Motore Renault Type D

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Renault Type D (motore))

Con la sigla Type D si intende una piccola famiglia di motori a scoppio prodotto a partire dal 1996 dalla Casa automobilistica francese Renault.

Caratteristiche e versioni[modifica | modifica wikitesto]

Questi motori sono nati per porsi alla base della gamma motoristica Renault. Le caratteristiche dei motori D sono le seguenti:

Questo motore è stato proposto in due versioni, a loro volta suddivise rispettivamente in tre e due varianti. Eccone di seguito un breve approfondimento.

Type DxF: 1149 cc[modifica | modifica wikitesto]

Le Twingo seconda serie sono uno dei più lampanti esempi di applicazione dei motori Type D da 1149 cc

Questa versione è stata la prima a debuttare ed è anche la più nota tra le due versioni della famiglia D. È stata concepita per sostituire sia il 1.2 E7F, in produzione per la verità da non molto, sia il più anziano 1.2 C3G della famiglia Cléon. Le sue misure di alesaggio e corsa sono rispettivamente di 69x76.8 mm, per una cilindrata totale di 1149 cc, leggermente inferiore, quindi, alle cilindrate delle due unità che va a sostituire. Questo è un primo sintomo del processo di downsizing che verrà seguito da diverse Case automobilistiche europee nel decennio successivo. Il valore della cilindrata è più vicino ad un 1.1 che non ad un 1.2, tuttavia nelle denominazioni ufficiali dei modelli Renault che montano questo motore, la Casa li presenta come dei 1.2. Questo motore è stato proposto in tre varianti monoalbero: aspirato 8V, aspirato 16V e sovralimentato 16V, tutte con alimentazione ad iniezione elettronica multipoint:

  • Type D7F: se la versione da 1149 cc è stata la prima delle due a debuttare, la variante D7F è stata la prima tra le varianti da 1149 cc. È nata infatti nel luglio 1996 ed è stata montata subito sull'intera gamma della Renault Twingo Mk1. Questa variante è caratterizzata da una testata a due valvole per cilindro, dalla distribuzione ad un albero a camme in testa con bilancieri mosso da una cinghia dentata e da un rapporto di compressione pari a 9.6:1. La potenza massima raggiunta da tale variante è di 58 CV a 5250 giri/min, mentre la coppia massima è di 93 Nm a 2500 giri/min.
  • Type D4F: la seconda variante dei motori D da 1149 cc, introdotta nel 2000, è caratterizzata dalla distribuzione monoalbero con testata a 4 valvole per cilindro. Due sono le sottovarianti con cui questa motorizzazione è stata offerta. La prima sottovariante in ordine cronologico è anche la più potente. Eroga infatti 75 CV a 5500 giri/min, con un picco di coppia pari a 105 N·m a 3500 giri/min. La seconda ed ultima variante è stata introdotta nel 2006: eroga 65 CV a 5500 giri/min e 105 N·m a 4250 giri/min.
  • Type D4FT: con questa sigla viene indicata la versione sovralimentata del motore D da 1149 cc, lanciata nel 2007. Grazie al turbocompressore la potenza raggiunge 101 CV a 5500 giri/min ed una coppia massima di 145 N·m a 3000 giri/min.

Riepilogo delle applicazioni dei motori DxF[modifica | modifica wikitesto]

Variante Distribuzione Rapporto di
compressione
Alimentazione Potenza
CV/rpm
Coppia
Nm/rpm
Applicazioni Anni di
produzione
D7F SOHC 9.6 Iniezione
elettronica
multipoint
59/5250 93/2500 Renault Clio Mk1 1.2i 1996-98
Renault Clio Mk2 1.2 1998-05
Renault Clio Storia 1.2 2006-10
Renault Twingo Mk1 1.2 1996-07
Renault Twingo Mk2 1.2 2007-10
Renault Kangoo Mk1 1.2 1997-03
D4F SOHC 9.8 65/5500 105/4250 Renault Clio Mk3 1.2 16V 65CV 2006-09
75/5500 105/3500 Renault Twingo Mk1 1.2 16v 75CV 2004-07
Renault Clio Mk2 1.2 16v 75CV 2001-05
Renault Clio Storia 1.2 16v 2006-09
Renault Clio Mk3 1.2 16v 75CV 2005-12
Renault Clio Mk3 1.2 16v Sportour 2007-13
Renault Kangoo Mk1 1.2 16v 2001-07
105/4250 Renault Modus/GrandModus 1.2 16v 2004-13
Dacia Sandero 1.2 dal 2008
Dacia Logan Mk2 1.2 dal 2012
107/4250 Renault Twingo Mk2 1.2 16v 2007-14
Renault Clio IV 1.2 16v dal 2012
D4FT 9.5 Iniezione
elettronica
multipoint +
turbocompressore
101/5500 145/3000 Renault Twingo 1.2 16v GT TCE 2007-13
Renault Clio Mk3 1.2 TCE berlina e Sportour 2007-13
Renault Modus/GrandModus 1.2 TCE 2007-13
152/3500 Renault Wind 1.2 TCe 2010-13

Type DxD[modifica | modifica wikitesto]

Le due varianti dei motori che si celano dietro questa sigla generica sono state riservate al mercato brasiliano. Introdotte in tale mercato a partire dal 1999, sono in pratica varianti a corsa accorciata del motore da 1149 cc visto in precedenza. Le misure di ogni cilindro sono infatti di 69x66.8 mm, per una cilindrata di 999 cc. Le due varianti si differenziano tra loro essenzialmente per il tipo di distribuzione, monoalbero a due valvole per cilindro nella prima e bialbero a quattro valvole per cilindro nella seconda. I valori delle rispettive potenze massime sono in linea con quelle delle versioni monoalbero e bialbero dei motori da 1149 cc, ma cambiano le doti di erogazione della coppia, i cui valori massimi sono per forza di cose spostati a regimi più alti. Queste due varianti sono note rispettivamente con le sigle D7D (la monoalbero) e D4D (la bialbero).
Mentre l'unità D7D è stata montata sulle Renault Clio Mk2, sulle Twingo Mk1 e sulle Kangoo Mk1, l'untà D4D ha trovato posto unicamente sotto il cofano motore delle Clio 1.0 16V previste sempre per il mercato brasiliano.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]