Red Notice

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Red Notice
Lingua originaleinglese, russo, spagnolo
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2021
Durata118 min
Rapporto2,39:1
Genereazione, commedia, thriller
RegiaRawson Marshall Thurber
SceneggiaturaRawson Marshall Thurber
ProduttoreRawson Marshall Thurber, Beau Flynn, Dany Garcia, Hiram Garcia, Dwayne Johnson
Produttore esecutivoWendy Jacobson, Scott Sheldon
Casa di produzioneFlynn Picture Company, Legendary Entertainment, Netflix, Seven Bucks Productions
Distribuzione in italianoNetflix
FotografiaMarkus Förderer
MontaggioMichael L. Sale
Effetti specialiRichard R. Hoover
MusicheSteve Jablonsky
ScenografiaAndy Nicholson
CostumiMary E. Vogt
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Red Notice logo.png
Logo ufficiale del film

Red Notice è un film del 2021 scritto e diretto da Rawson Marshall Thurber.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

2000 anni fa, Marco Antonio regalò a Cleopatra tre uova ingioiellate come regalo di nozze che simboleggiavano la sua devozione. Le uova vengono perse nel tempo fino a quando due vengono trovate da un contadino nel 1907, ma l'ultima rimane perduta.

Nel 2021, l'agente speciale John Hartley, viene incaricato di assistere l'agente dell'Interpol Urvashi Das nelle indagini sul potenziale furto di una delle uova conservate in mostra al Castel Sant'Angelo a Roma. Il capo della sicurezza respinge le preoccupazioni dopo il loro arrivo e l'uovo sembra essere ancora lì, ma Hartley intuisce che l'uovo in mostra è un falso e lo dimostra versandoci sopra una bibita gassata che scioglie il falso uovo. Nella sorpresa generale Das ordina di bloccare tutte le uscite. Tuttavia, prima che la sala venga sigillata, il ladro d'arte internazionale Nolan Booth riesce a fuggire, ma viene inseguito da Hartley. Dopo un rocambolesco inseguimento Booth riesce a fuggire portando con sé l'uovo originale.

56 ore dopo Booth è a casa sua, a Bali con l'uovo, ma viene sorpreso da Hartley, insieme a Das e ad una squadra d'assalto dell'Interpol. Booth viene arrestato e l'uovo preso in custodia. Durante l'arresto però, il principale concorrente di Booth, Sarah Black, conosciuta anche come "L’Alfiere", travestita da uno dei membri della squadra d'assalto scambia il vero uovo con un altro falso. Alcuni giorni dopo Das affronta Hartley credendolo responsabile del furto dell'uovo. Hartley proclama la sua innocenza, ma Das dice di non credergli e lo fa incarcerare in una remota prigione russa, per di più nella stessa cella di Booth.

Poco dopo il loro arrivo in prigione, vengono portati da Black, la quale rivela ad Hartley che Booth sa dove si trovi il terzo uovo e propone a quest'ultimo di lavorare insieme per trovarlo, offrendogli in cambio la libertà e una quota del 10% del guadagno. Booth rifiuta l'offerta e lei se ne va affermando che troverà il secondo uovo; quando lo farà, avvertirà che la sua quota sarà inferiore. Hartley suggerisce che lui e Booth lavorino insieme per battere Black: se Booth lo aiuterà a imprigionarla, prenderà il suo posto come ladro d'arte numero uno al mondo. La coppia quindi fugge dal carcere e si dirige a Valencia per rubare il secondo uovo, in possesso del famigerato trafficante d'armi Sotto Voce che sta organizzando un ballo in maschera. Lì incontrano Black, anche lei intenzionata a rubare l'uovo. I tre arrivano nel caveau di Sotto Voce dove Hartley e Booth combattono Black usando una varietà di armi da mischia in mostra nel caveau prima che lei li ammanetti insieme. Sotto Voce arriva con la sua scorta e arresta i due uomini mentre Black rivela che lei e Sotto Voce stanno lavorando insieme.

Torturano Hartley e, credendo che Booth abbia divulgato la posizione del terzo uovo, Black fa il doppio gioco con Sotto Voce e parte per l'Egitto dove Booth afferma che sia nascosto l'uovo. Dopo aver lasciato Valencia, Booth rivela ad Hartley che l'uovo si trova in realtà in Argentina, un luogo che solo lui conosce poiché è stato inciso sull'amato orologio del suo defunto padre che un tempo era appartenuto al curatore d'arte personale di Adolf Hitler, Rudolph Zeich. Dopo la caduta del Terzo Reich nel 1945, Zeich fuggì dall'Europa per l'Argentina con l'uovo. Il duo si reca in una giungla dell'Argentina dove trovano un bunker segreto. All'interno ci sono innumerevoli manufatti nazisti, tra cui il terzo uovo. Black arriva per rubare l'uovo al duo sotto la minaccia delle armi, solo per essere interrotto dall'arrivo di Das e una squadra di polizia locale. Hartley, Booth e Black scappano su un'antica Mercedes-Benz 770, guidando attraverso una miniera di rame abbandonata vicino al bunker, inseguiti da Das in un veicolo blindato. Alla fine escono vicino alla cima di una cascata e, saltando, atterrano in un lago. Booth nuota fino a riva con l'uovo, solo per scoprire che Hartley e Black sono in realtà partner romantici e professionali e Hartley non è mai stato dell'FBI, ma un truffatore come suo padre. Booth consegna l'uovo ai due che lo lasciano ammanettato a un albero nella foresta pluviale.

Al Cairo, Hartley e Black consegnano le tre uova a un acquirente miliardario egiziano, in tempo per il matrimonio di sua figlia (rispecchiando il regalo originale di Marco Antonio a Cleopatra). Il gesto viene messo in ombra quando la sposa è più eccitata dal cantante nuziale Ed Sheeran. Il matrimonio viene successivamente interrotto dal raid dell'Interpol di Das. Sei mesi dopo, sul loro yacht in Sardegna, Hartley e Black incontrano di nuovo Booth che li informa di aver detto a Das del loro conto alle Isole Cayman contenente il pagamento di 300 milioni di dollari del miliardario egiziano, che Das congela lasciandoli senza soldi. Booth rivela anche che l'Interpol sta per catturarli, ma offre loro la possibilità di scappare se lo aiutano con una nuova rapina, che richiede tre individui per riuscire. I tre raggiungono un accordo e scappano. Fallita la cattura, Das mette avvisi rossi ("Red Notice") su tutti e tre mentre questi ultimi, intanto, iniziano la loro rapina al Louvre di Parigi.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film sono iniziate il 3 gennaio 2020 ad Atlanta, ma sono state sospese poco dopo a causa della pandemia di COVID-19; successivamente sono riprese nel settembre 2020 e si sono svolte ad Atlanta fino al mese successivo, per poi spostarsi a Roma ed in Sardegna.

Il budget del film è stato di circa 200 milioni di dollari, che lo rendono ad oggi il progetto più costoso della piattaforma Netflix.[1]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo trailer del film è stato diffuso il 2 settembre 2021.[2]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film, inizialmente previsto nelle sale per il 12 giugno 2020,[3] viene distribuito su Netflix a partire dal 12 novembre 2021.[2]

Nel primo giorno di presenza su Netflix, Red Notice batte il record di visualizzazioni sulla piattaforma.[4]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Primati[modifica | modifica wikitesto]

Nel dicembre 2021 Red Notice è diventato il film più visto di Netflix con 328,8 milioni di spettatori, cifra raggiunta in soli diciotto giorni anziché le quattro settimane con cui la piattaforma calcola questi risultati.[5] A fine anno risulta essere il più visto del 2021.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Luca Scarselli, RED NOTICE: IL TRAILER DEL FILM NETFLIX CON DWAYNE JOHNSON, RYAN REYNOLDS E GAL GADOT, su Movieplayer.it, 2 settembre 2021. URL consultato il 2 settembre 2021.
  2. ^ a b Filmato audio Netflix, RED NOTICE - Teaser ufficiale - Netflix, su YouTube, 2 settembre 2021. URL consultato il 2 settembre 2021.
  3. ^ (EN) Dave McNary, Dwayne Johnson’s Action-Thriller ‘Red Notice’ Gets 2020 Release Date, su Variety, 16 marzo 2018. URL consultato il 2 settembre 2021.
  4. ^ Red Notice 2 si farà? Quello che sappiamo sul sequel del film da record, su NonSolo.TV, 15 novembre 2021. URL consultato il 15 novembre 2021.
  5. ^ Beatrice Pagan, RED NOTICE È IL FILM PIÙ VISTO DI SEMPRE SU NETFLIX, su Movieplayer.it, 1º dicembre 2021. URL consultato il 4 dicembre 2021.
  6. ^ Sara Palmas, Netflix: i film più visti del 2021 e le novità che ci attendono, su Best Movie, 29 gennaio 2022. URL consultato il 30 gennaio 2022.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema