Referendum elettorale britannico del 2011

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Referendum sulla riforma elettorale nel Regno Unito
StatoRegno Unito Regno Unito
Data5 maggio 2011
Tipoelettorale
Esito
  
32,10%
No
  
67,90%
(affluenza: 42,20%)
United Kingdom AV referendum area results.svg

Il referendum elettorale britannico del 2011 è un referendum che si è tenuto nel Regno Unito il 5 maggio 2011 a proposito del sistema elettorale della Camera dei Comuni.

La questione posta agli elettori riguardava la possibilità di cambiare il sistema al momento in vigore (il first-past-the-post, maggioritario uninominale a turno unico) con il voto alternativo (AV).

Il referendum è stato fissato in seguito all'accordo di coalizione tra il Partito Conservatore e i Liberal Democratici, stilato a seguito delle elezioni generali del 2010. La proposta di referendum è stata portata in Parlamento nel luglio 2010 ed è stata poi approvata il 16 febbraio 2011, con un'apposita legge. Questa è stata la seconda volta che un referendum si è svolto in tutto il Regno Unito, il primo era stato il referendum sulla CEE del 1975. Quello del 2011, tuttavia, è stato il primo referendum non puramente consultivo: si è trattato infatti di una consultazione post-elettorale, che ha legato il governo al risultato popolare.[1]

Il referendum si è svolto giovedì 5 maggio 2011, ed hanno potuto votare tutti gli elettori parlamentari registrati (cioè i cittadini britannici, irlandesi e del Commonwealth risiedenti nel Regno Unito, e i cittadini britannici risiedenti all'estero[2]) con età maggiore o uguale a 18 anni nel giorno della votazione. Anche se non sono elettori parlamentari, i membri della Camera dei Lord che sono elettori alle elezioni locali o al Parlamento europeo, hanno avuto diritto di voto al referendum.[3]

L'affluenza alle urne è stata del 42,2% e la maggioranza degli elettori (il 67,9%) ha votato contro il cambiamento del sistema di elezione del Parlamento.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

In accordo con la Commissione Elettorale, i voti sono stati conteggiati in 440 aree locali sparse nel Regno Unito. Ad eccezione dell'Irlanda del Nord, i risultati sono stati comunicati a dodici aree di conteggio regionale, che hanno poi unito i dati per annunciarli a livello nazionale. La Scozia ed il Galles sono stati classificati come singola area di conteggio, pertanto i voti in queste zone sono stati conteggiati e dichiarati localmente all'interno dei confini delle circoscrizioni parlamentari scozzesi e gallesi, prima che i risultati fossero dichiarati a livello nazionale. In Inghilterra i voti sono stati contati e dichiarati localmente a livello di distretto, e i risultati sono stati passati alle altre nove aree di conteggio regionale. I risultati nazionali per l'intero Regno Unito sono stati annunciati alla Platinum Suite del ExCeL London[4] dal Presidente dell'Ufficio di Conteggio (CCO) Jenny Watson, all'una del mattino di sabato 7 maggio 2011, dopo che tutte le regioni avevano comunicato i loro risultati parzialis[5].

Prima degli ultimi risultati dell'Irlanda del Nord, il risultato fu confermato come "No", dato che era matematicamente impossibile che il numero di "Sì" potesse oramai superare i voti contrari.[6]

Risultati per regione[modifica | modifica wikitesto]

Regione Affluenza[7] No No % Sì %
Midlands Orientali 42,77 1.013.864 408.877 71,26 28,74
Est dell'Inghilterra 43,15 1.298.004 530.140 71,00 29,00
Grande Londra 35,37 1.123.480 734.427 60,47 39,53
Nord Est 38,73 546.138 212.951 71,95 28,05
Nord Ovest 39,10 1.416.201 613.249 69,78 30,22
Irlanda del Nord 55,8 372.706 289.088 56,32 43,68
Scozia 50,74 1.249.375 713.813 63,64 36,36
Sud Est 44,31 1.951.793 823.793 70,32 29,68
Sud Ovest 44,6 1.225.305 564.541 68,46 31,54
Galles 41,74 616.307 325.349 65,45 34,55
Midlands Occidentali 39,82 1.157.772 461.847 71,48 28,52
Yorkshire e Humber 39,92 1.042.178 474.532 68,71 31,29

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Referendum on voting system goes ahead after Lords vote, in BBC News, 17 febbraio 2011. URL consultato il 17 febbraio 2011.
  2. ^ Local elections and Referendum (PDF), in Electoral Commission, 2011. URL consultato l'8 aprile 2011.)
  3. ^ Parliamentary Voting Systems and Constituencies Act 2011, Section 2(1)(b), Legislation.gov.uk, 13 aprile 2011. URL consultato il 18 aprile 2011.
  4. ^ Referendum on the voting system for the UK Parliament, Electoral Commission, 3 aprile 2011
  5. ^ [1], Electoral Commission, 7 maggio 2011
  6. ^ Vote 2011: UK rejects alternative vote, in bbc.co.uk, 2011 [last update]. URL consultato il 6 maggio 2011.
  7. ^ Live:Vote 2011, [BBC (United Kingdom)]. URL consultato il 6 maggio 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]