Riccardo Gazzaniga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Riccardo Gazzaniga (Genova, 6 agosto 1976) è uno scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver frequentato il Liceo classico Giuseppe Mazzini di Genova, si è arruolato nella Polizia di Stato, dove attualmente ricopre la qualifica di vice ispettore.

Dopo una lunga serie di premi letterari dedicati ai racconti, nel 2012 ha vinto la XXV edizione del Premio Italo Calvino[1] con il romanzo A viso coperto, pubblicato nel 2013 da Stile Libero (Einaudi).

A viso coperto, che racconta in forma di romanzo l'odio e gli scontri tra ultras e poliziotti del Reparto Mobile di Genova, è stato recensito dai principali periodici e siti specializzati italiani[2][3][4][5][6][7].

Nell'ottobre 2013 A viso coperto si è aggiudicato il XXVII Premio letterario Massarosa per la migliore opera prima[8].

Nel 2015 A viso coperto si è aggiudicato il primo posto al Premio letterario internazionale Il Molinello per la narrativa edita[9].

Nel 2016 è uscito il suo secondo romanzo, Non devi dirlo a nessuno, thriller di ispirazione kinghiana, sempre per Stile Libero (Einaudi).[10]

Nel 2018 ha pubblicato Abbiamo toccato le stelle, edito da Rizzoli, una raccolta di biografie di sportivi che, in qualche modo, hanno cambiato il mondo. Il libro ha vinto la XLVI edizione del Premio Bruno Roghi e la VI edizione del Premio "Memo Geremia", entrambi come miglior opera sportiva per ragazzi[11].

Dopo la tragedia del crollo del ponte Morandi a Genova, ha partecipato, insieme ad altri autori, all'antologia benefica collettiva Il ponte: un'antologia, edita da Il Canneto, con il testo inedito "Il racconto che non ho" scritto insieme a Daniela Quartu.

Nel Settembre 2019 è uscito il suo terzo romanzo Colpo su colpo[12], edito da Rizzoli. La storia, ambientata nella Genova post crollo del Ponte Morandi, ha per protagonista un'adolescente che pratica la savate e deve confrontarsi con i dissidi familiari e il violento bullismo scolastico dovuti alla sua omosessualità.

Grande appassionato di musica AOR (Album oriented rock),Gazzaniga nel 2012 ha collaborato ai testi dell'ominomo album della rock band Lionville con la canzone Dreamhunter[13].

Per il portale "Storie Libere" ha scritto e narrato con la sua voce due podcast audio: "A pugni chiusi[14]", sulle Olimpiadi di Città del Messico 1968, e "1989 - The wind of change[15]" sul crollo del Muro di Berlino e dei regimi filocomunisti.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Racconti in antologie[modifica | modifica wikitesto]

Premi letterari[modifica | modifica wikitesto]

2019

  • VI Premio "Memo Geremia" per il miglior libro sportivo per ragazzi per "Abbiamo toccato le stelle" (vincitore)
  • XLVI Premio "Bruno Roghi" per il miglior libro sportivo per ragazzi per "Abbiamo toccato le stelle" (vincitore)

2015

2013

2012

2011

  • Premio Circo Massimo con il racconto Come gocce nel mare (vincitore)
  • XXXVIII Mystfest – Premio Gran Giallo Città di Cattolica con il racconto Barabino (finalista)
  • Premio Il Prione con il racconto Il gregario (vincitore)
  • VIII Premio Letterario Nazionale di Arti Letterarie con il racconto Il gregario (vincitore)

2010

  • Premio Speciale Mario Casacci nell'ambito del Premio Orme Gialle con il racconto Disamistade (vincitore)
  • Premio Speciale della Giuria al III Concorso Federica Barbiero con il racconto Il messaggero (vincitore)
  • Premio Carlo Levi con il racconto Il messaggero (vincitore)
  • XXIII Premio Italo Calvino con il romanzo inedito Vieni da me (segnalato)

2009

  • XXXVI Mystfest – Premio Gran Giallo Città di Cattolica con il racconto Disamistade (finalista)
  • VI Premio Letterario Nazionale di Arti Letterarie con il racconto La cella (vincitore)
  • XII Premio Send and Prey bandito dalle Edizioni XII con il racconto Il gregario (vincitore)

2008

  • I Premio Il poeta e il narratore con il racconto La cella (vincitore)
  • XI Premio di Narrativa Poliziesca Orme Gialle con il racconto Veleno (vincitore)

2007

  • Premio Sanguinario Valentino bandito dal sito La tela nera con il racconto American Dreams (vincitore)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Premio Italo Calvino» Archivio» Vincitore XXV Edizione
  2. ^ Il cuore oscuro di ultras e poliziotti - la Repubblica.it
  3. ^ Lo sbirro che parla agli ultras - Il Sole 24 ORE
  4. ^ CriticaLetteraria: Riccardo Gazzaniga, A viso coperto
  5. ^ Copia archiviata, su ilmanifesto.mobi. URL consultato il 3 agosto 2013 (archiviato dall'url originale il 17 giugno 2013).
  6. ^ L'Indice dei Libri del Mese - L'Indice dei Libri del Mese
  7. ^ A viso coperto - Corriere Fiorentino
  8. ^ Il Premio Massarosa al poliziotto scrittore - Cronaca - il Tirreno
  9. ^ “Il Molinello 2015” - Sezione opere edite
  10. ^ SEVERINO COLOMBO, Il thriller di Riccardo Gazzaniga. Due occhi nel bosco, la paura fa 89, su corriere.it. URL consultato il 1º settembre 2016.
  11. ^ Premio Memo Geremia 2019, su padovaoggi.it.
  12. ^ Colpo su colpo, su rizzoli.rizzolilibri.it.
  13. ^ http://www.lionville.it/site/lionville-album-details/[collegamento interrotto]
  14. ^ a pugni chiusi, su storielibere.fm, 8 maggio 2018. URL consultato il 14 dicembre 2019.
  15. ^ 1989, su storielibere.fm, 28 maggio 2019. URL consultato il 14 dicembre 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN304928256 · ISNI (EN0000 0004 1657 5693 · SBN IT\ICCU\BIAV\090009 · LCCN (ENno2013098234 · WorldCat Identities (ENlccn-no2013098234