DJ Balli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Riccardo Balli)
dj Balli
Dj Balli live 2005.jpg
Dj Balli durante un live set all'Anticartel di Rennes in Francia nel 2003
Nazionalità Italia Italia
Genere Breakcore
Turntablism
Noise music
Periodo di attività 1997 – in attività
Sito web

DJ Balli, all'anagrafe Riccardo Balli (Bologna, 9 dicembre 1972), è un disc jockey, produttore discografico e scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo un passato di batterista straight edge H.C. e di rumorista, si dedica esclusivamente alla musica elettronica. È DJ e produttore dal 1997, data in cui, reduce da una illuminante residenza londinese, inizia a mixare in Italia breakcore, genere di cui si dichiara "aperto fondamentalista". Seguendo rigidamente questo credo nel 2000 fonda Sonic Belligeranza etichetta discografica indipendente specializzata nella contaminazione di ritmiche "nere" (drum and bass, ragga/dance hall, hip-hop, jungle) e rumore dalla tradizione delle avanguardie "bianche" (bruitismo, musica concreta, power electronics), che si ritaglia un seguito di nicchia. Logica conseguenza della sua attività di produttore, l'attività di djing in Italia e soprattutto in Europa.

Nel 2004 apre le sotto-etichette +Belligeranza e -Belligeranza dedite rispettivamente a noise e turntablism. La critica musicale italiana lo ha definito "uno tra i più estrosi fantasisti del rumore nostrano"[1], o "il Kid 606 italiano"[2], sottolineando il carattere "verace e controcorrente"[3] della sua ricerca. Mentre all'estero la prestigiosa rivista The Wire ha definito il suo sound "dastardly stuff" (Byron Coley sul numero dell'aprile 2008).

Altri progetti associati a dj Balli: The wrong nigga to fuk wiz![4], Bombolo Blues Band [5], The right WASP to play golf wiz![6], In Skatebored We Noize![7] e Rancid Opera![8].

Da sempre Riccardo Balli ha affiancato la sua attività sonica a quella letteraria collaborando con innumerevoli fanzine, siti web e riviste che si occupano di controcultura, fantascienza e musica elettronica. Per Castelvecchi Editore ha pubblicato un saggio all'interno dell'antologia Nubi all'orizzonte (1996) a cura del gruppo fiorentino Strano Network e, soprattutto, il libro Anche tu astronauta (1998) parti del quale sono state poi tradotte in francese nel volume Quitter la Gravitè per Edition du L'Eclat[9]. Per Agenzia X invece ha fatto uscire Apocalypso disco: la rave-o-luzione della post-techno (2013), editato dal dj e producer Pablito el drito.[10]. Sempre per Agenzia X è in uscita Frankenstein goes to holocaust[11], un libro sulla storia del mash-up, editato da Pablito el drito. Collabora in lingua inglese a Datacide, rivista di "noise and politics" ed al magazine "Dancecult".

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Progetti in solo[modifica | modifica wikitesto]

  • "Indagations serious and comical at around 333 bpm" 12" (Sonic Belligeranza 01, 2000)
  • "Transmutations" 12" (Sonic Belligeranza 02, 2001)
  • "Straight-Edge Rastafari Manifesto" 12" (Sonic Belligeranza 04, 2003)
  • "From The Inside" 12" (-Belligeranza 02, 2004)
  • "The Pure Spirit Of Rock'n'Roll" cd (+Belligeranza 03, 2005)
  • "Otoscratch, The Ultimate Wax To Remove The Wax!" 12" (-Belligeranza 03, 2006)
  • "In Skatebored We Noize!" 7" picture-disc (+Belligeranza 04, 2007)
  • "Boyscouts-Ravers Must Die!" 12" (Sonic Belligeranza 08, 2007)
  • "Introducing PornoGolf" 12" (-Belligeranza 04, 2007)
  • "Seasons Pizza" 12" picture-disc (+Belligeranza 05, 2009)
  • "Bally Corgan" 7" picture-disc (+Belligeranza 06, 2009)
  • "Extreme 8 Bit Terror" 12" picture-disc (Sonic Belligeranza 09, 2011)
  • "Tweet It!(extratone mix)" 12" picture-disc (Sonic Belligeranza 10, 2012) con Ralph Brown

Compilation[modifica | modifica wikitesto]

  • "Rave in Space: Association Of Autonomous Astronuats" cd (AAA01, 2000)
  • "Kamikaze Club volume 3" 2 X 12" (Peace Off records, 2002)
  • "Par Tous Les Trous Necessaires" cd (Cavage records, 2002)
  • "Antifaf" 12" (Sphenoide records, 2003)
  • "The Scariest Weapon vol. II" cd (Invasion Wreck Chords, 2004)
  • "The Scariest Weapon vol. III" cd (Invasion Wreck Chords, 2005)
  • "No Ep Title Ep" 12" (Intellectual Violence records, 2005)
  • "Landscape vol. II" 2 X cd (Shanshui records, 2005)
  • "Help beautiful people not having sex since the year 2005" 12" (Intellectual Violence records, 2006)
  • "Amoeba n°.1" magazine + cd (Reardrome, 2006)
  • "What's The Morden? Revolution? Model?" 2 X cd (2,3,5 studio, 2007)
  • "MusikMekanikCirkus" cd (Francia, 2008)
  • "Ministry Of Shit vol.2" cd (Goulburn Poultry Fanciers Society, 2008)
  • "R2" cd (RDC records, 2010)
  • "The Wire Tapper 26" cd (The Wire Magazine, 2011)

Libri[modifica | modifica wikitesto]

  • 2016 - Frankenstein Goes To Holocaust, Agenzia X.
  • 2013 - Apocalypso disco. La rave-o-luzione della post-techno, Agenzia X.
  • 1995 - a cura di Riccardo Balli, Anche tu astronauta. Guida all'esplorazione indipendente dello spazio secondo l'Associazione Astronauti Autonomi, Castelvecchi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]