Richard Montague

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Richard Merett Montague (Stockton, 20 settembre 1930Los Angeles, 7 marzo 1971) è stato un matematico e filosofo statunitense.

La sua semantica modellistica è stato uno dei primi tentativi di approccio al linguaggio naturale con gli strumenti della logica.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Montague nel 1950 si laureò in filosofia, nel 1953 conseguì un master in matematica ed infine, nel 1957, conseguì un dottorato in filosofia. Tutti gli studi citati vennero effettuati presso l'Università della California, Berkeley. Fu uno degli allievi del noto matematico e filosofo Alfred Tarski.

Morì strangolato da sconosciuti presso la sua dimora.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • English as a Formal Language In Bruno Visentini (a cura di), Linguaggi nella società e nella Tecnica. Edizioni di Communità 1970, pp. 188-221.
  • Pragmatics and Intentional Logic, in "Synthese", 22, 1970, pp. 68-94.
  • Universal Grammar, in "Theoria", 36, 1870, pp. 373-98.
  • The Proper Treatment of Quantification in Ordinary English, in In Patrick Suppes, Julius Moravcsik & Jaakko Hintikka (a cura di), Approaches to Natural Language. Dordrecht, Reidel 1973, pp. 221--242.
  • Donald Kalish, Richard Montague, Logic: Techniques of Formal Reasoning. Harcourt, Brace, and Jovanovich, 1964.
  • Formal Philosophy: Selected Papers of Richard Montague, a cura e con un'introduzione di Richmond H. Thomason, New Haven, Yale University Press, 1974 (ristampa di 9 articoli, tra cui quelli citati).
Controllo di autoritàVIAF: (EN61639959 · ISNI: (EN0000 0001 1065 5877 · LCCN: (ENn79091375 · GND: (DE118583565 · BNF: (FRcb124356160 (data) · NLA: (EN35359262