Rho Coronae Borealis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rho Coronae Borealis
Rho Coronae Borealis
Corona Borealis IAU.svg
ClassificazioneNana gialla
Classe spettraleG0-2 V
Distanza dal Sole56,2 anni luce [1]
CostellazioneCorona Boreale
Coordinate
(all'epoca J2000.0)
Ascensione retta16h 01m 02,662s
Declinazione+33° 18′ 12,63″
Parametri orbitali
Sistema planetarioRho Coronae Borealis b
Dati fisici
Raggio medio1,36[2] R
Massa
0,89[2] M
Temperatura
superficiale
5627 K[2] (media)
Luminosità
Metallicità49% rispetto al Sole[2]
Dati osservativi
Magnitudine app.+5,41
Magnitudine ass.+4,21
Moto proprioAR: -196,63 mas/anno
Dec: -773,02 mas/anno
Velocità radiale18,4 km/s
Nomenclature alternative
15 Coronae Borealis, 2MASS J16010264+3318124, BD+33°2663, CCDM J16011+3318A, GC 21527, GJ 9537, HD 143761, HIP 78459, HR 5968, LTT 14764, SAO 65024

Coordinate: Carta celeste 16h 01m 02.662s, +33° 18′ 12.63″

Rho Coronae Borealis (ρ CrB, ρ Coronae Borealis) è una stella distante circa 56 anni luce situata nella costellazione della Corona Boreale, simile al Sole, e attorno alla quale, nel 1997, è stato scoperto un pianeta extrasolare.

Caratteristiche fisiche[modifica | modifica wikitesto]

Rho Corona Borealis è una nana gialla di tipo spettrale G0V, con caratteristiche simili a quelle del Sole, anche se rispetto ad esso pare più vecchia, con un'età che viene stimata essere come 6 miliardi di anni ma che alcune fonti riportano che potrebbe avere un'età anche di 11 miliardi di anni, e potrebbe essere ormai nell'ultima parte del suo percorso nella sequenza principale[4], come suggeriscono le stime di raggio e temperatura. La massa è del 90% quella del Sole, mentre il raggio è maggiore, ed è stato stimato essere 1,36 R[5].

Sistema planetario[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1997 si scoprì uno dei primi esopianeti orbitanti attorno alla stella, designato Rho Coronae Borealis b; dista 0,22 UA mediamente dalla stella e le orbita attorno in circa 40 giorni. Ha una massa minima paragonabile a quella di Giove, ma analisi successive hanno proposto una massa nettamente maggiore, fino a 115 volte quella gioviana, il che ne farebbe non un pianeta ma una nana rossa[6]. Tuttavia nel 2016 un nuovo studio ha confermato la presenza del pianeta gioviano a 0,22 UA dalla stella, annunciando contemporaneamente la scoperta di un secondo pianeta, Rho Coronae Borealis c, che orbita a 0,41 UA dalla stella e avente una massa di circa 25 M, un po' più massiccio quindi di Nettuno[7]. Il pianeta ha un periodo orbitale di 102 giorni e come b si trova al di fuori della zona abitabile, con temperature di equilibrio rispettivamente di 614 e 448 K[2].

Prospetto del sistema planetario[modifica | modifica wikitesto]

PianetaTipoMassaPeriodo orb.Sem. maggioreEccentricitàScoperta
bGigante gassoso1,045 MJ39,65 giorni0,2196 UA0,0372016
cGigante gassoso0,079 MJ102,54 giorni0,4123 UA0,052016

Nel 1999 fu annunciata anche la scoperta di un disco circumstellare posto a una distanza di circa 85 UA dalla stella, e simile alla fascia di Kuiper. La sua presenza tuttavia non ha trovato nella ricerca di eccesso di radiazione infrarossa da parte del Telescopio spaziale Spitzer[8].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni