Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Azerbaigian Occidentale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Azerbaigian Occidentale
provincia
آذربایجان ﻏﺮﺑﻲ
Localizzazione
StatoIran Iran
Amministrazione
CapoluogoUrmia
Territorio
Coordinate
del capoluogo
37°32′N 45°04′E / 37.533333°N 45.066667°E37.533333; 45.066667 (Azerbaigian Occidentale)Coordinate: 37°32′N 45°04′E / 37.533333°N 45.066667°E37.533333; 45.066667 (Azerbaigian Occidentale)
Superficie47 830 km²
Abitanti2 831 779 (2006[1])
Densità59,21 ab./km²
Shahrestān17
Province confinantiTurchia, Iran, Azerbaigian (Naxçıvan), Azerbaigian Orientale, Zanjan, Kurdistan iraniano
Altre informazioni
Prefisso0441
Fuso orarioUTC+3:30
ISO 3166-2IR-02
Cartografia
Azerbaigian Occidentale – Localizzazione
Azerbaigian Occidentale – Mappa

L'Azerbaigian Occidentale[2] (persiano: آذربایجان ﻏﺮﺑﻲ‎, Āzarbāijān-e Gharbi) è una delle trentuno province dell'Iran, il cui capoluogo è Urmia (in lingua azera Urumiye).

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

È una zona prevalentemente montuosa, non densamente abitata, con un clima continentale, molto freddo in inverno e mite d'estate.

La popolazione è suddivisa in due etnie principali: gli azeri e i curdi. I primi sono di religione islamica sciita, mentre i secondi si suddividono tra sciiti e sunniti.

La città di Urmia che conferisce il nome al celebre lago di Urumiye, il più esteso del paese.[3]

Suddivisione amministrativa[modifica | modifica wikitesto]

Gli shahrestān dell'Azerbaigian Occidentale.

La provincia è suddivisa in 17 shahrestān:

Città[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://world-gazetteer.com/wg.php?x=1251638215&men=gpro&lng=en&des=wg&geo=-1904&srt=npan&col=adhoq&msz=1500[collegamento interrotto]
  2. ^ Cfr. Azerbaigian Occidentale a p. 599, nel lemma Iran sull'Enciclopedia della Geografia De Agostini, Novara 1996.
  3. ^ Copia archiviata, su italian.irib.ir. URL consultato il 29 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 20 febbraio 2014).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

https://web.archive.org/web/20140220033644/http://italian.irib.ir/radio-culture/iran/turismo/item/152357

Controllo di autoritàGND (DE4221708-8
Iran Portale Iran: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Iran