Rhinopithecus roxellana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Rinopiteco dorato
Goldstumpfnasen (Rhinopithecus roxellana).jpg
Rhinopithecus roxellana
Stato di conservazione
Status iucn3.1 EN it.svg
In pericolo
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa Bilateria
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Mammalia
Sottoclasse Theria
Infraclasse Eutheria
Superordine Euarchontoglires
(clade) Euarchonta
Ordine Primates
Sottordine Haplorrhini
Infraordine Simiiformes
Parvordine Catarrhini
Superfamiglia Cercopithecoidea
Famiglia Cercopithecidae
Sottofamiglia Colobinae
Genere Rhinopithecus
Specie R. roxellana
Nomenclatura binomiale
Rhinopithecus roxellana
(Milne-Edwards, 1870)

Il Rinopiteco dorato (Rhinopithecus roxellana (Milne-Edwards, 1870)) è una specie di primate della famiglia dei Cercopitecidi, endemica della Cina.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

È dotato di un pelo lungo e dorato. In questa scimmia c'è uno spiccato dimorfismo sessuale. Il maschio presenta una taglia doppia rispetto a quella della femmina ed ha inoltre la faccia color turchese, mentre la femmina ha una colorazione facciale tendente al marrone.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Questo primate è uno dei pochi al mondo che riesce a sopravvivere in luoghi dove le temperature invernali sono molto basse. Vive in branchi di centinaia di individui che, al momento della ricerca di cibo, si dividono in piccoli gruppetti, composti da un maschio e dalle femmine con i loro cuccioli. Vegetariano, il rinopiteco dorato consuma principalmente fiori e foglie, mentre in inverno si nutre di cortecce d'albero.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Abita i freddi altopiani cinesi di Gansu, Hubei, Sichuan e Shanxi.

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

Preda di aquile e leopardi, il rinopiteco dorato è classificato dalla IUCN come vulnerabile, per la caccia intensa a causa di carne e pelliccia cui è sottoposto. È minacciato anche dalla deforestazione.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi