Rifugio Morelli-Buzzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rifugio Morelli-Buzzi
Ubicazione
StatoItalia Italia
Altitudine2 351 m s.l.m.
LocalitàValdieri
CatenaAlpi Marittime
Coordinate44°11′28.14″N 7°18′47.03″E / 44.191151°N 7.313064°E44.191151; 7.313064Coordinate: 44°11′28.14″N 7°18′47.03″E / 44.191151°N 7.313064°E44.191151; 7.313064
Dati generali
Inaugurazione1931
ProprietàC.A.I. sez. Cuneo
GestionePaolo Giraudo
Periodo di aperturaDal 15 giugno al 15 settembre, in altri periodi su richiesta
Capienza30 (+8 locale invernale) posti letto
Locale invernale8 posti
Mappa di localizzazione
Sito internet

Il rifugio Morelli-Buzzi è un rifugio alpino situato nella catena delle Alpi Marittime nel comune di Valdieri (CN), a 2.351 metri di altitudine. Sorge nel Vallone di Lourousa, diramazione laterale della valle Gesso della Valletta.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il rifugio fu costruito nel 1931 dalla sezione di Cuneo del CAI, già nella sua forma attuale. Fu restaurato nel 1968 ed una seconda volta nel 2000.

Caratteristiche e informazioni[modifica | modifica wikitesto]

Sorge nella parte alta del vallone di Lourousa, diramazione laterale della valle Gesso della Valletta, ai piedi della parete nord-est del monte Stella.

È una struttura in muratura di pietrame a due piani, appoggiata su un promontorio roccioso rinforzato da un alto muro di contenimento in pietrame a secco. Dispone di 38 posti letto (compreso il locale invernale). Il rifugio è gestito da metà giugno a metà settembre, ed offre servizio di ristorazione.

Dispone di acqua corrente interna ed esterna, impianto elettrico, riscaldamento, servizi igienici e doccia.

Il locale invernale offre 8 posti letto e dispone di materassi e coperte.

Accessi[modifica | modifica wikitesto]

È raggiungibile sia dalla frazione Terme di Valdieri, risalendo il Vallone di Lourousa con il sentiero N8, sia dal rifugio Genova-Figari, salendo al colle del Chiapous con il sentiero M9. Il percorso dalle Terme di Valdieri richiede circa 3 ore.

Si può raggiungere anche in inverno, partendo però dalla frazione Tetti Gaina, con un percorso di circa 8 ore.

Ascensioni[modifica | modifica wikitesto]

Traversate[modifica | modifica wikitesto]

  • al rifugio Genova-Figari per il colle del Chiapous
  • al bivacco del Baus per il colle del Chiapous ed il passo del Porco
  • al bivacco Costi-Falchero per il passaggio del Punto Nodale
  • al bivacco Varrone

Il rifugio si trova sul percorso della Grande Traversata delle Alpi, sulla tappa che unisce il rifugio Genova-Figari alle Terme di Valdieri.[1]

Si trova inoltre sull'itinerario rosso della Via Alpina, e costituisce un punto di sosta tra le tappe R142 (dal rifugio Questa al rifugio Morelli-Buzzi) e R143 (dal rifugio Morelli Buzzi al rifugio Soria Ellena).[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Provincia di Cuneo - GTA - dal rifugio Genova alle Terme di Valdieri, su montagna.provincia.cuneo.it. URL consultato il 4 marzo 2009 (archiviato dall'url originale il 4 dicembre 2009).
  2. ^ Via Alpina - percorso rosso: tappa R142 e tappa R143

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]