Remo (nautica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
190.98x190.98px

Il remo, strumento nautico utilizzato per spostare un'imbarcazione, dal punto di vista fisico è una leva che può essere di primo o secondo genere a seconda dell'osservatore che descrive il sistema.

Il remo ha una parte piatta (pala) ad una estremità. Il rematore impugna l'altra estremità. Il remo è distinto dalla pagaia perché quest'ultima è tenuta dal rematore mentre il remo è collegato all'imbarcazione tramite lo scalmo.

Il remo: una leva meccanica[modifica | modifica wikitesto]

Volendo considerare il remo come una leva si deve definire una forza motrice, una forza resistente ed un fulcro. Mentre la forza motrice, comunque si osservi il sistema, è sempre quella applicata dal rematore, il fulcro e la forza resistente possono variare a seconda del punto di osservazione[1][2]:

  • dal punto di vista del rematore la leva è di primo genere: lo scalmo (fermo rispetto al rematore) funge da fulcro e la resistenza dell'acqua è la forza resistente (nell'immagine il vettore della resistenza ha però in realtà verso opposto). Questa leva può essere vantaggiosa o svantaggiosa a seconda della lunghezza dei due bracci.
LeverFirstClass.svg
Leva di primo genere
  • dal punto di vista di un osservatore a riva (o in generale esterno all'imbarcazione) la leva è di secondo genere: il punto in cui il remo è immerso in acqua (fermo rispetto all'osservatore) funge da fulcro e la resistenza dello scalmo è la forza resistente. Questa leva è sempre vantaggiosa.
Leva di secondo genere

È curioso notare come in realtà poi la leva effettiva alla spinta dipenda solamente dalla lunghezza dei due bracci in quanto considerando il sistema fisico lo scalmo è fisso ed è solamente uno strumento di appoggio (atttrito trascurato). Vale di conseguenza dire che maggiore è la distanza dal fulcro alla quale si applica la forza motrice minore sarà la "fatica" del rematore e maggiore sarà la leva e di conseguenza la forza prodotta.

Uso[modifica | modifica wikitesto]

Di solito il rematore è rivolto verso la poppa dell'imbarcazione: raggiunge la posizione più vicina alla poppa che riesce a raggiungere, inserisce la pala del remo nell'acqua e tira il remo verso sé. Traendo il remo indietro, verso la prua del natante, la pala del remo spinge l'acqua verso la poppa, imprimendo al natante una spinta in avanti.

Per migliaia di anni i natanti sono stati mossi o dalle vele o dal lavoro meccanico di rematori o pagaiatori. Alcuni natanti dell'antichità potevano essere spinti sia da remi che da vele, in funzione della velocità e direzione del vento (cfr. trireme e bireme).

Esistono però moltissimi tipi di voga: inglese, canadese, alla veneta, ecc... tutti molto diversi.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE4178119-3
Nautica Portale Nautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di nautica
  1. ^ Attrezzi e dispositivi di uso quotidiano, su www.fisica.uniud.it. URL consultato l'8 giugno 2018.
  2. ^ Physics of rowing (PDF), su eodg.atm.ox.ac.uk.