Riserva naturale della Macchia di Gattaceca e Macchia del Barco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Riserva naturale della Macchia di Gattaceca e Macchia del Barco
Pozzo del Merro.jpg
Immagine dall'alto del Pozzo del Merro
Tipo di areaRiserva naturale regionale
Codice WDPA178850
Codice EUAPEUAP1040
Class. internaz.Categoria IUCN V: paesaggio terrestre/marino protetto
StatiItalia Italia
RegioniLazio Lazio
ProvinceRoma Roma
ComuniMentana, Monterotondo e Sant'Angelo Romano
Superficie a terra996,00 ha
Provvedimenti istitutiviLR 29, 06.10.97
GestoreProvincia di Roma
PresidenteAngelo Maria Mari
Mappa Riserva naturale Macchia di Gattaceca e Macchia del Barco.png
Mappa di localizzazione
Sito istituzionale
Coordinate: 42°03′36.36″N 12°39′43.2″E / 42.0601°N 12.662°E42.0601; 12.662

La riserva naturale della Macchia di Gattaceca e Macchia del Barco è un'area naturale protetta situata nei comuni di Mentana, Monterotondo e Sant'Angelo Romano, in provincia di Roma.

Flora[modifica | modifica wikitesto]

Ospita vari tipi di latifoglie, tra cui ontani, olmi e molte specie di querce.

Fauna[modifica | modifica wikitesto]

Molte sono le specie di uccelli presenti nella Riserva, fra cui la ghiandaia, il picchio verde, il picchio rosso maggiore e il torcicollo. Nelle zone agricole è possibile osservare l’upupa, il tordo bottaccio, il saltimpalo e la cornacchia grigia.

Da diversi anni nell'area sono presenti anche i gruccioni nel periodo riproduttivo. Tra gli Strigiformi sono presenti la civetta, l’allocco, l’assiolo e il barbagianni; la presenza di questi uccelli consente di ottenere informazioni utili dalle loro borre sulla fauna dei piccoli mammiferi presenti nell'area, predati da queste specie. Tra rapaci diurni si menzionano la poiana e il gheppio, entrambi stanziali.

Tra i mammiferi sono presenti Roditori come l'istrice, Carnivori come la volpe, il tasso e la faina e Artiodattili come il cinghiale.

Per quanto riguarda i rettili si possono citare la lucertola campestre, la lucertola muraiola, il ramarro, il biacco e il saettone.

I dati sull'entomofauna sono attualmente scarsi e concentrati su particolari gruppi tassonomici.

Carsismo[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pozzo del Merro.

La riserva è caratterizzata da vari esempi di carsismo, molti situati nel bosco di Grotta Cerqueta, un'area di circa 30-35 ettari ed è sito su di un colle calcareo che ospita 3 doline ed una grotta carsica, la quale dà il nome al bosco.

Ma la cavità carsica di maggiore interesse è senza dubbio il Pozzo del Merro, situata nel Comune di Sant'Angelo Romano. Questa voragine è a forma d'imbuto e termina con un laghetto che, grazie al contributo di un ROV dei vigili del fuoco, sono riusciti a raggiungere i 392 m di profondità di un ipotetico fondale, perché ancora non sono riusciti a toccare il fondo. Questo rende il Pozzo del Merro il sinkhole allagato più profondo del mondo.

Area archeologica della Via Nomentum–Eretum[modifica | modifica wikitesto]

All'interno della riserva, in località Tor Mancina, è presente l’area archeologica della Via Nomentum–Eretum, che collegava Nomentum alla sabina Eretum. Gli scavi hanno riportato alla luce circa 140 metri di basolato stradale antico, i resti di una villa romana, e un sepolcreto della prima età imperiale[1][2].

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Il parco ospita alcune manifestazioni gestite dai comuni di Mentana e Monterotondo, in particolar modo in estate.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Archeologia e storia della Riserva naturale della Macchia di Gattaceca e Macchia del Barco, su cittametropolitanaroma.it.
  2. ^ L'Area sul sito Archeomedia, su archeomedia.net. URL consultato il 2 giugno 2019 (archiviato dall'url originale il 2 giugno 2019).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Brocchieri D., Castelluccio P., Crucitti P., 2014. Gli Odonati della Riserva Naturale “Macchia di Gattaceca e Macchia del Barco” (Lazio) (Odonata). Bollettino della Società Entomologica Italiana, 146: 31-40.
  • Brocchieri D., Crucitti P., 2021. Biodiversità di gruppi selezionati di insetti della Campagna Romana a nord-est di Roma: analisi quantitativa. G. it. Ent., 16 (66): 231-256.
  • Crucitti Pierangelo, Bombarda Francesca, Doglio Stefano, Emiliani Federica, Tessa Giulia, Tringali Luca, 2020. Autoecology of Salamandrina perspicillata (Savi, 1821) in a lowland site of Central Italy (Caudata, Salamandridae). Annali del Museo Civico di Storia Naturale “G. Doria” Genova, 112 (20 febbraio 2020): 263-279.
  • Crucitti P., Brocchieri D., Bubbico F., Castelluccio P., Emiliani F., Francioni G., Tringali L., 2015. Check-list di gruppi selezionati dell’entomofauna dell’area “Arcipelago Mentanese - Cornicolano” (Lazio). Boll. Soc. Entomol. Ital., 147: 3-29.
  • Crucitti P., Brocchieri D., Castelluccio P.,Pernice S., Tringali L. La riserva naturale Macchia di Gattaceca Macchia del Barco (Mentana-Monterotondo, Roma). L'Universo, anno XCVI (2016), n.5: 882-909.
  • Crucitti P., Buccedi S., Giontella M., Lettieri R., Malori M., Tringali L., 2009 - I Rettili della Riserva Naturale “Macchia di Gattaceca e Macchia del Barco” (Lazio). atti Società italiana Scienze naturali. Museo civico di Storia naturale di Milano, 150(II): 259-269.
  • Crucitti P., Di Russo E., Tringali L. (con la collaborazione di Calonzi G., Calvi S., Gabrieli M., Pellecchia N., Rusconi P.) 2020. Catalogo della Collezione Vertebratologica “Benedetto Lanza” della Società Romana di Scienze Naturali (CVSRSN): Subphylum Vertebrata (Amphibia, Reptilia, Mammalia). SRSN Technical Paper, 2020: 1-50.
  • Tringali L., Calonzi G., Cipriani C., Di Russo E., Gabrieli M., Pellecchia N., Rusconi P., Crucitti P., 2021. Catalogo della Collezione Malacologica “Carlo Cavalieri” della Società Romana di Scienze Naturali (CMSRSN): phylum Mollusca (Polyplacophora - Monoplacophora - Cephalopoda - Scaphopoda - Gastropoda - Bivalvia). SRSN Technical Paper 2, 2021: 1-185.  
  • Tringali L., Gianolla D., Pernice S., Crucitti P., 2017. La malacofauna terrestre e dulcacquicola (Mollusca: Gastropoda, Bivalvia) dell’area “Arcipelago Mentanese-Cornicolano” (Campagna Romana, Lazio). Alleryana, 35: 104-123.
  • Società Romana di Scienze Naturali, linee di ricerca “Progetto BioLazio” e “Struttura di zoocenosi di aree protette dell’Italia Centrale”, settore “CAMPAGNA ROMANA”: 51 pubblicazioni (1999-2021): 1-6

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]