Riccardo Pozzo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Riccardo Pozzo

Riccardo Pozzo (Milano, 7 giugno 1959) è un filosofo, storico della filosofia e accademico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureatosi in filosofia all'Università Statale di Milano nel 1983, è stato allievo di Mario Dal Pra, Wilhelm Risse e Norbert Hinske. Riceve il dottorato nel 1988 all'Universität des Saarlandes e la libera docenza nel 1995 all'Università di Treviri. Nel 1996 è nominato professore di "Kant and Hegel" alla Catholic University of America a Washington. Nel 2002 si trasferisce alla cattedra di Storia della filosofia dell'Università di Verona. Nel 2009 succede a Tullio Gregory alla direzione dell'Istituto per il Lessico Intellettuale Europeo e Storia delle Idee - CNR a Roma. Nel 2012 diventa direttore del Dipartimento Scienze Umane e sociali - Patrimonio Culturale - CNR.

Nel 2008 diventa ambasciatore scientifico per l'Italia della Alexander von Humboldt-Stiftung e viene eletto nel comitato direttivo della Fédération Internationale des Sociétés de Philosophie, dove rappresenta la Società Filosofica Italiana. Nel 2012 entra nel Core Group dello Standing Committee for Humanities della European Science Foundation. Nel 2012 viene eletto all'Institut International de Philosophie.

Storico della filosofia e autore di ricerche sull'aristotelismo, la logica dal Rinascimento a Kant e Hegel, la filosofia del XX secolo, la storia delle idee e la storia delle università.

Ha lavorato in prospettiva interculturale per la FISP e in prospettiva interdisciplinare per l'Istituto per il Lessico Intellettuale Europeo e Storia delle Idee occupandosi del ruolo svolto dalla storia della terminologia di cultura per la formazione dell'identità intellettuale europea. L'oggetto della filosofia sono i testi, e l'ambito “intellettuale” è il linguaggio, con la conseguenza che di quest'ambito più ampio la storia della filosofia non è più il modello, come voleva l'idealismo, ma solo una provincia. L'obiettivo è creare strumenti per una più rigorosa lettura storica dei testi filosofici e documenti del costituirsi del patrimonio della cultura europea. Specifica caratteristica dell'ILIESI è il ricorso a metodologie informatiche per la documentazione e il trattamento dei dati linguistici e testuali in francese, greco antico, inglese, italiano, latino, spagnolo e tedesco per produrre studi e testi critici, banche dati terminologiche, spogli lessicali, concordanze e lessici d'autore o di un'epoca [1].

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Hegel: Introductio in Philosophiam, Firenze, La Nuova Italia, 1989, 269 p.
  • Kant und das Problem einer Einleitung in die Logik, Frankfurt, Lang, 1989, 245 p.
    • El giro kantiano, trad. a cura di Jorge Pérez de Tudela, Madrid, Ediciones Akal, 1998, 64 p.
  • Georg Friedrich Meiers Vernunftlehre, Stuttgart-Bad Cannstatt, Frommann-Holzboog, 2000, 336 p.
  • Adversus Ramistas. Kontroversen über die Natur der Logik am Ende der Renaissance, Basel, Schwabe, 2012, 259 p.

Altre pubblicazioni significative

  • “Kant within the Tradition of Modern Logic”, Review of Metaphysics 52 (1998), 295-310.
  • “Res considerata and modus considerandi rem”, Medioevo 24 (1998), 251-267.
  • “The Philosophical Works by Antonio Rosmini in English Translation”, American Catholic Philosophical Quarterly 73 (Autumn 1999), 609-637.
  • “Kant's Streit der Fakultäten and Conditions at Königsberg”, History of Universities 16 (2000), 96-128.
  • “Dall'intellectus purus alla reine Vernunft”, Giornale critico della filosofia italiana 80 [82] (2001), 231-245.
  • (coautore Michael Oberhausen), “The Place of Science at Kant's University”, History of Science 40 (2002), 353-68.
  • “Ramus and Other Renaissance Philosophers on Subjectivity”, Topoi 22 (2002), 5-13.
  • Georg Friedrich Meier, Immanuel Kant und die friderizianische Universitätspolitik”, Jahrbuch für Universitätsgeschichte 7 (2004), 147-167.
  • “Prejudices and Horizons”, Journal of the History of Philosophy 43 (2005), 185-202.
  • “The Epistemic Standpoint from Kant to Hegel”, Internationale Zeitschrift für Philosophie 16 (2007), 52-66.
  • “Cornelius Martini sull'oggetto della metafisica”, Medioevo 24 (2009), 305-314.
  • “L'ontologia nei manuali di metafisica della Aufklärung”, Quaestio 9 (2009), 177-193.
  • “Schiavitù attiva, proprietà intellettuale e diritti umani”, Intersezioni 30 (2010), 145-153.
  • “Generi letterari: Programmschriften filosofiche nella Germania della Aufklärung,” Quaestio: The Yearbook for the History of Metaphyics 11 (2012), 111-130 p.

Traduzioni e curatele editoriali

  • Zur Rekonstruktion der praktischen Philosophie, a cura di Karl-Otto Apel e Riccardo Pozzo, Stuttgart-Bad Cannstatt, Frommann-Holzboog, 1990, 620 p.
  • Kant-Index. Bd. 6: Stellenindex und Konkordanz zur ‘Logik Pölitz', coautori Norbert Hinske con Terry Boswell, Heinrich-P. Delfosse e Riccardo Pozzo, Stuttgart-Bad Cannstatt, Frommann-Holzboog, 1995, 685 p.
  • Vorlesungsverzeichnisse der Universität Königsberg (1720-1804), a cura di Michael Oberhausen e Riccardo Pozzo, Stuttgart-Bad Cannstatt, Frommann-Holzboog, 1999, 778 p.
  • The Impact of Aristotelianism on Modern Philosophy, a cura di Riccardo Pozzo, Washington, D.C., The Catholic University of America Press, 2004, 336 p.
  • Kant-Index Ergänzungsband: Stellenindex und Auswahlkonkordanz zu Georg Friedrich Meiers ‘Vernunftlehre', coautori Heinrich P. Delfosse, Riccardo Pozzo e Clemens Schwaiger, Stuttgart-Bad Cannstatt, Frommann-Holzboog, 2005, 632 p.
  • Identità nazionale, valori universali e storia della filosofia tra Settecento e primo Novecento, a cura di Gregorio Piaia e Riccardo Pozzo, Padova, CLEUP, 2008, 281 p.
  • Eine Typologie der Formen der Begriffsgeschichte, a cura di Riccardo Pozzo e Marco Sgarbi, Archiv für Begriffsgeschichte Sonderhefte 7 (2010), 199 p.
  • “Philosophical Academic Programs of the German Enlightenment: A Literary Genre Recontextualized”, ed. Seung-Kee-Lee, Riccardo Pozzo, and Marco Sgarbi, Forschungen und Materialien zur Universitätsgeschichte, sect. 1, vol. 4 (Stuttgart-Bad Cannstatt: Frommann-Holzboog, 2011), 440 p.
  • “Recent Contributions to Dilthey's Philosophy of the Human Sciences”, ed. Hans-Ulrich Lessing, Rudolf A. Makkreel, and Riccardo Pozzo, Problemata vol. 153 (Stuttgart-Bad Cannstatt: Frommann-Holzboog, 2011), 258 p.
  • “Kant's Philosophy of the Unconscious”, ed. Piero Giordanetti, Riccardo Pozzo, and Marco Sgarbi (Berlin: De Gruyter, 2012), 301 p.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ A. Liburdi, Per una storia del Lessico Intellettuale Europeo, Roma, Lessico Intellettuale Europeo, 2000; A. Liburdi, Il Lessico Intellettuale Europeo dal 2001 al 2006: da Centro di Studio a Istituto, Roma Lessico Intellettuale Europeo, 2007.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN29572191 · ISNI (EN0000 0001 0883 2686 · SBN IT\ICCU\CFIV\112354 · LCCN (ENn90661603 · GND (DE112000312 · BNF (FRcb12153818n (data) · WorldCat Identities (ENn90-661603