Ridge Racer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ridge Racer
videogioco
Ridge racer.jpg
Immagine di Ridge Racer
PiattaformaArcade, PlayStation, Telefono cellulare, Zeebo
Data di pubblicazioneArcade:
Giappone 30 ottobre 1993
Flags of Canada and the United States.svg 1º dicembre 1993
Zona PAL 26 aprile 1994
PlayStation:
Giappone 3 dicembre 1994
Flags of Canada and the United States.svg 9 settembre 1995
Zona PAL 29 settembre 1995
GenereSimulatore di guida
SviluppoNamco
PubblicazioneNamco, Sony Computer Entertainment Europe
SerieRidge Racer
Modalità di giocoGiocatore singolo
Periferiche di inputDualShock, neGcon
SupportoCD-ROM, download
Fascia di etàELSPA: 3+
ESRB: K-A
Seguito daRidge Racer 2
Specifiche arcade
CPUNamco System 22
1x Motorola 68020 @ 24.576 MHz
2x Texas Instruments
TMS32025 @ 49.152 MHz
Processore audio1x C352 @ 16.384 MHz
SchermoOrizzontale
Risoluzione640 x 480 pixel, 32768 colori
Periferica di inputSterzo, tre pedali

Ridge Racer (リッジレーサー Rijji Rēsā?) è un videogioco arcade del 1993 sviluppato da Namco ed è il primo capitolo dell'omonima serie di simulatori di guida che ha ricevuto nell'anno successivo una conversione come titolo di lancio per la PlayStation[1] distribuita in Europa da Sony Computer Entertainment Europe.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Ridge Racer è un simulatore di guida arcade simile a Daytona USA in cui è possibile controllare una delle tredici macchine del gioco lungo un circuito che può essere anche percorso in senso inverso.[2][3][4] Il videogioco introduce anche il drifting rimosso nelle più recenti incarnazioni della serie.[5] Il giocatore controlla una vettura di colore rosso appartenente all'inesistente scuderia Team F/A (riferimento a Fighter & Attacker della stessa Namco) che affronta le squadre avversarie i cui nomi sono ispirati ai videogiochi arcade quali Gaplus, Dig Dug, Mappy e Rally-X.[6]

Da un punto di vista della giocabilità Ridge Racer è l'antìtesi della simulazione da corsa per eccellenza non per niente tutti i videogiochi di guida 3D che vennero in seguito si possono suddividere in due categorie i simulatori realistici alla Gran Turismo e le guide sportive e disimpegnate alla Ridge Racer. L'irrealismo fisico e dinamico del titolo Namco è evidente sin dalla prima partita infatti colpisce subito la sbandata controllata che sfida letteralmente ogni reale legge fisica e proprio per la sua irrealisticità riesce a divertire il giocatore.
In poche parole Namco concepì questo arcade come una spensierata corsa urbana in cui non si ha la minima pretesa di simulare alla perfezione il reale comportamento fisico dell'automobile. Un altro aspetto della giocabilità di Ridge Racer che invogliava il videogiocatore era la sensazione di velocità che si provava mentre si era alla guida della propria auto virtuale. Nessun altro gioco prima di esso era stato in grado di dare una così realistica illusione dell'alta velocità e ciò è dovuto ad uno scrolling fluido e sempre costante a 60 FPS anche nelle situazioni di gioco più concitate. Altre caratteristiche tipiche di questo videogioco e dei suoi sequel sono le musiche di sottofondo composte da mix di techno, rave, jungle e dance e la voce che commenta le nostre prestazioni di guida durante il gioco.

Conversioni[modifica | modifica wikitesto]

Ridge Racer venne convertito per PlayStation dallo stesso team di sviluppo della versione arcade nel 1994 in occasione del lancio della console Sony in Giappone.[7]

La potenza 3D della console garantiva un porting molto fedele all'originale arcade da sala anche se la versione casalinga presentava texture a minore risoluzione, scrolling meno fluido (30 FPS), scelta più vasta di automobili e possibilità di cambio visuale ma per il resto il titolo era uguale in tutto e per tutto a quello della sala giochi. Dopo questa conversione le successive versioni arcade e le successive versioni per console seguirono due strade differenti con l'unica eccezione di Ridge Racer V.[senza fonte]

Specifiche tecniche della versione arcade[modifica | modifica wikitesto]

  • Processori:
    • Processore Principale: Motorola 68020 32-bit (@ 24.576 MHz)
    • Processore Sonoro: M37702 16-bit (@ 16.384 MHz)
    • Processori 3D: 2 x TMS320C25 (@ 49.152 MHz)
    • Chip Audio: Namco C352 PCM wavetable 32 channels stereo (@ 16.384 MHz)
  • Schermo:
    • Orientamento dello schermo: Orizzontale
    • Risoluzione video: 640 x 480 pixels
    • Rapporto Immagine: 4/3
    • Frequenza aggiornamento video: 60.00 Hz
    • Colori palette: 32768
  • Gameplay:
    • Controllo: sterzo, acceleratore, freno, frizione, cambio marcia

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Mike Minotti, Remembering the PlayStation's mediocre launch lineup 20 years later, su VentureBeat, 9 settembre 2015.
  2. ^ (EN) Cam Shea, The Original Ridge Racer: A PlayStation Launch Classic, su IGN, 23 giugno 2015.
  3. ^ (EN) Ridge Racer, su IGN, 26 novembre 1996.
  4. ^ (EN) The Greatest Gameplay of All-Time: Part 1, su IGN, 9 aprile 2009.
  5. ^ (EN) Lance Carter, Ridge Racer (PDF), su History of Racing Games, The history of racing games, gennaio 2011.
  6. ^ (EN) Ridge Racer/Getting Started, su StrategyWiki.
  7. ^ (EN) Richard Leadbetter, 20 years of PlayStation: the Ridge Racer revolution, su Eurogamer.net, 3 dicembre 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]