Renato Galeazzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Renato Galeazzi

Sindaco di Ancona
Durata mandato 22 giugno 1993 –
16 marzo 2001
Predecessore Franco Del Mastro
Successore Fabio Sturani

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XIV, XV
Coalizione L'Ulivo
Circoscrizione XIV (Marche)
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico PDS (1991-1998)
DS (1998-2007)
PD (2007-2009)
Titolo di studio Laurea in medicina
Professione Politico, medico

Renato Galeazzi (Ancona, 22 ottobre 1945) è un politico e medico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1970 si laurea all'università di Bologna ed inizia la sua carriera di medico. In seguito consegue le specializzazioni in gastroenterologia e in malattie infettive prima a Modena e poi negli Stati Uniti a New York. Nel 1989 diventa primario all'ospedale regionale di Ancona. Sposato, con due figli.

Sindaco di Ancona dal 22 giugno 1993 e confermato per il secondo mandato fino al 16 marzo 2001, quando si dimette. Presidente regionale dell'associazione nazionale comuni d'Italia dal 1993 al 2001.

Viene eletto nel 2001 deputato per la XIV Legislatura nelle file dei Democratici di Sinistra, confermato per la XV Legislatura (2006) nel partito dell'Ulivo.

Alle elezioni amministrative italiane 2009 si è presentato nuovamente come candidato sindaco alla città di Ancona sostenuto dalla lista civica "Renato Galeazzi, il sindaco" ed ha ottenuto l'8,21% delle preferenze.[1]

Il 30 giugno 2009 la Procura Generale della Repubblica di Ancona lo accusa, assieme all'ex Sindaco Fabio Sturani, dei reati di concussione e malversazione ai danni della società per la raccolta dei rifiuti Anconambiente.[2] Il 14 ottobre 2010 si conclude il processo a giudizio abbreviato ed il GUP proscioglie Galeazzi per non aver commesso il fatto.[3] L'8 novembre 2012 la Corte d'appello conferma l'assoluzione.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bugaro e Gramillano al ballottaggio, Il Resto del Carlino, 9 giugno 2009. URL consultato il 12 giugno 2009 (archiviato dall'url originale l'11 giugno 2009).
  2. ^ Emanuele Coppari, Sturani e Galeazzi, chiesto il processo., in Corriere Adriatico, 1º luglio 2009. URL consultato il 2 luglio 2009.
  3. ^ Processo ex Ccs: un anno e nove mesi a Sturani, assolto Galeazzi., Il Resto del Carlino, 14 ottobre 2010. URL consultato il 15 ottobre 2010.
  4. ^ Assolto Sturani: «Fine di un incubo, ho visto tanta cattiveria», Il Resto del Carlino, 9 novembre 2012. URL consultato il 12 novembre 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie