Rhiannon Giddens

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rhiannon Giddens
Rhiannon Giddens of Carolina Chocolate Drops North Carolina USA July 2009.jpg
Rhiannon Giddens nel luglio 2009
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereFolk
Bluegrass
Blues
Contemporary R&B
Periodo di attività musicale2005 – in attività
EtichettaMusic Maker, Nonesuch Records
Album pubblicati3
Studio3
Sito ufficiale

Rhiannon Giddens (Greensboro, 21 febbraio 1977) è una cantante, musicista e attrice statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Salita alla ribalta come membro dei Carolina Chocolate Drops, Rhiannon Giddens ha pubblicato il suo album di debutto da solista nel 2015.[1] Intitolato Tomorrow Is My Turn, è stato accolto positivamente dalla critica, tanto da ricevere una candidatura ai Grammy Awards 2016 come miglior album folk, ed è entrato nella Billboard 200 alla 53ª posizione e nella Official Albums Chart alla 28ª.[2][3][4] Tra il 2017 e il 2018 ha avviato la sua carriera da attrice recitando nella serie Nashville.[5]

Nel 2016 ha vinto il premio Steve Martin, diventando la prima donna e la prima persona di colore a ricevere tale riconoscimento.[6] Due anni più tardi il secondo disco Freedom Highway, oltre alle classifiche dei paesi di lingua anglofona, è riuscito a piazzarsi anche in graduatorie europee, come quella francese e svizzera.[7][8]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

  • 2015 – Tomorrow Is My Turn
  • 2017 – Freedom Highway
  • 2019 – There Is No Other (con Francesco Turrisi)

Album dal vivo[modifica | modifica wikitesto]

  • 2016 – Live at Jazzfest 2016
  • 2017 – Live at Jazzfest 2017

EP[modifica | modifica wikitesto]

  • 2014 – We Rise
  • 2015 – Factory Girl

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 2019 – Cruel World
  • 2020 – Just The Two Of Us (feat. Sxip Shirey)
  • 2020 – Don't Call Me Names

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Rhiannon Giddens Is The 21st Century's Revelator, su National Public Radio. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  2. ^ (EN) Rhiannon Giddens, su Grammy Award. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  3. ^ (EN) Rhiannon Giddens, su billboard.com, Billboard. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  4. ^ (EN) RHIANNON GIDDENS full Official Chart History, su officialcharts.com, Official Charts Company. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  5. ^ (EN) Angela Stefano, Rhiannon Giddens Joins 'Nashville' Cast, su The Boot. URL consultato il 27 dicembre 2020.
  6. ^ (EN) Dave Itzkoff, Rhiannon Giddens Brings Diversity to Banjo Award (Published 2016), su nytimes.com, The New York Times. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  7. ^ (FR) Rhiannon Giddens - Freedom Highway, su lescharts.com. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  8. ^ Rhiannon Giddens - Freedom Highway, su swisscharts.com. URL consultato il 28 dicembre 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN46552400 · ISNI (EN0000 0000 5153 2155 · Europeana agent/base/135357 · LCCN (ENno2007123695 · GND (DE1069561754 · BNF (FRcb16987243q (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2007123695