Rinaldo II di Borgogna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rinaldo II
Conte di Borgogna
In carica 1087 –
1101
Predecessore Guglielmo I
Successore Guglielmo II e Stefano I
Nome completo Renaud de Bourgogne
Nascita 1056 circa
Morte 1101
Sepoltura Antiochia
Dinastia Anscarici
Padre Guglielmo I
Madre Stefania di Borgogna
Coniuge Regina d'Oltingen
Figli Guglielmo
Religione cattolica

Rinaldo II di Borgogna, in francese Renaud II de Bourgogne (1056 circa – 1101), fu conte di Mâcon dal 1078 al 1087 e conte di Borgogna dal 1087, alla sua morte.

Origine[modifica | modifica wikitesto]

Rinaldo, secondo il documento n° 3614 del Recueil des chartes de l'abbaye de Cluny. Tome 4 era figlio del conte di Borgogna, conte di Mâcon e conte di Vienne, Guglielmo I, detto il Grande o l'Ardito[1] (10201087), e di Stefania di Borgogna (ca. 1035 – dopo il 1088), di cui non si conoscono con esattezza gli ascendenti[2]:

Franca Contea-
Conti di Borgogna Anscarici
Blason Bourgogne-comté ancien(aigle).svg
Ottone I Guglielmo
Rinaldo I
Guglielmo I
Rinaldo II
Stefano I
Guglielmo II
Guglielmo III
Figli
Rinaldo III
Guglielmo IV
Figli
  • Stefano
  • Gerardo
  • Malaspina, illegittimo
Beatrice

Guglielmo I di Borgogna, secondo il monaco e cronista normanno Guglielmo di Jumièges, autore della sua Historiæ Normannorum Scriptores Antiqui, era il figlio primogenito del Conte di Borgogna, Rinaldo I e di Adelaide o Alice di Normandia[3], che, ancora secondo Guglielmo di Jumièges, era la figlia del quarto signore della Normandia e il secondo a ottenere il titolo formale di Duca di Normandia, Riccardo II e di Giuditta di Bretagna[3] che, secondo ancora Guglielmo di Jumièges era la sorella di Goffredo I di Bretagna[3], quindi era figlia del conte di Rennes e duca di Bretagna, Conan I il Torto e della moglie, Ermengarda d'Angiò (come ci viene confermato dal monaco Rodolfo il Glabro, uno dei maggiori cronisti d'età medievale[4]), figlia del terzo Conte di Angiò, Goffredo I Grisengonelle e di Adele di Vermandois (ca. 950 - † 974), figlia di Roberto di Vermandois, conte di Meaux e di Troyes. I genitori di guglielmo, Alice e Rinaldo vengono ricordati anche dal monaco e cronista inglese, Orderico Vitale, in cui ricorda anche che Alice era la zia di Guglielmo il Conquistatore[5]. Secondo le Europäische Stammtafeln[6], vol II, cap. 59 (non consultate), Rinaldo di Borgogna risulta sposato con Giuditta, per cui si presume che Alice oltre che Adelaide fosse citata anche come Giuditta[7].
Rinaldo era il fratello di Guido di Borgogna (1050-1124), futuro papa con il nome di Callisto II e di Raimondo di Borgogna (circa 10621107), futuro conte di Galizia e di Coimbra e futuro padre del re Alfonso VII di Castiglia che sarà detto l'imperatore di Spagna.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

contea di Borgogna (approssimativamente l'odierna Franca Contea).

Nel 1078, ricevette dal padre la contea di Macon[8]; nel documento su citato n° 3614 del Recueil des chartes de l'abbaye de Cluny. Tome 4, datato 1086, Rinaldo si definisce conte di Macon (Rainaldus comes Matisconensis)[1].

Si sposò, prima del 1085, con la contessa Regina d'Oltingen, figlia ed erede di Conone conte di Oltingen (contea della regione di Basilea, nell'attuale Svizzera tedesca).

Nel 1087, alla morte del padre, Rinaldo gli succedette nel titolo di conte di Borgogna, lasciando il titolo di conte di Mâcon al fratello Stefano[9].

Il fratello, Guido di Borgogna (1050-1124), che, nel 1085, era stato nominato amministratore dell'Arcivescovato di Besançon[10], nel 1088, secondo Orderico Vitale, divenne arcivescovo di Vienne[11], intervenendo a favore del papa nella lotta delle Investiture e che, nel 1119 fu eletto papa (il 160º) con il nome di Callisto II[11].

Rinaldo resse la contea in un periodo reso molto delicato a seguito della controversia, nota come Lotta per le investiture, sorta tra papa Gregorio VII e l'imperatore del Sacro Romano Impero Enrico IV, che era anche re di Arles o delle due Borgogne, a cui Rinaldo si mantenne leale.

Rinaldo rispose alla chiamata di papa Urbano II e partì con i nobili della prima crociata (1096-1099), ma, non si sa esattamente quando arrivò in Anatolia (secondo il cronachista della Prima Crociata, Alberto di Aquisgrana, canonico e custode della chiesa di Aquisgrana, Rinaldo, quando partì, lascio come reggente della contea il fratello Stefano[12]) e sempre secondo Alberto di Aquisgrana Rinaldo, nel 1101, si stava recando in Terra Santa, con Guelfo di Baviera, quando morì nei pressi di Antiochia, dove venne sepolto[12].
Gli succedette l'unico figlio Guglielmo il Tedesco, che divise i titoli di conte di Borgogna e conte di Mâcon, con lo zio Stefano e poi con il cugino Rinaldo III di Borgogna.

Matrimonio e discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Prima del 1085, Rinaldo aveva sposato Regina d'Oltingen (? - dopo il 1107), come risulta dal documento n° 30 de LE CARTULAIRE DE MARCIGNY-SUR-LOIRE: 1045-1144[13], mentre nel documento n° 102 sempre de LE CARTULAIRE DE MARCIGNY-SUR-LOIRE: 1045-1144 viene citata col nome di Cuniza[14], figlia di Conone conte di Oltingen e separata dal marito prima del 1088, come risulta dal documento n° 30 bis ancora de LE CARTULAIRE DE MARCIGNY-SUR-LOIRE: 1045-1144[13] e che, secondo il documento n° 3862 del Recueil des chartes de l'abbaye de Cluny. Tome 5 era ancora in vita nel 1107[15].
Rinaldo II e Regina ebbero un unico figlio[8][16]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti primarie[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura storiografica[modifica | modifica wikitesto]

  • William B. Stevenson, "La prima crociata", cap. XX, vol. IV (La riforma della chiesa e la lotta fra papi e imperatori) della Storia del Mondo Medievale, 1999, pp. 718–756.
  • Paul Fournier, "Il regno di Borgogna o d'Arles dal XI al XV secolo", cap. XI, vol. VII (L'autunno del Medioevo e la nascita del mondo moderno) della Storia del Mondo Medievale, 1999, pp. 383–410.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Conte di Borgogna Successore
Guglielmo I 1087–1097 Guglielmo II e Stefano I
Predecessore Conte di Mâcon Successore
Guglielmo I 1078–1087 Stefano I