Repentless

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Repentless
Artista Slayer
Tipo album Studio
Pubblicazione 11 settembre 2015
Durata 41:57
Dischi 1
Tracce 12
Genere Thrash metal
Etichetta Nuclear Blast
Produttore Terry Date
Registrazione marzo 2014–gennaio 2015, Henson Studios, Los Angeles (California)
Formati CD, CD+DVD, CD+BD, 2 CD+BD+DVD, MC, download digitale
Slayer - cronologia
Album precedente
(2010)
Album successivo
Singoli
  1. When the Stillness Comes
    Pubblicato: 18 aprile 2015
  2. Repentless
    Pubblicato: 19 giugno 2015
  3. Cast the First Stone
    Pubblicato: 31 agosto 2015
  4. You Against You
    Pubblicato: 4 settembre 2015

Repentless è l'undicesimo album in studio del gruppo musicale statunitense Slayer, pubblicato l'11 settembre 2015 della Nuclear Blast.[1]

L'album ha venduto 49.000 copie durante la prima settimana di pubblicazione, debuttando al quarto posto della Billboard 200, il miglior risultato in classifica mai ottenuto dal gruppo negli Stati Uniti d'America.[2] Nella seconda settimana è sceso alla posizione numero 34, vendendo altre 11.000 copie.[3]

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Anticipato in un primo momento dal brano Implode, reso disponibile per il download gratuito il 24 aprile 2014,[4] e successivamente dai singoli When the Stillness Comes e Repentless (il primo uscito il 18 aprile in occasione del Record Store Day e il secondo il 19 giugno),[5][6] Repentless è il primo album in studio pubblicato dal gruppo senza Jeff Hanneman, morto nel 2013 e sostituito da Gary Holt, nonché il primo con il batterista Paul Bostaph dai tempi di God Hates Us All (2001), che ha rimpiazzato Dave Lombardo in seguito al licenziamento di quest'ultimo da parte del gruppo.

L'album contiene inoltre un rifacimento di Atrocity Vendor, originariamente pubblicato come lato B del singolo World Painted Blood.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi e musiche di Kerry King, eccetto dove indicato.

  1. Delusions of Saviour – 1:55
  2. Repentless – 3:19
  3. Take Control – 3:14
  4. Vices – 3:32
  5. Cast the First Stone – 3:43
  6. When the Stillness Comes – 4:21
  7. Chasing Death – 3:45
  8. Implode – 3:49
  9. Piano Wire – 2:49 (Jeff Hanneman)
  10. Atrocity Vendor – 2:55
  11. You Against You – 4:21
  12. Pride in Prejudice – 4:14
Tracce bonus nell'edizione giapponese
  1. War Ensemble (Live at Wacken 2014) – 6:10
  2. Black Magic (Live at Wacken 2014) – 3:50
Live at Wacken 2014 – CD/DVD/BD bonus nell'edizione deluxe
  1. Intro – 0:46
  2. Hell Awaits – 5:04 (musica: Jeff Hanneman, Kerry King)
  3. The Antichrist – 2:52 (testo: Jeff Hanneman – musica: Jeff Hanneman, Kerry King)
  4. Mandatory Suicide – 3:54 (Tom Araya)
  5. Hate Worldwide – 3:11
  6. War Ensemble – 6:10 (Tom Araya)
  7. Postmortem – 3:39 (Jeff Hanneman)
  8. Captor of Sin – 3:43 (Jeff Hanneman, Kerry King)
  9. Disciple – 3:44 (musica: Jeff Hanneman)
  10. Seasons in the Abyss – 5:54 (Tom Araya)
  11. Born of Fire – 3:53
  12. Dead Skin Mask – 5:33 (Tom Araya)
  13. Raining Blood – 4:09 (testo: Jeff Hanneman, Kerry King – musica: Jeff Hanneman)
  14. Black Magic – 3:50 (musica: Jeff Hanneman, Kerry King)
  15. South of Heaven – 4:12 (Tom Araya)
  16. Angel of Death – 5:19 (Jeff Hanneman)
  17. Outro – 2:06
  18. Making of Repentless (Documentary) – assente nell'edizione CD

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2015) Posizione
massima
Australia[7] 3
Austria[7] 6
Belgio (Fiandre)[7] 4
Belgio (Vallonia)[7] 7
Canada[8] 3
Danimarca[7] 9
Finlandia[7] 3
Francia[7] 7
Germania[7] 1
Giappone[9] 10
Irlanda[10] 15
Italia[7] 8
Norvegia[7] 6
Nuova Zelanda[7] 8
Paesi Bassi[7] 2
Polonia[11] 2
Portogallo[7] 4
Regno Unito[12] 11
Regno Unito (rock & metal)[13] 2
Repubblica Ceca[14] 4
Scozia[15] 7
Spagna[7] 8
Stati Uniti[16] 4
Stati Uniti (digital)[17] 6
Stati Uniti (hard rock)[18] 2
Stati Uniti (rock)[19] 2
Stati Uniti (tastemaker)[20] 1
Svezia[7] 5
Svizzera[7] 3
Ungheria[21] 4

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) SLAYER To Release 'Repentless' Album On 9/11, Blabbermouth.net, 22 maggio 2015. URL consultato il 1º luglio 2015.
  2. ^ (EN) Daniel Kreps, On the Charts: Slayer Capture Best Debut With Repentless, Rolling Stone, 21 settembre 2015. URL consultato il 13 marzo 2016.
  3. ^ (EN) Matt Brown, Metal By Numbers 9/30: Fortune shines down on the charts, Metal Insider, 30 settembre 2015. URL consultato il 13 marzo 2016.
  4. ^ (EN) Spencer Kaufman, Download New Slayer Song 'Implode' for Free, Loudwire, 24 aprile 2014. URL consultato il 14 settembre 2015.
  5. ^ (EN) SLAYER's 'When The Stillness Comes' Single To Be Made Available On Green, White And Bi-Colored Vinyl, Blabbermouth.net, 15 aprile 2015. URL consultato il 14 settembre 2015.
  6. ^ (EN) Ben Kaye, Slayer unleash thrashing new single "Repentless", a tribute to Jeff Hanneman — listen, Consequence of Sound, 19 giugno 2015. URL consultato il 15 settembre 2015.
  7. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p (NL) Slayer - Repentless, Ultratop. URL consultato il 13 marzo 2016.
  8. ^ (EN) Slayer - Chart history (Billboard Canadian Albums), Billboard. URL consultato il 13 marzo 2016.
  9. ^ (JA) Slayer – Repentless, Oricon. URL consultato il 13 marzo 2016.
  10. ^ (EN) TOP 100 ARTIST ALBUM, WEEK ENDING 17 September 2015, GFK Chart-Track. URL consultato il 13 marzo 2016.
  11. ^ (PL) OLiS - Sales for the period 11.09.2015 - 17.09.2015, OLiS. URL consultato il 13 marzo 2016.
  12. ^ (EN) Official Albums Chart Top 100: 18 September 2015 - 24 September 2015, Official Charts Company. URL consultato il 13 marzo 2016.
  13. ^ (EN) Official Rock & Metal Albums Chart Top 40: 18 September 2015 - 24 September 2015, Official Charts Company. URL consultato il 13 marzo 2016.
  14. ^ (CS) Hitparáda – Týden – 38. 2015., International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 13 marzo 2016.
  15. ^ (EN) Official Scottish Albums Chart Top 100: 18 September 2015 - 24 September 2015, Official Charts Company. URL consultato il 13 marzo 2016.
  16. ^ (EN) Slayer- Chart history (Billboard 200), Billboard. URL consultato il 13 marzo 2016.
  17. ^ (EN) Slayer - Chart history (Digital Albums), Billboard. URL consultato il 13 marzo 2016.
  18. ^ (EN) Slayer - Chart history (Hard Rock Albums), Billboard. URL consultato il 13 marzo 2016.
  19. ^ (EN) Slayer - Chart history (Top Rock Albums), Billboard. URL consultato il 13 marzo 2016.
  20. ^ (EN) Slayer - Chart history (Tastemaker Albums), Billboard. URL consultato il 13 marzo 2016.
  21. ^ (HU) Top 40 album-, DVD- és válogatáslemez-lista: 2015. 38. hét, Hivatalos magyar slágerlisták. URL consultato il 13 marzo 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Heavy metal Portale Heavy metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di heavy metal