Regalo di Natale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Lei non saprà mai con quale punto l'ho sfidata a giocarsi 250 milioni, è l'unica condizione che le ho posto e mi sembra un dettaglio trascurabile… »
(L'avvocato rivolgendosi a Franco)
Regalo di Natale
Regalo di natale.jpg
Una scena del film
Titolo originale Regalo di Natale
Lingua originale italiano
Paese di produzione Italia
Anno 1986
Durata 101 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Pupi Avati
Soggetto Pupi Avati
Sceneggiatura Pupi Avati
Produttore Antonio Avati
Casa di produzione Duea Film, DMV Distribuzione
Distribuzione (Italia) SACIS
Fotografia Pasquale Rachini
Montaggio Amedeo Salfa
Musiche Riz Ortolani
Scenografia Giuseppe Pirrotta
Costumi Maria Teresa Venturini, Raffaele Curi
Trucco Alfonso Cioffi
Interpreti e personaggi
Premi

Regalo di Natale è un film del 1986 scritto e diretto da Pupi Avati.

Presentato in concorso alla 43ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, il film guadagnò critiche lusinghiere e fece vincere a Carlo Delle Piane la Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Quattro amici di vecchia data, Lele, Ugo, Stefano e Franco, si ritrovano la notte di Natale per giocare una partita di poker. Con loro vi è anche il misterioso avvocato Santelia, un ricco industriale contattato da Ugo per partecipare alla partita. Franco è proprietario di un importante cinema di Milano ed è il più ricco dei quattro, l'unico ad avere le risorse economiche per poter battere l'avvocato, il quale tra l'altro è noto nel giro per le sue ingenti perdite. Tra Franco e Ugo però, i rapporti sono tesi; la loro amicizia, infatti, è compromessa da anni, al punto tale che Franco, indispettito dalla presenza dell'ormai ex amico, quasi decide di tornarsene a casa. La sola prospettiva di vincere la somma necessaria alla ristrutturazione del cinema lo fa desistere dall'idea.

La partita inizia e va a gonfie vele per Franco, mentre tra un flashback e l'altro si scopre la causa della fine della sua amicizia con Ugo: il tradimento di Martina, prima moglie di Franco, con Ugo stesso. L'avvocato, ormai sotto di quasi 70 milioni, decide di giocarsi il tutto per tutto, ben 200 milioni. Franco tentenna, ma forte di un ottimo punto (un full d'assi con i re) decide di vedere, perdendo contro il colore dell'avvocato. Il gelo cala nella stanza e Franco, visibilmente sconvolto, cerca di riprendersi chiedendo un break di qualche minuto. Viene raggiunto da Ugo, che cerca di consolarlo e, finalmente, tra i due c'è un riavvicinamento; Franco confida poi all'amico di essere ancora innamorato dell'ex moglie.

Arriva il momento dell'ultima mano: Franco sembra avere di nuovo un ottimo punto e rilancia per 50 milioni, ma l'Avvocato rilancia di altri 250. Franco è perplesso e l'avvocato, felice solo del fatto di averlo battuto, offre eccezionalmente a Franco l'abbuono dei soldi persi fino a quel momento (il “regalo di Natale”), a patto di poter non rivelare le carte con le quali ha sfidato Franco. Franco però decide di andare a vedere i 250 milioni giocati da Santelia, rimanendo di sasso di fronte al poker di donne dell'avvocato. Si scopre successivamente che l'avvocato è in realtà un giocatore professionista di poker e che Ugo, sua spalla, aveva organizzato tutto per truffare Franco; inoltre l'offerta di annullare la mano era soltanto un gioco psicologico escogitato dall'avvocato per convincere Franco a giocarsi tutto. Prima di andare via, Franco rivela a Ugo di aver capito di essere stato truffato e torna malinconicamente in albergo dove incrocia l'ex moglie Martina, senza neanche notarla.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2004 è stato realizzato un sequel, La rivincita di Natale, sempre diretto da Avati e interpretato dal medesimo cast di protagonisti.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ bloopers.it, http://www.bloopers.it/testo/index.php?id_film=4159&Lettera=R .
  2. ^ 10 italiani da coppa Volpi, ilcinemaniaco.com. URL consultato il 25 dicembre 2014.
  3. ^ David di Donatello awards 1987, imdb.com. URL consultato il 25 dicembre 2014.
  4. ^ Nastri d'argento 1987, mymovies.it. URL consultato il 25 dicembre 2014.
  5. ^ Lino Banfi compie 77 anni, cineblog.it, 15 agosto 2014. URL consultato il 25 dicembre 2014.
  6. ^ Avati torna al tavolo verde, repubblica.it, 29 gennaio 2004. URL consultato il 25 dicembre 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema