René Steichen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
René Steichen

Commissario europeo per l'agricoltura e lo sviluppo rurale
Durata mandato 1993 –
1995
Presidente Jacques Delors
Predecessore Ray MacSharry
Successore Franz Fischler

René Steichen (Diekirch, 27 novembre 1942) è un politico lussemburghese, esponente del Partito Popolare Cristiano Sociale. È stato commissario europeo.

Formazione e carriera professionale[modifica | modifica wikitesto]

Steichen frequentò il ginnasio a Diekirch[1]. Studiò giurisprudenza all'università di Aix-en-Provence e alla Sorbona, poi nel 1966 si laureò in scienze politiche all'Istituto di studi politici di Parigi[1].

Dopo avere ricevuto l'abilitazione, Steicher praticò la professione legale a Diekirch[1].

Carriera politica[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1969 Steichen venne eletto consigliere comunale a Diekirch e nel 1974 divenne sindaco della cittadina[1]. Svolse l'incarico per dieci anni[1].

Nel 1979 Steichen venne eletto membro del parlamento del Lussemburgo e nel 1984 fu nominato segretario di stato per l'agricoltura e la viticoltura nell'ambito del primo governo Santer (1984-1989)[1]. Nel successivo governo Santer II Steichen fu ministro dell'agricoltura, della viticoltura e dello sviluppo rurale[2].

Commissario europeo[modifica | modifica wikitesto]

Nel dicembre 1992 Steichen si dimise dall'incarico ministeriale e dal mandato parlamentare, dopo essere stato indicato dal governo del suo paese come commissario Europeo del Lussemburgo[2]. Entrò in carica il 6 gennaio 1993 come commissario europeo per l'agricoltura e lo sviluppo rurale nell'ambito della Commissione Delors III[2]. Rimase in carica fino al 6 gennaio 1995[2]. Come commissario Steichen emanò regole più stringenti sul trasporto di animali e promosse iniziative contro la sovrapproduzione di carne all'interno dell'Unione europea e contro il continuo aumentò dei sussidi agricoli europei[2].

Attività successive[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la fine dell'esperienza politica, nel giugno 1995 Steichen venne nominato membro del consiglio di amministrazione della compagnia di telecomunicazioni SES Global[2]. Nell'aprile 1996 è stato eletto presidente del consiglio di amministrazione della società[3]. Fa parte dei consigli di amministrazione di altre società legate a SES[3].

Steichen è stato direttore presso la società Luxempart[3]. Dal marzo 2011 fa parte del consiglio di amministrazione della banca Dexia in Lussemburgo[3].

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Gran Croce dell'Ordine al Merito Civile (Spagna) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine al Merito Civile (Spagna)
— 27 aprile 2001[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f (DE) René Steichen, Munzinger. URL consultato il 31 ottobre 2011.
  2. ^ a b c d e f (NL) René Steichen, Europa.nu. URL consultato il 31 ottobre 2011.
  3. ^ a b c d (EN) Executive profile: René Steichen, Bloomberg Businessweek. URL consultato il 31 ottobre 2011.
  4. ^ (ES) Real decreto 466/2001, Vlex. URL consultato il 31 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 16 ottobre 2013).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN189731255 · GND (DE171374959