Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Red Flag Linux

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Red Flag Linux
Logo
Red Flag Linux.png
Screenshot di Red Flag Linux
Sviluppatore Red Flag Software
Famiglia SO GNU/Linux
Modello del sorgente Software libero
Release corrente 8.0 (25 aprile 2013)
Tipo di kernel Kernel Monolitico
Licenza Varie
Stadio di sviluppo concluso
Sito web www.redflag-linux.com/

Red Flag Linux (红旗 Linux) è stata una distribuzione cinese del sistema operativo GNU/Linux. Il logo della distribuzione era Tux che porta una bandiera rossa. L'ultima versione, la 8.0, è stata pubblicata il 25 aprile 2013.

La versione interna di Red Flag Linux era molto simile a quella di Red Hat Linux, ma la sua facilità d'uso e maneggevolezza erano state migliorate considerevolmente rispetto a quelle di Red Hat Linux come Fedora. Altro punto di forza erano alcune utilità per migrare dall'ambiente Windows al Linux e un sistema di standardizzazione per installazioni d'applicazione per l'ufficio.

Red Flag Linux era nata nel 1999, quando era stata creata dall'istituto del Software dell'Accademia Cinese delle scienze. Gli aiuti economici provenivano dal governo cinese tramite una azienda ad esso collegata. Nel 2006 questa distribuzione aveva oltre l'80% del mercato dei desktop Linux cinesi e estendeva il supporto linguistico, oltre alle consuete lingue orientali, anche le principali lingue occidentali. Nel settembre dello stesso anno Dell e HP, le prime due aziende per vendita di computer nel mondo, annunciavano la vendita di computer con Red Flag Linux preinstallato.

Il 10 febbraio 2014 Red Flag si è sciolta, risolvendo tutti i contratti dei suoi impiegati. La causa diretta della sua chiusura è dovuta al mancato pagamento di un sussidio di 40 milioni di yuan da parte dell'Istituto di ricerca software dell'Accademia Cinese delle scienze, adducendo come motivazione il non completamento di uno specifico progetto e la cattiva gestione generale di Red Flag.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Chinese software pioneer Red Flag bites the dust, China Business, 14 febbraio 2014. URL consultato l'8 novembre 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Software libero Portale Software libero: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Software libero