Renato Dionisi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando informazioni sull'astista omonimo, vedi Renato Dionisi (atleta).

Renato Dionisi (Rovigno, 2 gennaio 1910Verona, 24 agosto 2000) è stato un compositore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Rovigno in Istria da genitori di origine trentina. Si diplomò in composizione nel 1936 dopo aver studiato al Liceo Musicale di Bolzano sotto la guida di Celestino Eccher e Mario Mascagni; in seguito si perfezionò all'Accademia Chigiana di Siena. Fu docente di armonia nei conservatori di Bolzano e di Firenze e poi dal 1952 per molti anni nel conservatorio di Milano, dove ebbe come allievi molti musicisti italiani contemporanei, tra i quali il cantautore catanese Franco Battiato. Insegnò anche presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra di Milano. Fu autore di importanti pubblicazioni nei settori dell'armonia e del contrappunto, correntemente utilizzate nelle classi di composizione dei conservatori italiani.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Sue composizioni orchestrali sono state eseguite in tutta Europa dall'orchestra della RAI di Roma, dall'orchestra della Radio Svizzera, dall'Orchestra Haydn di Bolzano, da I Solisti Veneti, dirette da direttori quali Carlo Maria Giulini, Hermann Michael, Massimo de Bernart, Pierluigi Urbini e numerosi altri.

Spesso le sue composizioni cameristiche hanno contemplato organici inconsueti, come ad esempio voce e clarinetto, flauto e chitarra, voce e chitarra, voce sola, timpani e orchestra, arpa e pianoforte.

Nel campo della musica corale, soprattutto nella veste di elaboratore di canti popolari provenienti dalla tradizione arcaica, ha elaborato brani per coro misto, molti dei quali appositamente per i Musici Cantori di Trento diretti da Sandro Filippi.

Vicino al Coro della SAT tra gli anni quaranta e settanta, ha armonizzato e dedicato a questo gruppo quarantasei canti tra cui la sua prima Ninna Nanna e la sua ultima armonizzazione (La viecia batàna).

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN115994481 · SBN: IT\ICCU\LO1V\134245 · LCCN: (ENn79140918 · GND: (DE1023471116 · BNF: (FRcb12960167s (data)