Rete tranviaria di Seattle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tranvia di Seattle
Servizio di trasporto pubblico
Tipo Tranvia
Stati USA
Città Seattle
Apertura 2007
Gestore King County Metro
Lunghezza 2,7 km
Trasporto pubblico

La rete tranviaria di Seattle è un tipo di trasporto con rotabili a trazione elettrica la cui entrata in funzione della prima linea (la linea South Lake Union Streetcar) è avvenuta nel dicembre del 2007, mentre l'entrata in servizio della linea First Hill è prevista per il 2013. Prima di questa linea a Seattle era presente un servizio tramviario dal 1890 al 1941 (trasformato in servizio autobus) e un ulteriore servizio, denominato Waterfront Streetcar per il percorso che seguiva, attivo dal 1982 al 2005 (cessato per l'eliminazione del deposito per far posto ad un parco).

Waterfront Streetcar (Tram lungomare)[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La prima linea tranviaria moderna di Seattle, la Waterfront, venne inaugurata il 29 maggio del 1982. La linea percorreva 2.6km lungo Alaskan Way fino al lungomare di Elliott Bay, dal quale prendeva il nome (waterfront). Le prime due vetture vennero acquistate da George Benson, membro del consiglio comunale cittadino, dalla città di Melbourne. Altre due vetture vennero acquistate, sempre dalla città di Melbourne, tra il 1990 ed il 1993. Tutte le vetture erano state costruite alla fine degli anni trenta. Nel 1990 la linea venne allungata di circa mezzo chilometro per collegare il distretto internazionale.[1] Il 19 novembre 2005 il deposito venne demolito per far posto all'Olympic Sculpture Park, senza deposito il servizio venne cessato, furono avanzate proposte di costruzione di un nuovo deposito in un'altra area ma tutti i progetti vennero cestinati. Nel 2007, a due anni dalla chiusura del servizio, la linea venne inserita, dalla National Geographic Society, nella lista delle 10 più importanti linee tramviarie.[2] Al momento non sono attivi progetti per il ripristino della linea, ma l'attuale sindaco di Seattle Mike McGinn ha suggerito di riconsiderare la riattivazione.[3]

Percorso e stazioni[modifica | modifica wikitesto]

La linea procedeva principalmente da Nord a Sud di fianco alla Alaskan Way su un binario abbandonato della linea ferroviaria della Burlington Northern and Santa Fe Railway. La linea inizialmente terminava a Broad Street, ma a causa della costruzione del parco Olympic Sculpture, che causò la chiusura del servizio, vennero eliminati il deposito e l'ultima fermata del tragitto. Attualmente l'ultima fermata si trova a Vine Street, che rimarrebbe tale anche nel caso si riattivasse il servizio. In ogni caso, la linea si estende ancora fino a Broad Street permettendo, nel caso di una futura riattivazione, la possibilità di posizionare una fermata a poca distanza dalla vecchia stazione eliminata all'agolo tra Broad Street e Alaskan Way.

Nome Vicinanze Posizione Altro
Waterfront Streetcar
Jackson Street International District S. Jackson Street e Fifth Avenue S. Connession con il tunnel Downtown Seattle Transit e la stazione di King Street. Serviti: Qwest Field, Safeco Field, Uwajimaya
Occidental Park Pioneer Square S. Main Street e Occidental Avenue S. Serviti: Pioneer Square, Seattle e il parco storico Klondike Gold Rush National
Washington Street Lungomare Washington Street e Alaskan Way Connessione con il traghetto verso Vashon Island. Servite Pioneer Square, Central Waterfront, Harbor Entrance Pergola
Madison Street Lungomare Madison Street e Alaskan Way Connessione con i traghetti di Colman Dock (verso Bainbridge Island e Bremerton), West Seattle Water Taxi
University Street Lungomare University Street e Alaskan Way Serviti: il parco Waterfront, Bay Pavilion, Harbor Steps, il museo d'arte di Seattle, Downtown Seattle
Pike Street Lungomare Pike Street e Alaskan Way Serviti: l'aquario di Seattle, Pike Hillclimb ed il mercato di Pike Place
Bell Street Lungomare Bell Street e Alaskan Way Serviti: Belltown e Bell Street Pier
Vine Street Lungomare Vine Street e Alaskan Way Serviti: il Porto di Seattle, Victoria Clipper, The Edgewater, l'Istituto d'arte di Seattle, Real Networks
Broad Street Lungomare Broad Street e Alaskan Way Serviti: il parco di Myrtle Edwards e il centro di Seattle. Nota: Questa stazione è stata demolita insieme al deposito per la costruzione del parco Olympic Sculpture che ha causato la chiusura della linea.
Fine della linea

Tutte le stazioni (ad eccezione delle stazioni Occidental Park e Jackson Street) lungo la Alaskan Way erano in origine dipinte di marrone all'apertura del servizio. Nel 2004, tutte queste stazioni sono state ridipinte blu scuro e refurbished. Le stazioni Occidental Park e Jackson furono progettate per riflettere l'architettura circostante quando la linea venne estesa nel 1990. La stazione Jackson Street ricalca lo stile asiatico delle pagode mentre la stazione Occidental park ha uno stile vintage.

South Lake Union Streetcar[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Seattle Electric Railway and Power Company aveva installato binari per tram sulla Westlake Avenue, lungo la quale la linea attuale inizia il proprio percorso, nel 1890.[4] Nell'aprile del 1941, l'azienda di trasporto pubblico di Seattle convertì le ultime due linee tranviarie rimaste (la 19 Eighth Avenue Northwest e la 21 Phinney Avenue) in linee d'autobus (numerate rispettivamente 28 e 5);[5] entrambe usavano Westlake Avenue per raggiungere Fremont Bridge dal centro cittadino.[6]

La riapertura del servizio tranviario su Westlake Avenue era stato originariamente voluta dal cofondatore della Microsoft, Paul Allen, per aiutare a migliorare la zona di South Lake Union, nella quale la sua azienda, la Vulcan Inc., ha fortemente investito.[7] Allen aveva un grosso supporto nel sindaco Greg Nickels, ma non aveva grossi appoggi all'interno del consiglio comunale, che era preoccupato per la mancanza di supporto pubblico per la creazione della linea e che si chiedeva se la città non si dovesse muovere verso nuove tipologie di trasporto.[8]

A causa della pesante influenza delle lobby economiche, tra le quali la Vulcan, il consiglio comunale di Seattle approvò lo sviluppo del quartiere in un centro di ricerca biotecnologico e biomedico. Nel progetto era inclusa la verifica di fattibilità di una linea tramviaria di 2.6 km per un costo complessivo di 45 milioni di dollari. La linea venne approvata nel 2005 per un costo pari a 50.5 milioni, di questi 25 milioni pagati dalle aziende beneficiarie della linea e il restante pagato dallo stato e dal comune.[9] La maggioranza dei beneficiari del servizio lungo il percorso sono stati favorevoli al progetto, nonostante gli fosse chiesto un aumento delle tasse per finanziarlo. Solo 12 delle 750 aziende si opposero alla tassa di miglioramento locale.[10] Il progetto è stato sviluppato seguendo quello del tram di Portland, un sistema tranviario moderno simile che è stato inaugurato a Portland nel 2001.[11] I lavori di costruzione sono iniziati nel luglio del 2006.|language=en[11]

I residenti sostengono che durante la costruzione era originariamente conosciuto come il South Lake Union Trolley, che abbrevia a SLUT (in inglese prostituta). Mentre non vi è alcuna prova che questo nome sia mai stato usato come un nome ufficiale, a causa della popolarità della sigla il nome è stato mantenuto anche se non ufficialmente.[12]

Il servizio è stato inaugurato il 12 dicembre 2007 e tutti i passeggeri hanno viaggiato gratuitamente fino alla fine del mese.[13] I mezzi passano ogni quindici minuti, sette giorni a settimana. I mezzi usati sono tre Inekon 12 Trio in tre sezioni: uno rosso, uno viola ed uno arancione. Ci sono stati pochi incidenti e guasti da quando il servizio è entrato in fuznione.[14][15][16] Il sistema appartiene alla città di Seattle ma viene gestito dal King County Metro tramite contratto con la stessa città.[17]

Il basso numero di passeggeri è stato inferiore alle più basse aspettative nel primo anno. Obiezioni sono state poste circa il numero di mezzo milione di passeggeri che avrebbe utilizzato il servizio nel 2007, infatti le vetture appaiono spesso vuote e ci sono preoccupazioni circa i ricavi. Nel 2007, i ricavi totali provenienti dalla vendita dei biglietti sono stati $371,594, il costo per singolo biglietto è di 75 centesimi.[18] Il numero di passeggeri e destinato ad aumentare appena la sede di Amazon.com si sarà trasferita nella nuova location.[19]

Nel 2009, durante le elezioni politiche di Seattle entrambi i candidati alle alezioni dichiararono che i tram erano stati una pessima idea.[20] Il presidente del consiglio comunale, Richard Conlin, era l'unica eccezione, e vuole espandere la linea attraverso Fremont fino a Ballard ed utilizzare segnalazioni e priorità migliori per permettere ai tram di spostarsi più velocemente attraverso il traffico.[21]

Percorso e stazioni[modifica | modifica wikitesto]

Posizione Vicinanze Direzione Altro
South Lake Union Streetcar
Westlake Center (Pacific Place station) Downtown Seattle Nord e Sud Connessione con il Downtown Seattle Transit Tunnel (Autobus e linea ferroviaria leggera), con la monorotaia. Serviti: Westlake Center, Pacific Place. Futura espansione prevista verso il Pike Place Market
Westlake (Southbound) & Seventh Belltown Sud Serviti: Belltown
Westlake (Northbound) & Seventh Belltown Nord Serviti: Belltown
Westlake & Ninth Belltown/Denny Regrade Sud Serviti: Denny Park, centro di Seattle Center, REI Flagship
Westlake & Denny Belltown/Denny Regrade Nord Serviti: Denny Park, centro di Seattle Center, REI Flagship
Westlake & Thomas South Lake Union Sud Serviti: Cascade Playground, Seattle Times, Amazon.com
Terry & Thomas South Lake Union Nord Serviti: Cascade Playground, Seattle Times, Amazon.com
Westlake & Mercer South Lake Union Sud Serviti: University of Washington, Bill & Melinda Gates Foundation, Amazon.com
Terry & Mercer South Lake Union Nord Serviti: University of Washington, Bill & Melinda Gates Foundation, Amazon.com
Lake Union Park South Lake Union Nord e Sud Serviti: Lake Union Park, Centro per barche di legno, Northwest Seaport. Futura espansione prevista verso Ballard
Fairview & Campus Drive (Hutchinson Cancer Research Center station) Cascade Nord e Sud Serviti: Fred Hutchinson Cancer Research Center, Eastlake. Futura espansione prevista verso l'U-District
Fine della linea
Unknown route-map component "uENDEa"
Urban stop on track
Fairview & Campus Drive
Urban stop on track
Lake Union Park
Unknown route-map component "uKRW+l" Unknown route-map component "uKRWgr"
Urban stop on track Unknown route-map component "uSTRg"
Westlake & Mercer
Urban straight track one-way forward Urban stop on track
Terry & Mercer
Urban stop on track Unknown route-map component "uSTRg"
Westlake & Thomas
Urban straight track one-way forward Urban stop on track
Terry & Thomas
Unknown route-map component "uKRWg+l" Unknown route-map component "uKRWr"
Urban stop on track + Unknown route-map component "NULg"
Westlake & Denny solo lato nord
Urban stop on track + Unknown route-map component "NULf"
Westlake & 9th solo lato sud
Urban stop on track
Westlake & 7th
Urban End station + Hub
+ Hub
Westlake Hub
Unknown route-map component "CONTgq violet"
Unknown route-map component "hKBHFr violet" + Unknown route-map component "HUB26"
connessione con la monorotaia di Seattle
Unknown route-map component "utCONTgq"
Unknown route-map component "utKBHFr" + Hub
connessione con stazione ferroviaria Central Link

Passeggeri[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l'iniziale periodo gratuito nel dicembre del 2007 la città ha previsto 950 passeggeri per giorno, equivalente al 7.5% dell'intera capacità del sistema di 12,600 per giorno.[22] Il giorno del suo primo anniversario la città ha annunziato che 507,000 persone hanno usato i tram, cioè 428,675 dopo il periodo gratuito. Equivale a 1,283 per giorno e il 10.2% della capacità del sistema.

Durante il suo periodo inaugurale dal 12 dicembre al 31 dicembre 2007, i tram erano gratuiti. Il costo del biglietto è stato quindi portato a $1.50, successivamente a $1.75, e nel marzo 2010 a $2.25[23]. Nel periodo in cui i tram erano gratuiti 78,325 persone hanno utilizzato il servizio, ma quando divenne a pagamento il numero dei passeggeri è sceso a 12,369 per la prima metà di gennaio. Altri fattori che possono aver influito sul calo sono che dicembre è periodo di shopping natalizio e il tram era una novità.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) George Benson, The Seattle Waterfront Streetcar -- The Steep Grade from Idea to Reality by George Benson, HistoryLink.org, 1992. URL consultato l'8 giugno 2009.
  2. ^ (EN) Christopher Hume, Kalinowski, Tess, Toronto streetcar named among world's best, Toronto Star, 29 dicembre 2007. URL consultato il 24 luglio 2008.
  3. ^ (EN) Martin H. Duke, McGinn Supports First Hill Streetcar, “Open to” Other Lines, Seattle Transit Blog, 8 settembre 2009. URL consultato il 13 dicembre 2009.
  4. ^ Kit Oldham, HistoryLink.org, Officials break ground for Seattle's South Lake Union Streetcar on July 7, 2006|language=en
  5. ^ University of Washington Libraries, Guide to the Seattle Municipal Street Railway Photograph Collection, accessed October 2009|language=en
  6. ^ Seattle Municipal Street Railway, system map, January 26, 1941
  7. ^ Todd Bishop, Allen envisions streetcars serving South Lake Union, Seattle Post-Intelligencer, 14 giugno 2002. URL consultato il 3 marzo 2007.|language=en
  8. ^ Neil Modie, Lake Union streetcar plan has council skeptics, Seattle Post-Intelligencer, 25 gennaio 2003. URL consultato il 5 marzo 2007.|language=en
  9. ^ Kathy Mulady, South Lake Union streetcar cost shocks neighbors, Seattle Post-Intelligencer, 5 ottobre 2005. URL consultato il 3 marzo 2007.|language=en
  10. ^ George Howland, Jr., Vulcan's Inside Track, Seattle Weekly, 18 gennaio 2006. URL consultato il 10 giugno 2009.|language=en
  11. ^ a b Mike Lindblom, Seattle breaking ground today for South Lake Union streetcar, The Seattle Times, 6 luglio 2006. URL consultato il 10 giugno 2009.
  12. ^ (EN) Kery Murakami, SLUT -- Streetcar's unfortunate acronym seems here to stay, Seattle Post-Intelligencer, 18 settembre 2007. URL consultato il 19 settembre 2007 (archiviato dall'url originale il 2009-06-23).
  13. ^ Seattle Times Staff, Streetcar starts service, The Seattle Times, 12 dicembre 2007. URL consultato il 10 giugno 2009.|language=en
  14. ^ Seattle Times Staff, Streetcar hits SUV that ran red light, The Seattle Times, 19 dicembre 2007. URL consultato il 2 aprile 2008.|language=en
  15. ^ (EN) Seattle Times Staff, South Lake Union accident takes red streetcar out of service, The Seattle Times, 2 aprile 2008. URL consultato il 2 aprile 2008.|language=en
  16. ^ http://seattletimes.nwsource.com/html/localnews/2008072157_race25m0.html%7Clanguage=en
  17. ^ (EN) About the Division (section: 2007 in review), King County Metro Transit. URL consultato il 10 giugno 2009.
  18. ^ "City's generous South Lake Union streetcar ridership numbers raise questions", By Kathy Mulady, Seattle PostGlobe, May 24, 2009, accessed November 2, 2009.|language=en
  19. ^ "Past, present, and future", By Oran Viriyincy, Crosscut, Oct 10, 2008, accessed March 18, 2010.
  20. ^ "South Lake Union Streetcar -- a loser in this campaign season", by Susan Gilmore. Seattle Times, October 6, 2009|language=en
  21. ^ "Meet Your New Mayor", by Dominic Holden, The Stranger, November 3, 2009|language=en
  22. ^ (EN) Aimee Curl, Won't You Ride the S.L.U.T?, Seattle Weekly, 23 gennaio 2008. URL consultato il 25 gennaio 2008.
  23. ^ Seattle Streetcar: South Lake Union Line: About the Streetcar

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Stati Uniti d'America Portale Stati Uniti d'America: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Stati Uniti d'America