Requisito funzionale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Un requisito funzionale (F, RF, o FR dall'inglese "functional requirement"), nell'ambito dell'ingegneria del software, è un requisito che definisce una funzione di un sistema di uno o più dei suoi componenti, definendone la tipologia degli ingressi e delle uscite, nonché il comportamento.

Ad esempio, requisiti funzionali per una televisione possono essere l'accendersi e lo spegnersi, cambiare canale e modificare il volume.

L'esecuzione di un requisito funzionale[modifica | modifica wikitesto]

Secondo documentato dall'ingegnere del software e mantenitore dei portali IngegneriadelSoftware.online e AnalisedeRequisitos.com.br, Alff Francilvio, l'esecuzione di un requisito funzionale si da a partire di una richiesta, sia di un utente che del proprio software.

Tutti esprimono funzionalità che il sistema deve eseguire a seguito della richiesta o dell’azione di un utente, in modo da poterli identificare facilmente come requisiti funzionali. Un requisito funzionale può essere eseguito anche a seguito dell’esecuzione di un requisito precedente, che include tale requisito nella sua esecuzione.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ chicoalff, Requisiti del software? Cosa sono i requisiti funzionali e non funzionali. | Ingegneria del software e analisi dei requisiti, su ingegneriadelsoftware.online. URL consultato il 12 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 12 gennaio 2020).
Informatica Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di informatica