Riserva naturale della Macchia di Gattaceca e Macchia del Barco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Riserva naturale della Macchia di Gattaceca e Macchia del Barco
Tipo di areaRiserva naturale regionale
Codice WDPA178850
Codice EUAPEUAP1040
Class. internaz.Categoria IUCN V: paesaggio terrestre/marino protetto
StatiItalia Italia
RegioniLazio Lazio
ProvinceRoma Roma
ComuniMentana, Monterotondo e Sant'Angelo Romano
Superficie a terra996,00 ha
Provvedimenti istitutiviLR 29, 06.10.97
GestoreProvincia di Roma
Mappa Riserva naturale Macchia di Gattaceca e Macchia del Barco.png
Mappa di localizzazione
Sito istituzionale

Coordinate: 42°03′36.36″N 12°39′43.2″E / 42.0601°N 12.662°E42.0601; 12.662

immagine dall'alto del Pozzo del Merro

La riserva naturale della Macchia di Gattaceca e Macchia del Barco è un'area naturale protetta situata nei comuni di Mentana, Monterotondo e Sant'Angelo Romano, in provincia di Roma.

Flora[modifica | modifica wikitesto]

Ospita vari tipi di latifoglie, tra cui ontani, olmi e molte specie di querce.

Fauna[modifica | modifica wikitesto]

La fauna ospita molti tipi di uccelli, scoiattoli, ghiri, volpi, e numerose specie di insetti ed altri invertebrati.

Carsismo[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pozzo del Merro.

La riserva è caratterizzata da vari esempi di carsismo, molti situati nel bosco di Grotta Cerqueta, un'area di circa 30-35 ettari ed è sito su di un colle calcareo che ospita 3 doline ed una grotta carsica, la quale dà il nome al bosco.

Ma la cavità carsica di maggiore interesse è senza dubbio il Pozzo del Merro. Questa voragine è a forma d'imbuto e termina con un laghetto che, grazie al contributo di un ROV dei vigili del fuoco, sono riusciti a raggiungere i 392 m di profondità di un ipotetico fondale, perché ancora non sono riusciti a toccare il fondo. Questo rende il Pozzo del Merro il sinkhole allagato più profondo del mondo.

Area archeologica della Via Nomentum–Eretum[modifica | modifica wikitesto]

All'interno della riserva, in località Tor Mancina, è presente l’area archeologica della Via Nomentum–Eretum, che collegava Nomentum alla sabina Eretum. Gli scavi hanno riportato alla luce circa 140 metri di basolato stradale antico, i resti di una villa romana, e un sepolcreto della prima età imperiale.[1][2]

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Il parco ospita alcune manifestazioni gestite dai comuni di Mentana e Monterotondo, in particolar modo in estate.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Brocchieri D., Castelluccio P., Crucitti P., 2014. Gli Odonati della Riserva Naturale “Macchia di Gattaceca e Macchia del Barco” (Lazio) (Odonata). Bollettino della Società Entomologica Italiana, 146: 31-40.
  • Crucitti Pierangelo, Bombarda Francesca, Doglio Stefano, Emiliani Federica, Tessa Giulia, Tringali Luca, 2020. Autoecology of Salamandrina perspicillata (Savi, 1821) in a lowland site of Central Italy (Caudata, Salamandridae). Annali del Museo Civico di Storia Naturale “G. Doria” Genova, 112 (20 febbraio 2020): 263-279.
  • Crucitti P., Brocchieri D., Bubbico F., Castelluccio P., Emiliani F., Francioni G., Tringali L., 2015. Check-list di gruppi selezionati dell’entomofauna dell’area “Arcipelago Mentanese - Cornicolano” (Lazio). Boll. Soc. Entomol. Ital., 147: 3-29.
  • Crucitti P., Brocchieri D., Castelluccio P.,Pernice S., Tringali L. La riserva naturale Macchia di Gattaceca Macchia del Barco (Mentana-Monterotondo, Roma). L'Universo, anno XCVI (2016), n.5: 882-909.
  • Crucitti P., Buccedi S., Giontella M., Lettieri R., Malori M., Tringali L., 2009 - I Rettili della Riserva Naturale “Macchia di Gattaceca e Macchia del Barco” (Lazio). atti Società italiana Scienze naturali. Museo civico di Storia naturale di Milano, 150(II): 259-269.
  • Tringali L., Gianolla D., Pernice S., Crucitti P., 2017. La malacofauna terrestre e dulcacquicola (Mollusca: Gastropoda, Bivalvia) dell’area “Arcipelago Mentanese-Cornicolano” (Campagna Romana, Lazio). Alleryana, 35: 104-123.
  • Società Romana di Scienze Naturali, linee di ricerca “Progetto BioLazio” e “Struttura di zoocenosi di aree protette dell’Italia Centrale”, settore “CAMPAGNA ROMANA”: 43 pubblicazioni (1999-2020): 1-4.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'area sul sito della Città metropolitana
  2. ^ L'Area sul sito Archeomedia, su archeomedia.net. URL consultato il 2 giugno 2019 (archiviato dall'url originale il 2 giugno 2019).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]