Renato Marengo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Renato Marengo (Napoli, 5 febbraio 1943) è un conduttore radiofonico, produttore discografico e giornalista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio d'arte, suo padre era prima viola presso l'orchestra del Teatro San Carlo di Napoli. Inizia la sua attività di critico musicale scrivendo di Classica per Il Loggione ed Il giornale della Musica.

Renato Marengo intervista Gianni Sassi nel 1979

A Venezia fonda Attuale un mensile di musica ed immagini al quale collaborarono, tra gli altri, Giuseppe Sinopoli, Roberto De Simone, Crepax, Pier Paolo Preti, Oreste Del Buono. A Milano collabora con Gianni Sassi e con la Cramps. Negli stessi anni riveste il ruolo di coordinatore generale del settimanale musicale Ciao 2001.

Negli anni settanta è produttore discografico di moltissimi protagonisti della scena partenopea, attività che abbandona ad inizio ottanta per dedicarsi maggiormente al giornalismo alla Radio ed alla TV.

Con Michael Pergolani è autore e conduttore della striscia quotidiana su Radio Rai Uno intitolata Demo, dedicata alla musica emergente ed indipendente italiana.

Giornalismo[modifica | modifica wikitesto]

Come giornalista collabora negli anni a Ciao 2001, Sorrisi e Canzoni TV, Radiocorriere TV, Telepiù, Tutto, Popular Photography, Billboard italiano, Intrepido, Monello, Stereoplay, Rockstar, Secolo XIX, L'Unità, Paese Sera, Magazine e Telesette. Ha diretto Attuale e TV Giovani. Dal 2012 direttore del mensile Cinecorriere, storico periodico dedicato al cinema italiano. Dal 2014 Renato Marengo cura la rubrica La musica invisibile sull'edizione italiana del mensile Classic Rock Lifestyle.

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Big (Raiuno), Tandem, Sereno variabile, Concerto per Demetrio Stratos, Vediamoci sul 2, Rai 2 per voi (Raidue), Sestante, Dossier, Grand'angolo, TG2 Starter (TG2), Per la NET Crack & Roll, per TMC T'amo TV, Speciale John Cage (Raidue), Una città tutta da ridere (Raitre), Speciali da Sanremo e Speciale Take That per Videomusic, Speciali Mio Capitano (Raidue), Festival del Cabaret di Raitre, Premio Tognazzi (Raitre).

Radio[modifica | modifica wikitesto]

Come autore, conduttore e regista firma in Rai: Un certo discorso, Facciata C, Facimmo 'o jazz, Garofano d'ammore, Supersonic, Ribalta aperta, Combinazione suono, Demo. Dal 2015 è ideatore e conduttore di Classicrockonair.

Produzioni discografiche[modifica | modifica wikitesto]

È ideatore e promotore negli anni '70 del movimento musicale chiamato Napule's Power, producendo Nuova Compagnia di Canto Popolare, Toni Esposito, Edoardo Bennato, Musicanova, Eugenio Bennato, Teresa De Sio, Roberto Ciotti, Roberto De Simone, Concetta Barra, Patrizia Lopez, Mario Schiano, Antonio Infantino, Opus Avantra, Luciano Cilio, Donella Del Monaco. Nel 2009 produce per la Cramps il dvd “1979 Il Concerto per Demetrio Stratos”. Nel 2011 ritorna all'impegno discografico producendo, sempre per la Cramps, Questione Meridionale di Eugenio Bennato e il dvd collegato, Briganti Emigranti e l'anno dopo produce per la Cinevox il cd/album del pianista Alberto Pizzo, “Funambulist”.

Regie[modifica | modifica wikitesto]

2010 Dunque lei ha conosciuto Tenco di Paolo Logli.

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2006 al 2010 ha condotto insieme a Michael Pergolani il Lamezia Demofest & Mei Fest (Festival/Fiera Musicale del Mediterraneo) di Lamezia Terme, organizzato da Ruggero Pegna e Gianni Sergio (con la collaborazione di Giulio Tedeschi). Nel 2013 coordina la mostra “C.A. Bixio musica e parole nel ‘900 italiano”. Dal 2012 è Direttore Artistico del Contest di cortometraggi "L'Immagine del Suono"

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Libri[modifica | modifica wikitesto]

  • Song ‘e Napule (Rai Eri) con Michael Pergolani
  • Enzo Gragnaniello: dai quartieri al Teatro San Carlo (Rai Eri) con Michael Pergolani
  • L'Enciclopedia del pop-rock napoletano (Rai Eri) con Michael Pergolani
  • Lucio Battisti: la vera storia dell'intervista esclusiva[1] (Coniglio Editore/Roma, 2010), con un saggio di Gianfranco Salvatore

Saggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Contaminazioni (testimonianze di un contaminatore) (Testo inedito) [2] che nel 2013 si aggiudica il Premio "Macchina da Scrivere".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ A cui è stato assegnato il Premio Città di Brienza 2010, come migliore libro dell'anno
  2. ^ "Dal tragico bisogno di etichettare, al timore di non essere rigorosamente elitari, alla necessità di scambiasi con altre esperienze, sino al piacere di contaminarsi. Prove dell'esistenza in vita di una “nuova musica” che dalla seconda metà del ‘900 ad oggi è la vera protagonista del secolo, legata certamente alla tradizione di mare e di campagne del Sud d'Italia, strettamente connessa col Mediterraneo e con i Sud del mondo e felicemente autonoma nella sua capacità di assorbire, fondersi con la musica del mondo circostante, contaminarsi. Un inevitabile excursus semistorico tra le tante infinite vie attraverso le quali la musica nasce, si evolve, si insinua, si trasforma, si zittisce, si perde, si contamina e si ritrova" dall'introduzione dell'autore

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Insieme a Michael Pergolani riceve il Premio Ciampi 2000 per il progetto Caruso per S. Giovanni a Teduccio (un cd interpretato da Lucio Dalla, Edoardo Bennato, James Senese, etc., i cui proventi sono serviti alla realizzazione di una scuola di musica nel quartiere napoletano di S.Giovanni a Teduccio).

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiara Maffioletti - Siamo l'anti talent show di Radio 1 Rai - Il Corriere della Sera (Milano), 25 marzo 2010

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN245663129