Riccardo Burchielli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Riccardo Burchielli (Peccioli, 27 febbraio 1975) è un fumettista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni novanta lavora come art director nel settore della pubblicità e debutta come disegnatore di fumetti nel 1998 per Marco Editore[1]. All’inizio degli anni duemila collabora come disegnatore nella serie John Doe (Eura Editoriale[1], 2003) su testi di Roberto Recchioni e Lorenzo Bartoli[1] e nel 2005 crea, insieme allo scrittore Brian Wood, la serie DMZ[1] pubblicataa dall’etichetta Vertigo della DC Comics che riscuote un enorme successo sia negli USA che nel resto del mondo[senza fonte]. Grazie al successo della serie nel 2007 riceve il premio Gran Guinigi come miglior artista a Lucca Comics & Games[1]. Conclusa DMZ, continua a lavorare per le major del fumetto americano, realizzando storie di Batman, Conan e Vendicatori. Nel 2010 è socio fondatore di Italian Job Studio, collettivo creativo attivo nei settori della produzione televisiva e cross-mediale. Nello stesso anno le sue opere vengono esposte alla Cité de l'architecture et du patrimoine di Parigi nell’ambito della mostra Archi & BD, accanto a quelle di maestri come Moebius, Bilal, Lorenzo Mattoti, Winsor McCay e Frank Miller. Nel 2014, su testi di Victor Gischler e Boosta, disegna Highway to Hell, miniserie horror vincitrice di due Ghastly Awards e candidata ai prestigiosi Bram Stoker Awards. Oltre a collaborare con Sergio Bonelli Editore alla serie Dylan Dog, ha poi collaborato come narratore per marchi come Ferrari[senza fonte] e BMW[2] e come character designer per cinema e video game. Nel 2021 DMZ diventa una serie tv diretta dalla vincitrice del Golden Globe Ava DuVernay per il canale americano HBO Max.

I suoi lavori sono caratterizzati da una intensa rappresentazione del conflitto tra corpo e spazio, in cui l’uso sapiente di luci e ombre esalta i contrasti fisici e concettuali.[senza fonte]

Nel 2021 partecipa alla Biennale di architettura di Venezia che si svolge tra il 25 maggio e il 21 novembre[3]. Contribuisce con disegni inseriti nella cornice del padiglione Italia curato dall'architetto Alessandro Melis[3]. Il titolo dato all'esposizione della sezione italiana è Comunità Resilienti e il tema riguarda la sfida posta dai cambiamenti climatici allo sviluppo di una nuova architettura urbanistica, produttiva e agricola[3]. Lo spazio viene suddiviso in 14 "sotto comunità" intese come centri di ricerca e laboratori di studio che spaziano da riflessioni sullo stato dell'arte, alle nuove prospettive urbanistiche, a possibili innovazioni e sperimentazioni attraverso contaminazioni interdisciplinari[3]. Melis vuole dare inoltre spazio alla esperienza immersiva e visiva data dal diffondersi di nuove forme d'arte e intrattenimento quali il gaming e le graphic novel, capaci di attirare anche l'attenzione delle fasce di pubblico più giovane[3]. Per questo vengono chiamati a contribuire alcuni maestri del settore quali il fumettista Riccardo Burchielli[3]. Viene chiesto agli artisti di creare opere che si ispirino prevalentemente alle visioni di un mondo Cyberpunk in quanto presenta un'architettura distopica e/o ucronica la quale rappresenta una delle problematiche del Postmodernismo[3]. Seguendo queste linee guida Burchielli realizza l'illustrazione che occupa un'intera parete all'entrata del padiglione Italia e prende il nome di Cyberpargolo[3]. All'interno della "comunità" Laboratorio Peccioli Burchielli è presente con un'altra illustrazione che occupa una parete di alcuni metri, con disegni in bianco e nero, e un'opera interattiva[3].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Marco Editore[modifica | modifica wikitesto]

  • Lenin - Speciale Solo: Ladri di cioccolata, Marco Innocenti (testi) e Riccardo Burchielli (disegni), albo unico, marzo 1998, 28-34

Eura Editoriale[modifica | modifica wikitesto]

  • John Doe n.5, n.12, n.24, Lorenzo Bartoli (testi per il n.5 e n.12) - Roberto Recchioni (testi per il n.24) - Riccardo Burchielli (disegni), serie regolare, 2003-2005.

DC Comics/Vertigo/DC Black Label[modifica | modifica wikitesto]

  • DMZ nn.1-10, nn.13-19, nn.21-24, n.26, nn.28-34, nn.37-40, nn.45-54, nn.62-72, Brian Wood (testi e copertine) - Riccardo Burchielli, Brian Wood & AA.VV. (disegni), serie regolare (conclusa con il n.72), imprint Vertigo, gennaio 2006 - luglio 2012.
  • Halloween Special n.1, AA.VV. (testi e disegni), albo antologico di cui Riccardo Burchielli disegna la short-story (di 8 pagine) Two-Face: Scarred and Scared per i testi di Brad Desnoyer, albo unico, DC Comics, dicembre 2008.
  • Northlanders nn.30-34, Brian Wood (testi) - Riccardo Burchiello (disegni), serie regolare (conclusa con il n.50 nel 2012), imprint Vertigo, settembre 2010 - gennaio 2011.
  • American Vampire n.27, Scott Snyder (testi) - Riccardo Burchielli (disegni), serie regolare (conclusa con il n.34 nel 2013), imprint Vertigo, Burchielli ne realizza un albo, giugno 2012.
  • Dial H n.0, China Mieville (testi) e Riccardo Burchielli (disegni), serie regolare (conclusa con il n.15 nel 2013), albo speciale, DC Comics, novembre 2012.
  • Justice League (Vol.2) n.23.3, Riccardo Burchielli e AA.VV. (testi e disegni), albo spin-off della serie regolare Justice League (conclusa con il n.45 nel 2015), DC Comics, novembre 2013.
  • Legends of the Dark Knight (Vol.2) nn.12-13, Peter Milligan e R.Burchielli realizzano la storia Return of Batman), serie antologica (conclusa con il n.13 nel 2013), DC Comics, novembre-dicembre 2013.
  • Batman Black and White (Vol.2) n.3, R.Burchielli realizza i disegni per la short-story (8 pagine) An Innocent Man su testi di Marv Wolfman, serie antologica in bianco e nero, DC Comics, gennaio 2014.
  • Batman Eternal n.10, AA.VV. (testi) e Riccardo Burchielli (disegni), serie regolare settimanale (conclusa con il n.52 nel 2015), DC Comics, agosto 2014.
  • Mad Max Fury Road: Nux & Immortan Joe n.1, George Miller e AA.VV. (testi) - R.Burchielli e AA.VV. (disegni), albo unico (prequel del film Mad Max: Fury Road), imprint Vertigo, 20 maggio 2015.
  • The Last God: Tales from the Book of Ages n.1, Philip Kennedy Johnson (testi) - R.Burchielli e AA.VV. (disegni), sourcebook della serie The Last God, DC Black Label, 3 giugno 2020.

Edizioni BD[modifica | modifica wikitesto]

  • Garret n.1, Roberto Recchioni (testi) - Riccardo Burchielli (disegni per la storia Quen es? Quen es?), miniserie di 4 albi (2/3 storie per numero), novembre 2006.
  • Garret n.4, Roberto Recchioni (testi) - Riccardo Burchielli (disegni per la storia La Lancia di Longino), miniserie di 4 albi (2/3 storie per numero), febbraio 2007.

Marvel Comics[modifica | modifica wikitesto]

  • Avengers Arena nn.10-11, Dennis Hopeless (testi) - Riccardo Burchielli (disegni), serie regolare (spin-off di Avengers), parte del rilancio Marvel NOW!, Marvel Comics, agosto 2013.

Dark Horse Comics[modifica | modifica wikitesto]

  • Conan the Barbarian nn.22-24, Brian Wood (testi) - Riccardo Burchielli (disegni per le prime tre parti dello story-arc The Song of Belit), serie regolare (conclusa con il n.25 nel 2014), novembre 2013 - gennaio 2014.

Sergio Bonelli Editore[modifica | modifica wikitesto]

Panini Comics[modifica | modifica wikitesto]

  • Highway to Hell nn.1-4, Victor Gischler (testi) - Roberto Burchielli (matite) - Francesco Mattina (chine), miniserie (collana Panini Suspense nn.7-10), novembre 2014 - marzo 2015.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (IT) Burchielli Riccardo, Wood Brian, Vertigo Book - DMZ Vol.2, Novara, RW Edizioni, 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN2783727 · ISNI (EN0000 0001 0948 8434 · Europeana agent/base/15784 · LCCN (ENno2006133318 · BNF (FRcb15559738j (data) · BNE (ESXX4766222 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2006133318