Rickenbacker 4001

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rickenbacker 4001
[[File:Rickenbacker 4001.jpg|frameless|center|260x480px]]
Produttore Rickenbacker
Periodo 19611981[1]
Caratteristiche tecniche
Tipo del body Solid body
Unione del manico Bound o acero unbound (modello 4001S)
Legni
Body Acero
Manico Acero e Noce
Tastiera Ebano o Palissandro
Hardware
Ponte Fisso
Pick-up 2 single coil/horseshoe (ferro di cavallo – soprannome dovuto alla sua forma))
Colori disponibili
Autumnglo, Fireglo, Jetglo, Mapleglo, Burgundyglo, Azureglo, Walnut

Il Rickenbacker 4001 è un basso elettrico prodotto dalla Rickenbacker come modello "deluxe" del 4000 tra il 1961 e il 1981, anno in cui è stato sostituito dal nuovo modello 4003. Ci sono differenti modelli del 4001: il 4001, il 4001S, il 4001LH, il 1999 (modello europeo), il 4001V63 (riedizione) e il 4001C64S C Series Recreation. È divenuto famoso per essere stato utilizzato spesso da Chris Squire degli Yes e da Paul McCartney dei Beatles.

Lo strumento[modifica | modifica wikitesto]

Costruzione[modifica | modifica wikitesto]

Questo strumento dalle originali fattezze, con il tipico design a forma di "cresta d'onda" come il vecchio modello 4000, è realizzato con il manico costruito con la tecnica neck-thru, il corpo in legno massiccio, i tipici segna-tasti triangolari, doppio truss rod, massiccio ponte-blocca-corde in fusione, due pickup single coil di cui uno normale e l'altro a forma di ferro di cavallo (detto "horse-shoe"), due volumi, due toni, un selettore[2] e il cablaggio per il Ric-O-Sound (standard nei modelli post-1971)[2]. Sono stati prodotti modelli a sei corde e in scala minore (da 30,5 in – pari a 77,47 cm – anziché i classici 34 in – pari a 86,36 cm)[2].

Il modello 4001S (come anche il modello 1999) varia gli intarsi dei tasti e la costruzione del manico[2]. Il Rickenbacker 4003, che ha sostituito il 4001, si differenzia principalmente per il sistema di truss rod, mentre per le altre caratteristiche i due strumenti sono simili.

Anche il manico si presenta molto originale, per il colore marrone-rosso della tastiera, fornito dall'esclusivo palissandro del Madagascar e (in alcune versioni) dai classici intarsi Rickenbacker di forma triangolare.

Il suono e i pick-up[modifica | modifica wikitesto]

Il Rickenbacker 4001 si è sempre distinto per il suo suono deciso e per il notevole sustain. In particolare usato con il pick-up al ponte risulta molto adatto per i generi rock, mentre il pick-up al manico rende un suono caldo e piuttosto "acustico" (tipo contrabbasso). L'insieme dei due fornisce un timbro corposo e di grande riempimento, con note basse dal ruggente suono distorto e metallico e dalle note alte piene e ben definite.

Molte versioni posseggono anche il doppio jack di uscita per il collegamento stereo dello strumento. Ciò consente di avere un suono incredibilmente ben definito e potente convogliando i bassi ad un amplificatore per basso, mentre i suoni alti ad un amplificatore per chitarra acustica. Le produzioni Rickenbacker, anche per questo strumento, possono essere distinte per periodi, nei quali sono stati montati diversi tipi di pickups:

  • In origine (e nelle ri-edizioni dello strumento) montava al ponte un pickup dall'originale forma (e timbro), denominato horseshoe per la sua forma avvolgente e prodotto non oltre gli anni sessanta (che richiama appunto alla forma a ferro-di-cavallo) intorno alle corde. Al manico invece montava un pickup denominato toaster per il suo look che ricorda il lato superiore del tostapane.
  • Successivamente entrambi i pick-up furono sostituiti dai cosiddetti hi-gain, caratterizzati da un volume di uscita più alto.

Molti cultori continuano comunque a preferire le versioni con pick-up vintage in contrapposizione agli hi-gain.

Celebri utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

John Deacon storico bassista dei Queen possedeva un Rickenbacker 4001 ma non lo utilizzò mai perché, stando a quanto egli stesso affermò, non riusciva ad ottenere un suono abbastanza caldo.[26]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Rickenbacker 4001, rickbeat.com.
  2. ^ a b c d (EN) Rickenbacker 4001 Bass Guitar, Vintage Guitar.
  3. ^ Filmato audio(EN) Chris Squire "Star Licks" Interview, su YouTube.
  4. ^ (EN) The Beatles and their Rickenbacker guitars, rickbeat.com.
  5. ^ (EN) Pete's Gear: Pete Townshend Guitar Equipment History, thewho.net.
  6. ^ (EN) Bass Player Magazine, novembre 2009, p. 34.
  7. ^ Mike Rutherford and doubleneck, Flickr.
  8. ^ (EN) Reference for Simon Gallup, su Search.com.
  9. ^ (EN) Rickenbacker Forums, rickenbacker.com.
  10. ^ (EN) Kevin Lock, The Jam Information Pages, thejam.org.uk.
  11. ^ (EN) The Co-operative presents the British Music Experience, britishmusicexperience.com.
  12. ^ Reverb Magazine, ottobre 2009, p. 17.
  13. ^ (EN) Artists Playing Rickenbacker Basses, rickresource.com.
  14. ^ Helvetegyt, Immagine di Cliff Burton (JPG), su Photobucket.
  15. ^ (EN) The Grand Classification of Rock Bassists, pitofdespair.com.
  16. ^ (EN) Lemmy Kilmister Guitars, celebrityrockstarguitars.com.
  17. ^ Immagine (JPG), su uulyrics.com.
  18. ^ (EN) Dawk Sound Limited – Rainbow / Ritchie Blackmore, dawksound.com.
  19. ^ (EN) Ed Roman Guitars, Rickenbacker Guitars.
  20. ^ (ES) Guitarras y bajos Rickenbacker, Taringa!.
  21. ^ Sal Maida: Bass Player with Sparks, Milk'n'Cookies and Roxy Music, graphikdesigns.free.fr.
  22. ^ (EN) ROLLERCOASTER The movie – The motion picture featuring Sparks live performance at Magic Mountain in 1976, graphikdesigns.free.fr.
  23. ^ Sparks Martin Gordon bass player on "Kimono My House" album, graphikdesigns.free.fr.
  24. ^ Sparks "Kimono My House" album – Studio sessions, graphikdesigns.free.fr.
  25. ^ littlevegasandthefuzzparade, Death from above (JPG), su Photobucket, 1979.
  26. ^ Pickup Precision per un suono caldo e vintage, forum.megabass.it.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]