FR) Scheda

La Riserva naturale di Srebărna (in bulgaro Природен резерват Сребърна, traslitterato in Priroden rezervat Srebărna) è una riserva naturale che si trova nella parte nord-orientale della Bulgaria[1], a circa 10 km a ovest dalla città di Silistra. Comprende il lago Srebărna e si trova lungo la cosiddetta Via Pontica, una rotta migratoria fra l'Europa e l'Africa.

La riserva si estende su di un'area di 6 chilometri quadrati di zona protetta vera e propria, più altri 5,4 chilometri quadrati di zona cuscinetto. La profondità del lago varia fra 1 e 3 metri. Nella riserva si trova anche un museo che conserva esemplari imbalsamati delle specie tipiche della regione.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Benché il lago Srebărna sia stato studiato varie volte da biologi stranieri, il primo scienziato bulgaro ad interessarsi dell'area è stato Aleksi Petrov, che visitò la riserva nel 1911. Nel 1913 l'intera regione in cui si trova la riserva venne incorporato dalla Romania, per tornare alla Bulgaria solo nel 1940, anni in cui Petrov ricominciò a visitare la zona per esaminare le colonie di uccelli che nidificano qui.

Nel 1948 l'area è stata proclamata riserva naturale, dal 1975 fa parte della Convenzione di Ramsar. Nel 1983 è poi stata inserita nell'elenco dei Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO[2].

Leggende[modifica | modifica wikitesto]

Ci sono alcune leggende relative all'origine del nome del lago. Una parla di un Khan chiamato Srebrist, che morì nei dintorni del lago mentre era impegnato in una lotta impari con i peceneghi. Un'altra parla di un'imbarcazione piena d'argento (srebro in bulgaro) lungo le rive del lago.

Secondo una terza leggenda, ritenuta la più probabile, il nome deriva dai riflessi argentei sulla superficie del lago durante le notti di luna piena.

Flora[modifica | modifica wikitesto]

Dentro ed intorno al lago vi sono numerose specie acquatiche, come la cannuccia di palude. La riserva ospita 67 specie di piante, alcune delle quali in pericolo d'estinzione al di fuori dell'area del lago di Srebarna.[senza fonte]

Fauna[modifica | modifica wikitesto]

Nell'area esiste una gran varietà di fauna: 39 mammiferi, 21 rettili ed anfibi e 10 specie di pesci abitano nella riserva, che è però famosa per le 179 specie di uccelli che nidificano all'interno dei suoi confini, tra i quali il pellicano dalmata, il cigno reale, l'oca selvatica, l'anatra, il falco di palude, il pettazzurro, la cincia, le egrette e i cormorani.[senza fonte]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Srebarna Nature Reserve, in World Database on Protected Areas. URL consultato il 13 giugno 2015.
  2. ^ (EN) Srebarna Nature Reserve, su UNESCO website. URL consultato il 13 giugno 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN243879074 · GND (DE4732024-2