Regine Mösenlechner

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Regine Mösenlechner
Nazionalità bandiera Germania Ovest
Germania Germania (dal 1990)
Altezza 167[senza fonte] cm
Peso 58[senza fonte] kg
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Specialità Discesa libera, supergigante, slalom gigante, slalom speciale, combinata
Squadra Inzell[senza fonte]
Ritirata 1992
Palmarès
bandiera Germania Ovest
Mondiali 0 0 1
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Regine Mösenlechner (Inzell, 1º aprile 1961) è un'ex sciatrice alpina tedesca occidentale. Sciatrice polivalente in attività tra la metà degli anni 1970 e i primi anni 1990, è stata in grado in carriera di conquistare una vittoria in Coppa del Mondo, in supergigante nel 1989 sulle nevi di Vail negli Stati Uniti. Ha inoltre vinto la medaglia di bronzo nella discesa libera nel 1987, in occasione dei Mondiali disputati nella località elvetica di Crans-Montana.

Al termine della carriera, dopo la riunificazione tedesca (1990) ha gareggiato per la nazionale tedesca riunificata. È sposata con Armin Bittner, a sua volta sciatore alpino di alto livello[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il primo piazzamento della carriera della Mösenlechner fu il 7º posto ottenuto nello slalom speciale di Coppa del Mondo disputato il 4 gennaio 1975 a Garmisch-Partenkirchen, quando l'atleta bavarese non aveva ancora compiuto quattordici anni. Nella stessa località partecipò tre anni dopo ai Mondiali del 1978, dove in slalom speciale fu 10ª, mentre nel 1979 vinse la medaglia d'oro, sempre in slalom speciale, agli Europei juniores di Achenkirch[2].

Esordì ai Giochi olimpici invernali a Lake Placid 1980, dove tuttavia non concluse né lo slalom gigantelo slalom speciale. Il 6 marzo 1981 colse ad Aspen il suo primo podio in Coppa del Mondo, piazzandosi 2ª in discesa libera; tre anni dopo ai XIV Giochi olimpici invernali di Sarajevo 1984 si classificò 17ª nella discesa libera, mentre ai Mondiali di Bormio 1985 fu 5ª nella discesa libera e 14ª nella combinata.

Ai Mondiali di Crans-Montana 1987 vinse la medaglia di bronzo nella discesa libera e si piazzò 14ª nel supergigante; l'anno dopo ai XV Giochi olimpici invernali di Calgary 1988 nelle medesime specialità si classificò rispettivamente al e al 4º posto. Ai Mondiali di Vail 1989 fu 5ª nel supergigante; il 2 dicembre dello stesso anno, ancora a Vail e ancora in supergigante, ottenne il suo unico successo in Coppa del Mondo, nonché ultimo podio. L'ultimo piazzamento della sua carriera agonistica fu il 14º posto colto nel supergigante dei XVI Giochi olimpici invernali di Albertville 1992.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Europei juniores[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 12ª nel 1979
  • 8 podi:
    • 1 vittoria
    • 4 secondi posti
    • 3 terzi posti

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Località Paese Specialità
2 dicembre 1989 Vail Stati Uniti Stati Uniti SG

Legenda:
SG = supergigante

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) Andreas Raffeiner, Armin Bittner wird 50, wir gratulieren! in skiweltcup.tv. URL consultato il 21 agosto 2015.
  2. ^ a b (DE) Profilo ÖSV-Siegertafel. URL consultato il 21 agosto 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]