Ricardo Preve

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Preve (a sinistra) nel 2017, durante le riprese del film Tornando a casa.

Ricardo Preve (Buenos Aires, 24 ottobre 1957) è un regista, fotografo e attivista argentino.

Cominciò la sua carriera nella prima decade del 2000 come produttore associato di alcuni documentari. Da allora ha lavorato come regista, produttore o sceneggiatore di circa una trentina di produzioni per cinema e televisione, fra le quali si distaccano Le Ossa di Catherine (2015) e Tornando a casa (2019), ambedue oggetti di premi e riconoscimenti in festival a livello internazionale.

Infanzia e giovinezza[modifica | modifica wikitesto]

Preve nacque a Buenos Aires, Argentina, nel 1957. Dopo il liceo in Argentina, e studi in Italia e gli Stati Uniti, ottenne i titoli di Ingegnere Agronomo e Master in Ingegneria Forestale a Virginia Tech.[1]

Nel 1976 realizzò un viaggio dall'Argentina in Sudafrica come marinaio su una barca a vela. Durante il viaggio, il giovane equipaggio argentino e l'armatore del yacht, che solo parlava inglese, rimasero senza viveri vicino alla costa dell'Africa. Sopravvissero mangiando grasso animale e pillole di vitamine, sino a che furono rimorchiati in porto. L'esperienza dei giovani argentini fu raccontata in articoli nelle riviste di sport nautici del loro paese.

Dopo aver lavorato per vent’anni come amministratore di ditte agricole e forestali, Preve incominciò la sua carriera nel mondo del cinema nel anno 2001, vincolandosi come produttore associato nel lungometraggio Addio, Cara Luna esordito nelle sale nel 2005 e con la regia di Fernando Spiner.[2]

Preve è il proprietario[senza fonte] di Ricardo Preve Films LLC e Esto del Cine SRL, ditte di produzione audiovisiva e membro del consiglio di amministrazione di Riso Gallo S.p.A., ditta di riso fondata dalla sua famiglia nel 1856 a Genova.[senza fonte]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Decada del 2000[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2003, Preve lavorò come co-produttore del documentario musicale Tango, un giro strano, sulla nuova generazione di artisti del tango in Argentina. Il documentario ebbe la regia di Mercedes García Guevara ed esordì nel paese sudamericano nel 2005.[3] Quello stesso anno organizzò il Festival di Cinema Argentino a Charlottesville, Virginia insieme alla Fondazione per le Umanità della Università della Virginia. L'evento ebbe luogo nel mese di aprile. Un anno dopo, Preve ricevette crediti di produzione nel documentario Mondovino. Il film, girato con una telecamera digitale manuale in Italia, Francia, Stati Uniti e Argentina, fu parte della Selezione Ufficiale del Festival di Cannes del 2004.[4]

Nel 2005, Preve fece la regia del documentario Chagas: Un Male Nascosto, che si occupa della malattia di Chagas. Nella foto, un bambino che patisce la malattia.

Il suo esordio come regista avvenne nel 2005 con Chagas: Un Male Nascosto, documentario che si occupa della malattia di Chagas e della globalizzazione della salute. Il film ebbe il sostegno della organizzazione umanitaria Medici Senza Frontiere, fu girato in regioni argentine come Santiago del Estero, Salta e Jujuy, e presentò testimonianze di medici specialisti, ricercatori e persone afflitte dalla malattia.[5] Durante il 2006 Preve scrisse, fece la regia, e produsse il cortometraggio documentario Esperanza Means Hope[6] e fu produttore esecutivo del documentario sul tumore al seno Summer Running: The Race to Cure Breast Cancer, con la regia del statunitense Scott Mactavish e la partecipazione dell'attrice Sissy Spacek.[7]

Preve scrisse e fece la regia di due cortometraggi di finzione: La Noche Antes,[8] nel 2006 e La Notte Prima nel 2007. I cortometraggi, che raccontano l'ultima notte nella vita di Martin Miguel de Guemes (militare e politico che fu un personaggio importante nella Guerra d'indipendenza argentina) e di Anita Garibaldi (conosciuta come "L'Eroe dei Due Mondi") rispettivamente, raccolsero riconoscimenti in eventi cinematografici in Argentina e a livello internazionale.[9] Nel 2008 Preve collaborò con la catena televisiva National Geographic nella produzione del programma di televisione I quaderni segreti di Darwin, provvedendo servizi logistici e di produzione in Argentina, Uruguay, ed Ecuador. La serie fu trasmessa dal canale il 10 febbraio 2009.[10] La sua collaborazione con la catena statunitense continuò, svolgendo diversi ruoli di produzione, logistica e ricerca nei documentari televisivi Sacrifici di Bambini Mummia (riguardo ai corpi mummificati di tre bambini degli Incas trovati nella regione di Salta), I Fantasmi di Machu Picchu (trasmesso dalla catena televisiva PBS),[11] I Gemelli di Mengele (sugli esperimenti realizzati da Joseph Mengele), e Siamo Già Arrivati? Avventura Mondiale (serie televisiva trasmessa da National Geographic Kids in Brasile). Sacrifici di Bambini Mummia ottenne una nomina ai Premi Emmy nella categoria "Miglior Illuminazione e Scenografia".[1]

Il 4 dicembre 2009 fu presentato nelle sale il suo primo lungometraggio di finzione, Jose Ignacio. Il film, co-prodotto fra l'Uruguay e l'Argentina,[12][13] fu parte della selezione ufficiale del Festival Internazionale di Cinema di Punta del Este, e anche del Virginia Film Festival, Levante Film Festival e Festival Internazionale di Cinema di Strasburgo.[14]

Decada del 2010[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2011 Preve scrisse la sceneggiatura per la serie di televisione argentina sul medio ambiente Diario di una macchina solare e cominciò a lavorare alla sceneggiatura e regia della prima stagione della serie di finzione per la televisione uruguaiana Garzon, una adattazione moderna del Quijote di Cervantes che fu girata in un paesino in Uruguay. Un anno dopo riprese il tema della malattia del Chagas producendo e dirigendo uno speciale per la televisione Chagas: Un Assassino Silenzioso. Trasmesso dalla catena Al Jazeera nell'aprile 2013, questa produzione ebbe la partecipazione del conosciuto giocatore di calcio Lionel Messi, il quale dedicò alcuni commenti di appoggio al progetto attraverso un video che fu esibito ad un evento sulla malattia a Cochabamba, Bolivia.[15][16]

Nel 2013 il cineasta si coinvolse come regista e co-sceneggiatore della serie di televisione di genere poliziesco Il Francese, girata a Punta del Este, Uruguay e trasmessa a fine del 2014 in quel paese. Anche nel 2014, produsse e fece la regia di una serie di video girati in Kenya per la Iniziativa Medicine per Malattie Dimenticate.[17] Un anno dopo scrisse, produsse, e fece la regia di un nuovo documentario, intitolato Le Ossa di Catherine, sul ritrovamento dei resti della prima donna gallese morta in Patagonia nel 1865. L'opera fu trasmessa dalla televisione pubblica argentina, registrando una udienza stimata di 160.000 spettatori.[18][19] Le Ossa di Catherine ebbe una notevole carriera nel suo passo attraverso i festival internazionali, ottenendo premi e nomine in eventi come il Accolade Global Film Competition in California, i Premi Nuevas Miradas della televisione argentina e i concorsi inglesi Latitude Film Awards, London International Motion Picture Awards e North American International Film Festival, tra altri.[20]

Nel 2019 esordì il film di Preve Tornando a casa, sul rimpatrio dei resti di un marinaio morto durante la Seconda Guerra Mondiale da un'isola deserta nel Mar Rosso sino al suo paese di origine. Nell'immagine si vede una ricostruzione del sommergibile Macallè usato nel film.

Nel 2016 Preve si coinvolse con un nuovo progetto, il documentario Cercando Marie-Anne, sulla storia della ricerca dei resti di Marie-Anne Erize, modello franco-argentina che appartenne alla organizzazione guerrigliera Montoneros e sparì misteriosamente nel ottobre 1976.[21] Dopo cinque anni di lavoro nel 2018 scrisse, produce, e fece la regia di un nuovo lungometraggio, Tornando a casa, dove racconta la storia del rimpatrio dei resti di Carlo Acefalo, un marinaio italiano morto durante la Seconda Guerra Mondiale, da un'isola deserta nel Mar Rosso al suo paese natale.[22][23] Nel 2018, 2019 e 2020 Tornando a casa ottenne molti riconoscimenti in eventi cinematografici in Uruguay, Regno Unito, Spagna e Stati Uniti.[24] Il film esordì nei cinema di Argentina a luglio 2019,[25] e fu trasmesso dalla Radiotelevisione Italiana Spa (RAI) a settembre di quell'anno, e nuovamente nel gennaio 2020.[26]

Un Grayling Non Muore Mai, è il prossimo progetto di Preve. Il film, nel quale lavorerà come sceneggiatore, produttore e regista, è basato sulla vita della bandito inglese Helen Greenhill in Patagonia a fine del secolo XIX e principi del secolo XX.[27][28] La sceneggiatura di Un Grayling Non Muore Mai ottenne premi internazionali in concorsi svolti in Europa e gli Stati Uniti.[29]

Attivismo e filantropia[modifica | modifica wikitesto]

Preve è riconosciuto per il suo attivismo nella lotta contro il male di Chagas, diffondendo con il suo lavoro il flagello di questa malattia in coordinazione con la Iniziativa Medicamenti Malattie Dimenticate (DNDi).[30]

Ha anche esordito come fotografo professionista nel 2010, donando una parte delle vendite della sua prima mostra di fotografie sulla dea africana Yemaja[31] all'organizzazione Medici Senza Frontiere, per appoggiare le operazioni di soccorso dopo il catastrofico terremoto in Haiti. Più tardi le sue foto furono curate dall'UNESCO per una mostra intitolata Discendenti Africani, Orme ed Identità che fu esibita in eventi culturali in Brasile, Argentina, e Uruguay.[32][33]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Lungometraggi
  • 2004 - Addio Cara Luna (Produttore associato)
  • 2009 - Jose Ignacio (Sceneggiatore e regista)
  • 2019 - Blues della civilizzazione (Attore)
  • 2019 - Un Grayling non muore mai (Sceneggiatore, produttore e regista)
Cortometraggi
  • 2006 - La noche antes (Sceneggiatore, produttore e regista)
  • 2007 - La notte prima (Sceneggiatore, produttore e regista)
Documentari
  • 2004 - Mondovino (Co-produttore)
  • 2005 - Tango: un giro strano (Co-produttore)
  • 2005 - Chagas: un male nascosto (Sceneggiatore, produttore e regista)
  • 2005 - Summer Running: The Race to Cure Breast Cancer (Produttore esecutivo)
  • 2005 - Esperanza Means Hope (Sceneggiatore, produttore e regista)
  • 2008 - Sampoorna (Produttore)
  • 2009 - I quaderni segreti di Darwin (Produttore)
  • 2009 - Sacrifici di Bambini Mummia (Coproduttore)
  • 2009 - I gemelli di Mengele (Produttore)
  • 2010 - I fantasmi di Machu Picchu (Produttore e regista)
  • 2013 - Chagas: un assassino silenzioso (Sceneggiatore, produttore e regista)
  • 2015 - Le ossa di Catherine (Sceneggiatore, produttore e regista)
  • 2016 - Cercando Marie-Anne (Sceneggiatore e regista)
  • 2019 - Tornando a casa (Sceneggiatore, produttore e regista)
Televisione
  • 2011 - Siamo già arrivati? Avventura mondiale (Produttore)
  • 2011 - Diario di una macchina solare (Sceneggiatore)
  • 2012 - Garzon (Sceneggiatore e regista)
  • 2014 - Il francese (Sceneggiatore e regista)
  • 2014 - Reality di macchine (Produttore)
Video
  • 2014 - Giornata mondiale di lotta contro l'AIDS (Produttore e regista)

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Per La noche antes
  • 2007 - Festival del Cinema di Mar del Plata - selezione ufficiale "Work in Progress America Latina"
Per La notte prima
  • 2008 - Festival di Cortometraggi di Chennai - miglior cortometraggio internazionale
Per Sacrifici di Bambini Mummia
  • 2009 - Premmi Emmy - Candidato per miglior illuminazione e scenografia[1]
Per Le ossa di Catherine
  • 2015 - Accolade Global Film Competition, California - Premio al merito documentari
  • 2016 - Premi Nuevas Miradas, Buenos Aires - Candidato per miglior musica originale e miglior produzione
  • 2018 - Latitude Film Awards, Londra - Premio di bronzo - Miglior lungometraggio documentario
  • 2019 - North European International Film Festival, Londra - Candidato per miglior storia e miglior film educativo e scientifico
  • 2019 - London International Motion Picture Awards, Londra - Candidato per miglior lungometraggio documentario[20]
Per Tornando a casa
  • 2018 - Festival di Cinema Latino di Punta del Este - Miglior documentario e premio alla carriera
  • 2018 - Latitude Film Awards, Londra - Premio di bronzo - Miglior lungometraggio documentario e premio di bronzo miglior musica
  • 2019 - Accolade Global Film Competition, California - Miglior lungometraggio documentario, fotografia, creatività e originalità, concetto e musica
  • 2019 - Los Angeles Motion Picture Festival, California - Miglior regista di documentario e miglior documentario internazionale
  • 2019 - South European International Film Festival, Valencia - Miglior film educativo e scientifico e candidato per miglior lungometraggio documentario, miglior fotografia in un documentario, migliori effetti speciali o disegno e miglior musica originale
  • 2019 - London International Motion Picture Awards, Londra - Candidato per miglior lungometraggio documentario
  • 2019 - Dumbo Film Festival, New York - Candidato per miglior lungometraggio documentario
  • 2019 - Festival Internazionale di Cinema di Madrid - Candidato per miglior regista di lungometraggio documentario e miglior lungometraggio documentario
  • 2020 - VI Sudan Independent Film Festival, Khartoum - Selezione ufficiale lungometraggio documentario
  • 2020 - Impact Docs Awards, California - Premio al merito lungometraggio documentario
  • 2020 - Puglia International Film Festival, Polignano a Mare - Miglior lungometraggio documentario[24]
Per Un Grayling non muore mai
  • 2019 - CKF International Film Festival, Londra - Miglior sceneggiatura di lungometraggio di finzione
  • 2019 - Prisma Screenwriting Awards, Roma - Selezione ufficiale – sceneggiatura originale lungometraggio di finzione
  • 2019 - American Screenwriters Conference, Sacramento - Selezione ufficiale – sceneggiatura originale lungometraggio di finzione
  • 2019 - South Europe International Film Festival, Valencia - Miglior sceneggiatura originale lungometraggio di finzione
  • 2019 - The European Independent Film Awards, Londra - Miglior sceneggiatura originale lungometraggio di finzione[34]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia al merito di Marina - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia al merito di Marina
«Eccellente regista di straordinaria professionalità e passione da sempre dedicate alle tematiche naturalistiche e storiche.»
— 3 marzo 2020[35][36]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (ES) Ricardo Preve: Me siento más cómodo y seguro bajo el agua y rodeado de centenares de tiburones, que caminando por las calles de una gran ciudad, su CineFreaks, 18 luglio 2019. URL consultato il 16 luglio 2020.
  2. ^ (ES) "Adiós querida luna", la última de Spiner, su La Nación. URL consultato il 16 luglio 2020.
  3. ^ (ES) "Tango, un giro extraño", su Ambito. URL consultato il 16 luglio 2020.
  4. ^ (ES) Roberto Cueto, Mondovino (Documental), su El Cultural. URL consultato il 16 luglio 2020.
  5. ^ (ES) “Chagas, Un Mal Escondido” Un film sobre la enfermedad, su Intramed. URL consultato il 16 luglio 2020.
  6. ^ (ES) “Trato de crear una evocación de temas universales a partir de pequeñas historias”, su Diario La Capital de Mar del Plata. URL consultato il 16 luglio 2020.
  7. ^ (EN) Mary Alice Blackwell, Documentary gets a second wind, su The Daily Progress. URL consultato il 16 luglio 2020.
  8. ^ (ES) La noche antes, su Iruya. URL consultato il 2020/07/16.
  9. ^ (ES) Fabio Veniri, El festival cuenta las últimas noches de los héroes (PDF), in Festival del Cinema Latinoamericano.
  10. ^ (EN) Inside Darwin's Secret Notebooks, su ABC News. URL consultato il 16 luglio 2020.
  11. ^ (ES) Nat Geo presentará documental sobre Machu Picchu, dirigido por el argentino Ricardo Preve, su El Comercio, 20 gennaio 2011. URL consultato il 16 luglio 2020.
  12. ^ (ES) El film "José Ignacio" de Ricardo Preve se estrena en Uruguay, su Escribiendo Cine. URL consultato il 16 luglio 2020.
  13. ^ (ES) Será estrenado en diciembre el filme "José Ignacio", del director argentino Ricardo Preve, su La Red 21, 17 novembre 2009. URL consultato il 16 luglio 2020.
  14. ^ (ES) Pantallas argentinas, su La Nación. URL consultato il 16 luglio 2020.
  15. ^ (ES) Leo Messi se suma a la lucha contra el Chagas, su ISGlobal. URL consultato il 16 luglio 2020.
  16. ^ (ES) Messi se une a la lucha contra el mal de Chagas, su La Nación, 16 aprile 2013. URL consultato il 16 luglio 2020.
  17. ^ (ES) Especialistas de todo el mundo se reúnen para la Semana Chagas, su DNDIAL, 16 aprile 2013. URL consultato il 16 luglio 2020.
  18. ^ (ES) Se estrena el documental sobre Catherine Roberts, su Conicet. URL consultato il 16 luglio 2020.
  19. ^ (ES) La TV Pública Nacional emitirá para todo el país el documental “Los huesos de Catherine”, su El Diario, 7 agosto 2015. URL consultato il 16 luglio 2020.
  20. ^ a b (ES) “Los huesos de Catherine” ganó el Premio de Bronce en los Premios de la Latitud 2018, su El Chubut. URL consultato il 16 luglio 2020.
  21. ^ (EN) Raúl Arcomano, Marie-Anne Erize: de las pasarelas a la militancia en Montoneros, su Medium, 30 agosto 2018. URL consultato il 16 luglio 2020.
  22. ^ (ES) Crítica de "Volviendo a casa": al rescate de un tripulante de un submarino, su Clarín. URL consultato il 16 luglio 2020.
  23. ^ (ES) El drama de los cuerpos perdidos en la guerra, reflejado en "Volviendo a casa", su Telam. URL consultato il 16 luglio 2020.
  24. ^ a b (ES) El documentalista Ricardo Preve visitará mañana Santa Fe, su Pausa, 26 agosto 2019. URL consultato il 16 luglio 2020.
  25. ^ (ES) Volviendo a casa tuvo su primera función en el espacio Incaa Cine Gaumont, su INCAA. URL consultato il 16 luglio 2020.
  26. ^ Tornando a casa, su RAI Ufficio Stampa. URL consultato il 16 luglio 2020.
  27. ^ (ES) La bandolera que capturó a un comisario para someterlo a trabajos domésticos, su El Patagónico. URL consultato il 16 luglio 2020.
  28. ^ (ES) Virginia Haurie, Mujeres en tierra de hombres: historia de las primeras colonizadoras de la Patagonia, Ediciones Carena, 2006, ISBN 978-84-96357-61-7. URL consultato il 16 luglio 2020.
  29. ^ A Grayling Never Dies - IMDb. URL consultato il 16 luglio 2020.
  30. ^ (ES) Amigos de DNDi América Latina, su DNDIAL, 27 ottobre 2009. URL consultato il 16 luglio 2020.
  31. ^ (ES) Testimonio de un ritual, su BBC News. URL consultato il 2020/16/07.
  32. ^ (ES) Exposición Afrodescendientes / Huellas e Identidades - Argentina, su Crespial, 20 settembre 2011. URL consultato il 16 luglio 2020.
  33. ^ (ES) Noticias del Portal de la Cultura de América Latina y el Caribe, su Unesco. URL consultato il 16 luglio 2020.
  34. ^ (EN) A Grayling Never Dies, su Cinando. URL consultato il 17 luglio 2020.
  35. ^ Savona, conferita a Ricardo Preve la medaglia d'oro al Merito di Marina, su IVG.it. URL consultato il 16 luglio 2020.
  36. ^ Savona, conferita a Ricardo Preve la medaglia d'oro al Merito di Marina, su Libero 24 x 7. URL consultato il 16 luglio 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN169706267 · ISNI (EN0000 0001 2036 4328 · BNE (ESXX4966259 (data) · WorldCat Identities (ENviaf-169706267
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie