Record di salto con gli sci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Anders Fannemel ha conquistato il primato del mondo, poi battuto, di 251,5 metri
Il trampolino di Vikersundbakken a Vikersund (Norvegia), dove è stato registrato il primato del mondo di Fennemel

Il salto con gli sci è uno sport invernale in cui gli atleti gareggiano sulla distanza e stile nel salto effettuato con gli sci da un trampolino. Questo sport è incentrato tradizionalmente su una combinazione di stile e distanza, per cui la distanza in origine è stata vista come un qualcosa di non importante in sé.[1] D'altra parte la Federazione Internazionale Sci (FIS) si è sempre opposta all'aumento della grandezza dei trampolini al fine di aumentare il record del mondo: infatti, nessun primato è mai stato registrato durante le maggiori competizioni (Olimpiadi, Campionati del Mondo, Festival dello Sci di Holmenkollen o Torneo dei quattro trampolini), dal momento che tali eventi non sono organizzati sui trampolini più alti al mondo.

Dal 1936, quando venne superata per la prima volta la distanza dei 100 metri, la disciplina del volo con gli sci (un particolare tipo di salto con gli sci) ha prodotto tutti i record. Il record del mondo ufficiale appartiene a Stefan Kraft, con 253,5 metri saltati dal trampolino Vikersundbakken a Vikersund il 18 marzo 2017, in Norvegia.[2] Il 15 febbraio 2015 dallo stesso trampolino, Dimitry Vassiliev saltò 254 metri, cadendo però in fase di atterraggio (record non omologato).[3] Il saltatore norvegese Vegard Haukø Sklett detiene il primato del salto estivo su pista in plastica con 147 metri registrati durante la Coppa Continentale del 23 settembre 2009 a Klingenthal, Germania.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il salto con gli sci ha origine in Norvegia, dove tale sport è praticato da tempi immemorabili utilizzando trampolini temporanei.[4] Il primato più antico riconosciuto risale al 1808, quando il soldato Olaf Rye riuscì a battere i propri compagni con un salto di 9,5 metri a Eidsberg, in Norvegia. Il piccolo trampolino si trovava probabilmente vicino alla chiesa, nella fattoria dei Lekum.[5]

Sondre Norheim, accreditato come il "padre" dello sci moderno,[6] fece registrare il secondo record ufficiale a 19,5 metri nel 1868. Tim Ashburn afferma nel suo libro The History of Ski Jumping (La storia del salto con gli sci) che il salto più lungo realizzato da Norheim sulla pista circolare di Haugli nel 1868 dovrebbe essere di 31,5 metri[7]; tuttavia i giornali di Christiania da lui citati riportano che la lunghezza "fu un po' esagerata", cosicché il record rimane quello di 19,5 nelle statistiche.

Lo sport si diffuse rapidamente in Finlandia, negli Stati Uniti e in Canada, dove furono fissati alcuni dei record successivi.[8] Nelle prime gare di salto veniva attributo il punteggio solo allo stile, mentre veniva visto come pericoloso il tentativo di saltare oltre una certa distanza[1]: infatti solo nel 1901 venne introdotto un punteggio per premiare la distanza.[9] Con la costruzione del trampolino di Bloudkova Velikanka a Planica, in Iugoslavia nel 1934,[10] venne introdotta la diversa disciplina del volo con gli sci, che è considerata essenzialmente una versione "estrema" del salto con gli sci.

Con una sola eccezione, tutti i record del mondo di distanza sono stati realizzati su cinque dei sei trampolini usati per il volo con gli sci, di cui cinque rimangono in uso.[11] Nel 1936, Josef "Sepp" Bradl è stato il primo a superare i 100 metri, atterrando a 101,5 metri.[12] La FIS è stata per lungo tempo contraria al volo con gli sci nel suo complesso, tanto che tale disciplina non è mai stata inclusa finora nei giochi olimpici invernali né nei Campionati del mondo di sci nordico. Tuttavia, dal 1972 la FIS organizza anche i Campionati del mondo di volo con gli sci e alcune di gare di volo fanno anche parte del calendario della Coppa del Mondo di salto con gli sci. Il primo saltatore a superare ufficialmente la distanza di 200 metri fu Toni Nieminen nel 1994, atterrando a 203 metri: all'epoca, i saltatori non ricevevano punti di distanza per la parte superiore a 191 metri.[13]

La distanza di un salto con gli sci si misura a partire dalla fine della pista di lancio del trampolino e fino a quando il piede dello sciatore (a metà circa dello sci) tocca per terra. Per l'omologazione, il salto deve avvenire in una competizione regolare o su piste ufficiali di prova o di qualificazione per questi, con un sistema di controllo della lunghezza effettiva. Per vincere una gara, un saltatore deve guadagnare punti sia con la distanza e sia con lo stile, i cui punti si ottengono con un adeguato atterraggio Telemark; pertanto i saltatori sono attenti non tanto a saltare in lungo il più possibile, quanto a fare un buon atterraggio. I salti non sono validi se l'atleta cade, ovvero toccando il suolo con le mani o il corpo prima di raggiungere la linea di caduta. In origine, la lunghezza dei salti era misurata in "alen" (misura tradizionale scandinava equivalente a circa 60 cm) e in seguito in metri, con una precisione al mezzo metro. Alcuni vecchi record statunitensi e canadesi sono registrati in piedi. Tradizionalmente, una fila di giudici in piedi era posta lungo la collina di atterraggio e il giudice, nel cui metro di competenza atterrava l'atleta, alzava il braccio. Al giorno d'oggi, la misurazione avviene con tecnologia telemetrica registrata dalle telecamere.[14]

Primati del mondo ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

Uomini[modifica | modifica wikitesto]

Olaf Rye conquistò il primo record ufficiale (9,5 metri) nel 1808
Nilo Zandanel fu l'unico saltatore italiano a conquistare il primato (1964)
N Data Atleta Nazionalità Trampolino Luogo Metri Metri
1 22 novembre 1808   Olaf Rye Norvegia Norvegia
Danimarca Danimarca
Lekum Gård, Chiesa di Eidsberg Eidsberg, Indre Østfold, Norvegia 9,4 [15][16]
2 8 marzo 1868   Sondre Norheim Norvegia Norvegia Hauglibakken Brunkeberg, Norvegia 19,5 [17][18][nota 1]
3 12 febbraio 1879   Olaf Haugann Norvegia Norvegia Kastellbakken Oslo, Norvegia 20,7 [19][20]
4 5-7 febbraio 1881   Sveinung Svalastoga Norvegia Norvegia Kastellbakken Oslo, Norvegia 22,0 [21][22][nota 2]
5 24 febbraio 1886   Olaf Bergland Norvegia Norvegia Flatdalbakken Seljord, Norvegia 25,5 [23]
6 9 marzo 1891   Mikkjel Hemmestveit Norvegia Norvegia
Stati Uniti Stati Uniti
McSorley Hill Red Wing, Stati Uniti d'America 31,1 [24]
7 15 gennaio 1893   Torjus Hemmestveit Norvegia Norvegia McSorley Hill Red Wing, Stati Uniti d'America 31,4 [25]
8 25 gennaio 1897   Svein Solid Norvegia Norvegia Hegnibakken Morgedal, Norvegia 31,5 [26]
9 5 febbraio 1899   Asbjørn Nilssen Norvegia Norvegia Solbergbakken Bærum, Norvegia 32,5 [17][27]
10 5 febbraio 1899   Morten Hansen Norvegia Norvegia Solbergbakken Bærum, Norvegia 32,5 [17][27]
11 11 febbraio 1900   Olaf Tandberg Norvegia Norvegia Solbergbakken Bærum, Norvegia 35,5 [28][29]
12 11 febbraio 1902   Sigurd Brunæs Norvegia Norvegia Gustadbakken Geithus, Norvegia 35,5 [30][31]
13 9 marzo 1902   Nils Gjestvang Norvegia Norvegia Gustadbakken Geithus, Norvegia 38,5 [32]
14 9 marzo 1902   Nils Gjestvang Norvegia Norvegia Gustadbakken Geithus, Norvegia 41,0 [32]
15 24 gennaio 1909   Oscar Gundersen Norvegia Norvegia Chippewa Falls Ski Jump Chippewa Falls, Stati Uniti d'America 42,1 [33]
16 21 febbraio 1909   Harald Smith Norvegia Norvegia Trampolino Campo Smith Bardonecchia, Regno d’Italia 43,0 [17][34][35]
17 28 febbraio 1909   Harald Smith Norvegia Norvegia Bolgenschanze Davos, Svizzera 45,0 [17][35][36]
18 18 febbraio 1911   Anders Haugen Stati Uniti Stati Uniti Wolverine Hill Ironwood, Stati Uniti d'America 46,3 [37]
19 18 febbraio 1912   Gunnar Andersen Norvegia Norvegia Gustadbakken Geithus, Norvegia 47,0 [38][39][40]
20 16 febbraio 1913   Ragnar Omtvedt Stati Uniti Stati Uniti Wolverine Hill Ironwood, Stati Uniti d'America 51,5 [40][41]
21 7 febbraio 1915   Reidar A. Ommundsen Norvegia Norvegia Vikkollen Mjøndalen, Norvegia 54,0 [42][43]
22 18 febbraio 1916   Ragnar Omtvedt Stati Uniti Stati Uniti Howelsen Hill Steamboat Springs, Stati Uniti d'America 58,8 [42]
23 2 marzo 1917   Henry Hall Stati Uniti Stati Uniti Howelsen Hill Steamboat Springs, Stati Uniti d'America 61,9 [44][45]
24 9 marzo 1919   Anders Haugen Stati Uniti Stati Uniti Haugen Hill Dillon, Stati Uniti d'America 64,9 [46]
25 29 febbraio 1920   Anders Haugen Stati Uniti Stati Uniti Haugen Hill Dillon, Stati Uniti d'America 65,2 [47]
26 9 febbraio 1921   Henry Hall Stati Uniti Stati Uniti Nels Nelsen Hill Revelstoke, Canada 69,8 [48]
27 4 febbraio 1925   Nels Nelsen Canada Canada Nels Nelsen Hill Revelstoke, Canada 73,1 [49]
28 12 gennaio 1930   Adolph Badrutt Svizzera Svizzera Bernina-Roseg-Schanze Pontresina, Svizzera 75,0 [50][51][52]
29 18 gennaio 1931   Birger Ruud Norvegia Norvegia Odnesbakken Odnes, Norvegia 76,5 [53]
30 24 febbraio 1931   Sigmund Ruud Norvegia Norvegia Bolgenschanze Davos, Svizzera 81,5 [17][54][55]
31 19 febbraio 1933   Sigmund Ruud Norvegia Norvegia Tremplin de Bretaye Villars-sur-Ollon, Svizzera 84,0 [17][56]
32 21 febbraio 1933   Sigmund Ruud Norvegia Norvegia Tremplin de Bretaye Villars-sur-Ollon, Svizzera 86,0 [17][57]
33 26 febbraio 1933   Henri Ruchet Svizzera Svizzera Tremplin de Bretaye Villars-sur-Ollon, Svizzera 87,0 [58]
34 15 marzo 1933   Robert Lymburne Canada Canada Nels Nelsen Hill Revelstoke, Canada 87,5 [59][60]
35 25 marzo 1934   Birger Ruud Norvegia Norvegia Bloudkova velikanka Planica, Regno di Yugoslavia 92,0 [61]
36 14 marzo 1935   Reidar Andersen Norvegia Norvegia Bloudkova velikanka Planica, Regno di Yugoslavia 93,0 [62]
37 15 marzo 1935   Stanisław Marusarz Polonia Polonia Bloudkova velikanka Planica, Regno di Yugoslavia 95,0 [63][64]
38 15 marzo 1935   Reidar Andersen Norvegia Norvegia Bloudkova velikanka Planica, Regno di Yugoslavia 98,0 [63][64][nota 3]
39 15 marzo 1935   Reidar Andersen Norvegia Norvegia Bloudkova velikanka Planica, Regno di Yugoslavia 99,0 [63][64]
40 17 marzo 1935   Fritz Kainersdörfer Svizzera Svizzera Trampolino Gigante del Corno d'Aola Ponte di Legno, Regno d’Italia 99,5 [17][65]
41 15 marzo 1936   Josef Bradl Austria Austria Bloudkova velikanka Planica, Regno di Yugoslavia 101.5 [17][66][67][68]
42 15 marzo 1938   Josef Bradl Austria Austria Bloudkova velikanka Planica, Regno di Yugoslavia 107,0 [69][70]
43 2 marzo 1941   Rudi Gering Germania Germania Bloudkova velikanka Planica, Regno di Yugoslavia 108,0 [71][72]
44 2 marzo 1941   Rudi Gering Germania Germania Bloudkova velikanka Planica, Regno di Yugoslavia 118,0 [71][72]
45 15 marzo 1948   Fritz Tschannen Svizzera Svizzera Bloudkova velikanka Planica, Regno di Yugoslavia 120,0 [73][74]
46 28 febbraio 1950   Willi Gantschnigg Austria Austria Heini-Klopfer-Skiflugschanze Oberstdorf, Germania Ovest 124,0 [75][76][77]
47 2 marzo 1950   Sepp Weiler bandiera Germania Ovest Heini-Klopfer-Skiflugschanze Oberstdorf, Germania Ovest 127,0 [75][77]
48 3 marzo 1950   Andreas Däscher Svizzera Svizzera Heini-Klopfer-Skiflugschanze Oberstdorf, Germania Ovest 130,0 [77][nota 4]
49 3 marzo 1950   Dan Netzell Svezia Svezia Heini-Klopfer-Skiflugschanze Oberstdorf, Germania Ovest 135,0 [75][77][78][79]
50 2 marzo 1951   Tauno Luiro Finlandia Finlandia Heini-Klopfer-Skiflugschanze Oberstdorf, Germania Ovest 139,0 [80][81][82]
51 24 febbraio 1961   Jože Šlibar Jugoslavia Yugoslavia Heini-Klopfer-Skiflugschanze Oberstdorf, Germania Ovest 141,0 [83][84]
52 1 marzo 1962   Peter Lesser Germania Est Germania Est Kulm Tauplitz/Bad Mitterndorf, Austria 141,0 [85]
53 14 febbraio 1964   Kjell Sjöberg Svezia Svezia Heini-Klopfer-Skiflugschanze Oberstdorf, Germania Ovest 141,0 [86]
54 15 febbraio 1964   Dalibor Motejlek Cecoslovacchia Cecoslovacchia Heini-Klopfer-Skiflugschanze Oberstdorf, Germania Ovest 142,0 [87]
55 16 febbraio 1964   Nilo Zandanel Italia Italia Heini-Klopfer-Skiflugschanze Oberstdorf, Germania Ovest 144,0 [88][89]
56 21 marzo 1965   Peter Lesser Germania Est Germania Est Kulm Tauplitz/Bad Mitterndorf, Austria 145,5 [90][91][92]
57 12 marzo 1966   Bjørn Wirkola Norvegia Norvegia Vikersundbakken Vikersund, Norvegia 145,5 [93][94][nota 5]
58 13 marzo 1966   Bjørn Wirkola Norvegia Norvegia Vikersundbakken Vikersund, Norvegia 146,0 [94][95]
59 10 febbraio 1967   Lars Grini Norvegia Norvegia Heini-Klopfer-Skiflugschanze Oberstdorf, Germania Ovest 147,0 [96][97][98]
60 10 febbraio 1967   Kjell Sjöberg Svezia Svezia Heini-Klopfer-Skiflugschanze Oberstdorf, Germania Ovest 148,0 [96][97]
61 11 febbraio 1967   Lars Grini Norvegia Norvegia Heini-Klopfer-Skiflugschanze Oberstdorf, Germania Ovest 150,0 [99][100]
62 12 marzo 1967   Reinhold Bachler Austria Austria Vikersundbakken Vikersund, Norvegia 154,0 [101][102]
63 21 marzo 1969   Bjørn Wirkola Norvegia Norvegia Velikanka bratov Gorišek Planica, Yugoslavia 156,0 [103]
64 22 marzo 1969   Jiří Raška Cecoslovacchia Cecoslovacchia Velikanka bratov Gorišek Planica, Yugoslavia 156,0 [104]
65 22 marzo 1969   Bjørn Wirkola Norvegia Norvegia Velikanka bratov Gorišek Planica, Yugoslavia 160,0 [104]
66 22 marzo 1969   Jiří Raška Cecoslovacchia Cecoslovacchia Velikanka bratov Gorišek Planica, Yugoslavia 164,0 [104][105]
67 23 marzo 1969   Manfred Wolf Germania Est Germania Est Velikanka bratov Gorišek Planica, Yugoslavia 165,0 [106][107]
68 9 marzo 1973   Heinz Wossipiwo Germania Est Germania Est Heini-Klopfer-Skiflugschanze Oberstdorf, Germania Ovest 169,0 [108][109]
69 15 marzo 1974   Walter Steiner Svizzera Svizzera Velikanka bratov Gorišek Planica, Yugoslavia 169,0 [110][111][112]
70 4 marzo 1976   Geir Ove Berg Norvegia Norvegia Heini-Klopfer-Skiflugschanze Oberstdorf, Germania Ovest 173,0 [113][nota 6]
71 5 marzo 1976   Toni Innauer Austria Austria Heini-Klopfer-Skiflugschanze Oberstdorf, Germania Ovest 174,0 [113][114]
72 5 marzo 1976   Falko Weißpflog Germania Est Germania Est Heini-Klopfer-Skiflugschanze Oberstdorf, Germania Ovest 174,0 [113][114]
73 7 marzo 1976   Toni Innauer Austria Austria Heini-Klopfer-Skiflugschanze Oberstdorf, Germania Ovest 176,0 [115]
74 18 marzo 1979   Klaus Ostwald Germania Est Germania Est Velikanka bratov Gorišek Planica, Yugoslavia 176,0 [116][117]
75 27 marzo 1980   Armin Kogler Austria Austria Čerťák Harrachov, Cecoslovacchia 176,0 [118]
76 26 febbraio 1981   Armin Kogler Austria Austria Heini-Klopfer-Skiflugschanze Oberstdorf, Germania Ovest 180,0 [76][119]
77 19 marzo 1983   Pavel Ploc Cecoslovacchia Cecoslovacchia Čerťák Harrachov, Cecoslovacchia 181,0 [120][121]
78 16 marzo 1984   Matti Nykänen Finlandia Finlandia Heini-Klopfer-Skiflugschanze Oberstdorf, Germania Ovest 182,0 [122][123][124]
79 16 marzo 1984   Matti Nykänen Finlandia Finlandia Heini-Klopfer-Skiflugschanze Oberstdorf, Germania Ovest 182,0 [122]
80 17 marzo 1984   Matti Nykänen Finlandia Finlandia Heini-Klopfer-Skiflugschanze Oberstdorf, Germania Ovest 185,0 [125][126]
81 15 marzo 1985   Mike Holland Stati Uniti Stati Uniti Velikanka bratov Gorišek Planica, Yugoslavia 186,0 [127][128]
82 15 marzo 1985   Matti Nykänen Finlandia Finlandia Velikanka bratov Gorišek Planica, Yugoslavia 187,0 [127][129]
83 15 marzo 1985   Matti Nykänen Finlandia Finlandia Velikanka bratov Gorišek Planica, Yugoslavia 191,0 [127][130]
84 9 marzo 1986   Andreas Felder Austria Austria Kulm Tauplitz/Bad Mitterndorf, Austria 191,0 [131][132][133]
85 14 marzo 1987   Piotr Fijas Polonia Polonia Velikanka bratov Gorišek Planica, Yugoslavia 194,0 [134][135][136]
86 17 marzo 1994   Martin Höllwarth Austria Austria Velikanka bratov Gorišek Planica, Slovenia 196,0 [137][138]
87 17 marzo 1994   Toni Nieminen Finlandia Finlandia Velikanka bratov Gorišek Planica, Slovenia 203,0 [137][139]
88 18 marzo 1994   Espen Bredesen Norvegia Norvegia Velikanka bratov Gorišek Planica, Slovenia 209,0 [140][141]
89 22 marzo 1997   Espen Bredesen Norvegia Norvegia Velikanka bratov Gorišek Planica, Slovenia 210,0 [142][143]
90 22 marzo 1997   Lasse Ottesen Norvegia Norvegia Velikanka bratov Gorišek Planica, Slovenia 212,0 [142][144]
91 19 marzo 1999   Martin Schmitt Germania Germania Velikanka bratov Gorišek Planica, Slovenia 214,5 [145][146]
92 20 marzo 1999   Tommy Ingebrigtsen Norvegia Norvegia Velikanka bratov Gorišek Planica, Slovenia 219,5 [147][148]
93 16 marzo 2000   Thomas Hörl Austria Austria Velikanka bratov Gorišek Planica, Slovenia 224,5 [149][150]
94 18 marzo 2000   Andreas Goldberger Austria Austria Velikanka bratov Gorišek Planica, Slovenia 225,0 [151][152]
95 20 marzo 2003   Adam Małysz Polonia Polonia Velikanka bratov Gorišek Planica, Slovenia 225,0 [153][154]
96 20 marzo 2003   Matti Hautamäki Finlandia Finlandia Velikanka bratov Gorišek Planica, Slovenia 227,5 [155][156]
97 22 marzo 2003   Matti Hautamäki Finlandia Finlandia Velikanka bratov Gorišek Planica, Slovenia 228,5 [155][157]
98 23 marzo 2003   Matti Hautamäki Finlandia Finlandia Velikanka bratov Gorišek Planica, Slovenia 231,0 [155][158]
99 20 marzo 2005   Tommy Ingebrigtsen Norvegia Norvegia Letalnica bratov Gorišek Planica, Slovenia 231,0 [159]
100 20 marzo 2005   Bjørn Einar Romøren Norvegia Norvegia Letalnica bratov Gorišek Planica, Slovenia 234,5 [159][160]
101 20 marzo 2005   Matti Hautamäki Finlandia Finlandia Letalnica bratov Gorišek Planica, Slovenia 235,5 [159][161]
102 20 marzo 2005   Bjørn Einar Romøren Norvegia Norvegia Letalnica bratov Gorišek Planica, Slovenia 239,0 [159][162]
103 11 febbraio 2011   Johan Remen Evensen Norvegia Norvegia Vikersundbakken Vikersund, Norvegia 243,0 [163][164]
104 11 febbraio 2011   Johan Remen Evensen Norvegia Norvegia Vikersundbakken Vikersund, Norvegia 246,5 [163][165]
105 14 febbraio 2015   Peter Prevc Slovenia Slovenia Vikersundbakken Vikersund, Norvegia 250,0 [166][167]
106 15 febbraio 2015   Anders Fannemel Norvegia Norvegia Vikersundbakken Vikersund, Norvegia 251,5 [168][169]
107 18 marzo 2017   Robert Johansson Norvegia Norvegia Vikersundbakken Vikersund, Norvegia 252,0 [170][171]
108 18 marzo 2017   Stefan Kraft Austria Austria Vikersundbakken Vikersund, Norvegia 253,5 [170][172]

Donne[modifica | modifica wikitesto]

Daniela Iraschko-Stolz è la detentrice del primato femminile (200 metri)
N Data Atleta Nazionalità Trampolino Luogo Metri Note
1 Gennaio 1863   Ingrid Olsdatter Vestby Norvegia Norvegia Nordbybakken Trysil, Norvegia N/A
2 24 gennaio 1897   Ragna Pettersen Skjeggerud Norvegia Norvegia Nydalsbakken Nydalen, Norvegia 11,0 [173]
3 26 gennaio 1902   Hilda Stang Norvegia Norvegia Tranbergbakken Gjøvik, Norvegia 15,5 [174]
4 1910   Hilda Stang Norvegia Norvegia Tranbergbakken Gjøvik, Norvegia 21,0
5 6 febbraio 1910   Hilda Stang Norvegia Norvegia Solbergbakken Bærum, Norvegia 22,0 [175]
6 1911   Paula Lamberg Austria-Ungheria Austria-Ungheria Schattbergschanze Kitzbühel, Austria-Ungheria 22,0
7 Febbraio 1922   Isabel Coursier Canada Canada Nels Nelsen Hill Revelstoke, Canada 25,6 [176][177]
8 1926   Olga Balstad-Eggen Norvegia Norvegia Falleberget Arvika, Svezia 26,0
9 Febbraio 1928   Isabel Coursier Canada Canada Nels Nelsen Hill Revelstoke, Canada 31,4
10 18 gennaio 1931   Johanne Kolstad Norvegia Norvegia Odnesbakken Odnes, Norvegia 46,5 [53]
11 17 febbraio 1931   Johanne Kolstad Norvegia Norvegia Lønnbergbakken Raufoss, Norvegia 49,0 [178]
12 21 febbraio 1933   Johanne Kolstad Norvegia Norvegia Gråkallbakken Trondheim, Norvegia 62,0 [179]
13 6 marzo 1938   Johanne Kolstad Norvegia Norvegia Nansen Ski Jump Berlin, Stati Uniti d'America 69,5
14 22 marzo 1973   Anita Wold Norvegia Norvegia Kløvsteinbakken Meldal, Norvegia 73,0 [180]
15 3 febbraio 1974   Anita Wold Norvegia Norvegia Kløvsteinbakken Meldal, Norvegia 82,5 [180]
16 16 marzo 1974   Anita Wold Norvegia Norvegia MS 1970 Štrbské Pleso, Cecoslovacchia 91,0 [181]
17 16 marzo 1974   Anita Wold Norvegia Norvegia MS 1970 Štrbské Pleso, Cecoslovacchia 94,0 [181]
18 14 gennaio 1975   Anita Wold Norvegia Norvegia Ōkurayama Sapporo, Giappone 97,5
19 29 marzo 1981   Tiina Lehtola Finlandia Finlandia Rukatunturi Kuusamo, Finlandia 110,0
20 22 gennaio 1989   Merete Kristiansen Norvegia Norvegia Odnesbakken Odnes, Norvegia 111,0
21 7 gennaio 1994   Eva Ganster Austria Austria Paul-Ausserleitner-Schanze Bischofshofen, Austria 112,0
22 21 gennaio 1994   Eva Ganster Austria Austria Lysgårdsbakken Lillehammer, Norvegia 113,5 [182][183]
23 6 gennaio 1997   Eva Ganster Austria Austria Paul-Ausserleitner-Schanze Bischofshofen, Austria 115,0
24 4 febbraio 1997   Eva Ganster Austria Austria Kulm Tauplitz/Bad Mitterndorf, Austria 144,0
25 5 febbraio 1997   Eva Ganster Austria Austria Kulm Tauplitz/Bad Mitterndorf, Austria 161,0
26 6 febbraio 1997   Eva Ganster Austria Austria Kulm Tauplitz/Bad Mitterndorf, Austria 163,0
27 7 febbraio 1997   Eva Ganster Austria Austria Kulm Tauplitz/Bad Mitterndorf, Austria 164,5
28 9 febbraio 1997   Eva Ganster Austria Austria Kulm Tauplitz/Bad Mitterndorf, Austria 165,0
29 9 febbraio 1997   Eva Ganster Austria Austria Kulm Tauplitz/Bad Mitterndorf, Austria 167,0
30 29 gennaio 2003   Daniela Iraschko-Stolz Austria Austria Kulm Tauplitz/Bad Mitterndorf, Austria 188,0
31 29 gennaio 2003   Daniela Iraschko-Stolz Austria Austria Kulm Tauplitz/Bad Mitterndorf, Austria 200,0

Primati del mondo non validi[modifica | modifica wikitesto]

Dmitrij Vasil'ev detiene il primato non ufficiale di 254 metri

Se un saltatore tocca il suolo con le mani, il corpo o cade prima di raggiungere la linea di atterraggio, il salto viene ritenuto non valido e quindi non elencato come record del mondo, Inoltre i salti realizzati in allenamento o durante test del trampolino non vengono riconosciuti come record ufficiali mondiali. Le distanze stabilite dai saltatori apripista (chiamati "V jumpers") prima della gara sono ritenute ufficiali.

N Data Atleta Nazionalità Trampolino Luogo Metri
1 12 febbraio 1879   Olaf Haugann Norvegia Norvegia Kastellbakken Oslo, Norvegia 22,0 Metti in pratica[20][nota 7]
2 24 febbraio 1886   Johannes Nordgard Norvegia Norvegia Flatdalbakken Seljord, Norvegia 27,0 caduta[23]
3 21/22 marzo 1891   Gustav Bye Norvegia Norvegia Blybergbakken Blyberget, Trondheim, Norvegia 33,0 Rivendicato WR[184][nota 8]
17 febbraio 1894   Mikkjel Hemmestveit Norvegia Norvegia
Stati Uniti Stati Uniti
McSorley Hill Red Wing, Stati Uniti d'America 36,6 caduta[185][186][187]
4 7 febbraio 1897   Cato Aall Norvegia Norvegia Solbergbakken Bærum, Norvegia 31.5 Fuori concorso[188]
5 7 febbraio 1897   Asbjørn Nilssen Norvegia Norvegia Solbergbakken Bærum, Norvegia 35,0 caduta[188]
6 1899   Trygve Smith Norvegia Norvegia Solbergbakken Bærum, Norvegia 36,0 ?[189]
7 28 gennaio 1900   Thor Thorsen Norvegia Norvegia Blybergbakken Trondheim, Norvegia 34,0 caduta[190]
8 11 febbraio 1900   Aksel Refstad Norvegia Norvegia Solbergbakken Bærum, Norvegia 36,0 caduta[28][29]
9 11 febbraio 1900   Aksel Refstad Norvegia Norvegia Solbergbakken Bærum, Norvegia 36,0 caduta
10 25 febbraio 1900   Aslak Solid Norvegia Norvegia Donstadbakken Morgedal, Norvegia 36,0 caduta[191]
11 27 gennaio 1901   Ole Mangseth Norvegia Norvegia Bjørnsvebakken Gjøvik, Norvegia 38,0 caduta[31][192][193]
12 9 febbraio 1902   Albert Wüller Norvegia Norvegia Solbergbakken Bærum, Norvegia 36,5 caduta[194][195]
13 11 febbraio 1902   Hans Hovde Norvegia Norvegia Gustadbakken Geithus, Norvegia 36,0 caduta[30][31]
14 16 febbraio 1902   Johan Hestnæs Norvegia Norvegia Frambakken Brumunddal, Norvegia 39,5 caduta[196]
15 23 febbraio 1902   Paul Nesjø Norvegia Norvegia Trondheim, Norvegia 39,5 Fuori concorso[197]
16 10 febbraio 1907   Gunnar Johansen Norvegia Norvegia Gustadbakken Geithus, Norvegia 41,0 Non in statistica[198][199]
17 2 febbraio 1908   A. Blomqvist Norvegia Norvegia Gustadbakken Geithus, Norvegia 47,0 caduta[200]
18 14 febbraio 1909   Ola Brevik Norvegia Norvegia Frambakken Brumunddal, Norvegia 43,0 caduta[201]
19 28 Febbraio 1909   Trygve Smith Norvegia Norvegia Bolgenschanze Davos, Svizzera 46,0 caduta[36]
20 6 febbraio 1910   Gunnar Sundet Norvegia Norvegia Gustadbakken Geithus, Norvegia 45,5 caduta[202]
21 27 febbraio 1910   Einar Jensen Norvegia Norvegia Frambakken Brumunddal, Norvegia 46,5 caduta[203]
22 27 febbraio 1910   Sigurd Brevik Norvegia Norvegia Frambakken Brumunddal, Norvegia 51,0 caduta[204]
23 5 febbraio 1911   Haakon Hansen Norvegia Norvegia Gustadbakken Geithus, Norvegia 47,0 caduta[205]
24 18 febbraio 1911   Barney Riley Stati Uniti Stati Uniti Curry Hill Ironwood, Stati Uniti d'America 46,9 caduta[37]
25 4 febbraio 1912   Halvor Rismyhr Norvegia Norvegia Frambakken Brumunddal, Norvegia 49,5 caduta[206]
26 18 febbraio 1912   Oscar Gundersen Norvegia Norvegia Gustadbakken Geithus, Norvegia 50,0 caduta[38]
27 18 febbraio 1912   James Presthus Stati Uniti Stati Uniti Curry Hill Ironwood, Stati Uniti d'America 47,5 caduta[207]
28 11 febbraio 1913   Emil Knudsen Norvegia Norvegia Bolgenschanze Davos, Svizzera 49,0 caduta[208]
29 16 febbraio 1913   Ragnar Omtvedt Stati Uniti Stati Uniti Wolverine Hill Ironwood, Stati Uniti d'America 48,2 Non ufficiale?[40][41][nota 9]
16 febbraio 1913   Barney Riley Stati Uniti Stati Uniti Curry Hill Ironwood, Stati Uniti d'America 49,1 caduta[40][nota 10]
16 febbraio 1913   Barney Riley Stati Uniti Stati Uniti Curry Hill Ironwood, Stati Uniti d'America 50,3 caduta[40][nota 11]
30 1 febbraio 1914   Josef Henriksen Norvegia Norvegia Gustadbakken Geithus, Norvegia 52,0 caduta[209][210]
31 1915   Ragnar Omtvedt Stati Uniti Stati Uniti Curry Hill Ironwood, Stati Uniti d'America 56,0 Non ufficiale
32 1 febbraio 1916   Nels Nelsen Canada Canada Nels Nelsen Hill Revelstoke, Canada 55,8 Non ufficiale formazione
33 28 febbraio 1919   Lars Haugen Stati Uniti Stati Uniti Howelsen Hill Steamboat Springs, US 64,6 caduta[46][211][212]
34 28 febbraio 1919   Anders Haugen Stati Uniti Stati Uniti Howelsen Hill Steamboat Springs, US 62,5 caduta[46][211][212]
35 29 febbraio 1920   Anders Haugen Stati Uniti Stati Uniti Howelsen Hill Steamboat Springs, US 66,4 caduta[213]
36 9 febbraio 1921   Henry Hansen Canada Canada Nels Nelsen Hill Revelstoke, Canada 71,6 caduta[214][215][216]
37 Marzo 1923   Nels Nelsen Canada Canada Nels Nelsen Hill Revelstoke, Canada 71,3 caduta[217][nota 12]
38 5 febbraio 1924   Nels Nelsen Canada Canada Nels Nelsen Hill Revelstoke, Canada 71,6 caduta[217][nota 13]
39 6 febbraio 1924   Nels Nelsen Canada Canada Nels Nelsen Hill Revelstoke, Canada 71,6 caduta[217][nota 14]
40 21 febbraio 1926   Erling Andersen Norvegia Norvegia Odnesbakken Odnes, Norvegia 75,0 caduta[218]
41 21 gennaio 1928   Adolf Badrutt Svizzera Svizzera Bernina-Roseg-Schanze Pontresina, Svizzera 73,5 Fuori concorso[219]
42 18 febbraio 1928   Jacob Tullin Thams Norvegia Norvegia Olympiaschanze Sankt Moritz, Svizzera 73,0 caduta[220]
43 2 gennaio 1930   Adolf Badrutt Svizzera Svizzera Bernina-Roseg-Schanze Pontresina, Svizzera 74,5 caduta[221][222]
44 16 febbraio 1930   Ernesto Zardini Italia Italia Trampolino Gigante del Corno d'Aola Ponte di Legno, Regno d'Italia 76,0 caduta[223]
45 1 gennaio 1931   Alf Engen Norvegia Norvegia Ecker Hill Salt Lake City, Stati Uniti d'America 75,3 WAWSA[224][225][226][227][228]
46 18 gennaio 1931   Sverre Kolterud Norvegia Norvegia Flubergbakken Odnes, Norvegia 75,5 caduta[229]
47 18 gennaio 1931   Hans Beck Norvegia Norvegia Flubergbakken Odnes, Norvegia 76,5 caduta[53][229]
48 18 gennaio 1931   Birger Ruud Norvegia Norvegia Flubergbakken Odnes, Norvegia 82,0 caduta[53]
49 Gennaio 1931   Alf Engen Norvegia Norvegia Ecker Hill Salt Lake City, Stati Uniti d'America 77,4 WAWSA[nota 15]
50 Gennaio 1931   Alf Engen Norvegia Norvegia Ecker Hill Salt Lake City, Stati Uniti d'America 81,1 Non ufficiale[nota 16]
51 Febbraio 1931   Bronisław Czech Polonia Polonia Trampolino Gigante del Corno d'Aola Ponte di Legno, Regno d'Italia 79,5 caduta: fuori conc.[230]
52 12 marzo 1932   Robert Lymburne Canada Canada Nels Nelsen Hill Revelstoke, Canada 82,0 Non ufficiale[231][232]
53 Marzo 1932   Sigmund Ruud Norvegia Norvegia Bolgenschanze Davos, Svizzera 82,0 Non ufficiale[231]
54 12 febbraio 1933   Birger Ruud Norvegia Norvegia Bergisel Innsbruck, Austria 82,0 caduta[233][234]
55 25 marzo 1934   Gregor Höll Austria Austria Bloudkova velikanka Planica, Regno di Jugoslavia 89,0 caduta[61]
56 25 marzo 1934   Sigmund Ruud Norvegia Norvegia Bloudkova velikanka Planica, Regno di Jugoslavia 95,0 caduta[61]
57 Gennaio 1935   Alf Engen Norvegia Norvegia Ecker Hill Salt Lake City, Stati Uniti d'America 94,8 Non uff. formaz.[235][nota 17]
58 17 marzo 1935   Olav Ulland Norvegia Norvegia
Stati Uniti Stati Uniti
Trampolino Gigante del Corno d'Aola Ponte di Legno, Regno d'Italia 103,5 caduta[65][236]
59 2 marzo 1941   Heinz Palme Germania Germania Bloudkova velikanka Planica, Regno di Jugoslavia 109,0 Toccare[71][72]
60 14 marzo 1948   Janez Polda Jugoslavia Jugoslavia Bloudkova velikanka Planica, Jugoslavia 120,0 Toccare[73][237]
61 14 marzo 1948   Charles Blum Svizzera Svizzera Bloudkova velikanka Planica, Jugoslavia 121,0 caduta[73][237]
62 2 marzo 1950   Willi Gantschnigg Svizzera Svizzera Heini-Klopfer-Skiflugschanze Oberstdorf, Germania 130,0 caduta[75][77]
63 23 marzo 1958   Max Bolkart bandiera Germania Ovest Heini-Klopfer-Skiflugschanze Oberstdorf, Germania Ovest 139,0 Toccare[238]
64 25 febbraio 1961   Wolfgang Happle bandiera Germania Ovest Heini-Klopfer-Skiflugschanze Oberstdorf, Germania Ovest 145,0 caduta[239]
65 19 marzo 1965   Bjørn Wirkola Norvegia Norvegia Kulm Tauplitz, Austria 144,0 caduta[240]
66 20 marzo 1965   Peter Lesser Germania Est Germania Est Kulm Tauplitz, Austria 147,0 caduta[91]
67 8 marzo 1969   Ladislav Divila Cecoslovacchia Cecoslovacchia Vikersundbakken Vikersund, Norvegia 156,0 caduta[241]
68 8 marzo 1973   Jochen Danneberg Germania Est Germania Est Heini-Klopfer-Skiflugschanze Oberstdorf, Germania Ovest 166,0 caduta[242]
69 8 marzo 1973   Takao Itō Giappone Giappone Heini-Klopfer-Skiflugschanze Oberstdorf, Germania Ovest 176,0 caduta[242][243]
70 9 marzo 1973   Walter Steiner Svizzera Svizzera Heini-Klopfer-Skiflugschanze Oberstdorf, Germania Ovest 175,0 caduta[109]
71 11 marzo 1973   Walter Steiner Svizzera Svizzera Heini-Klopfer-Skiflugschanze Oberstdorf, Germania Ovest 179,0 caduta[244][245]
72 15 marzo 1974   Walter Steiner Svizzera Svizzera Velikanka bratov Gorišek Planica, Jugoslavia 177,0 caduta[111][246]
73 20 marzo 1977   Bogdan Norčič Jugoslavia Jugoslavia Velikanka bratov Gorišek Planica, Jugoslavia 181,0 Toccare[247][248]
74 17 marzo 1979   Axel Zitzmann Germania Est Germania Est Velikanka bratov Gorišek Planica, Yugoslavia 179,0 caduta[249][250]
75 13 marzo 1987   Andreas Felder Austria Austria Velikanka bratov Gorišek Planica, Yugoslavia 192,0 Toccare[251][252][253]
76 23 marzo 1991   André Kiesewetter Germania Germania Velikanka bratov Gorišek Planica, Yugoslavia 196,0 Toccare[254][255][256][257]
77 22 marzo 1992   Christof Duffner Germania Germania Čerťák Harrachov, Cecoslovacchia 194,0 caduta[258][259]
78 17 marzo 1994   Andreas Goldberger Austria Austria Velikanka bratov Gorišek Planica, Slovenia 202,0 Toccare[260][261]
79 18 marzo 1994   Christof Duffner Germania Germania Velikanka bratov Gorišek Planica, Slovenia 207,0 caduta[140][262]
80 22 marzo 1997   Dieter Thoma Germania Germania Velikanka bratov Gorišek Planica, Slovenia 213,0 Toccare[263][264]
81 19 marzo 1999   Martin Schmitt Germania Germania Velikanka bratov Gorišek Planica, Slovenia 219,0 caduta[145][261]
82 21 marzo 2003   Veli-Matti Lindström Finlandia Finlandia Velikanka bratov Gorišek Planica, Slovenia 232,5 Toccare[155][265]
83 17 marzo 2005   Andreas Widhölzl Austria Austria Letalnica bratov Gorišek Planica, Slovenia 234,5 caduta[266]
84 20 marzo 2005   Janne Ahonen Finlandia Finlandia Letalnica bratov Gorišek Planica, Slovenia 240,0 caduta[159][267]
85 15 febbraio 2015   Dmitrij Vasil'ev Russia Russia Vikersundbakken Vikersund, Norvegia 254,0 Toccare[268][269]
86 16 marzo 2016   Tilen Bartol Slovenia Slovenia Letalnica bratov Gorišek Planica, Slovenia 252,0 caduta[270][271]
87 22 marzo 2018   Gregor Schlierenzauer Austria Austria Letalnica bratov Gorišek Planica, Slovenia 253.5 caduta[272][273]

     Salti in piedi. Non riconosciuto come record mondiale ufficiale per vari motivi.
     Non è chiaro se questo sia stato prima o dopo che Ragnar Omtvedt ha impostato WR a 169 piedi.

Primati del mondo estivi[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1954 W. Lesser fu il primo detentore del record 42 m di salto su pista estiva di plastica a Oberhof
V. H. Sklett ha saltato 147 m sulla pista estiva di Klingenthal

La pista per il salto con gli sci ricoperta in plastica fu inventata dal saltatore tedesco Hans Renner e i primi test, senza pubblico, vennero realizzati il 31 ottobre 1954 presso il trampolino "Regenbergschanze" a Zella-Mehlis, nella Germania dell'Est.

Il trampolino "Wadeberg Jugendschanze K40" di Oberhof, Germania dell'Est, costruito vicino al vecchio "Thüringenschanze", fu il primo trampolino estivo omologato, dove il 21 novembre 1954 fu organizzata la prima gara assoluta alla presenza di 15 000 spettatori: Werner Lesser fece registrare i primi record ufficiali con due salti di 41 e 42 metri. Il saltatore norvegese Vegard Haukø Sklett detiene il primato del salto estivo su platica con 147 metri, realizzato il 23 settembre 2011 durante la gara di Coppa Continentale a Klingenthal, Germania.

Il 21 agosto 2013 la saltatrice americana Sarah Hendrickson cadde a 148 metri durante un allenamento estivo a Oberstdorf, Germania.

N Data Atleta Nazionalità Trampolino Luogo Metri
1 21 novembre 1954   Werner Lesser Germania Est Germania Est Thüringenschanze K40 Oberhof, Germania Est 41,0
2 21 novembre 1954   Werner Lesser Germania Est Germania Est Thüringenschanze K40 Oberhof, Germania Est 42,0
3 30 settembre 1973   Heinz Wossipiwo Germania Est Germania Est Areal Horečky K90 Frenštát pod Radhoštěm, Cecoslovacchia 84,0
4 30 settembre 1973   Heinz Wossipiwo Germania Est Germania Est Areal Horečky K90 Frenštát pod Radhoštěm, Cecoslovacchia 86,0
5 6 agosto 1979   Holger Greiner-Petter Germania Est Germania Est Kanzlersgrund Oberhof, Germania Est 97,0
6 7 agosto 1979   Jochen Danneberg Germania Est Germania Est Kanzlersgrund Oberhof, Germania Est 110,0
7 31 ottobre 1993   Noriaki Kasai Giappone Giappone Trampolino olimpico K120 Hakuba, Giappone 126,5
8 25 settembre 1994   Takehito Suda Giappone Giappone Trampolino olimpico K120 Hakuba, Giappone 127,0
9 20 agosto 1995   Rico Meinel Germania Germania Granåsen K120 Trondheim, Norvegia 130,5
10 18 agosto 1996   Ari-Pekka Nikkola Finlandia Finlandia Granåsen K120 Trondheim, Norvegia 131,0
11 17 agosto 1997   Kazuyoshi Funaki Giappone Giappone Granåsen K120 Trondheim, Norvegia 132,5
12 5 settembre 2004   Daniel Forfang Norvegia Norvegia Wielka Krokiew HS 134 Zakopane, Polonia 139,5
13 2 September 2005   Petter Tande Norvegia Norvegia Paul-Ausserleitner-Schanze HS 140 Bischofshofen, Austria 142,0
14 16 agosto 2007   Gregor Schlierenzauer Austria Austria Trampolino a Monte HS 140 Pragelato, Italia 143,5
15 2 settembre 2007   Bernhard Gruber Austria Austria Paul-Ausserleitner-Schanze HS 140 Bischofshofen, Austria 143,5
16 5 ottobre 2007   Gregor Schlierenzauer Austria Austria Vogtland Arena HS 140 Klingenthal, Germania 146,0
17 2 ottobre 2009   Harri Olli Finlandia Finlandia Vogtland Arena HS 140 Klingenthal, Germania 146,0
18 23 settembre 2011   Vegard Haukø Sklett Norvegia Norvegia Vogtland Arena HS 140 Klingenthal, Germania 147,0
19 15 ottobre 2016   Dmitrij Vasil'ev Russia Russia RusSki Gorki HS140 Soči, Russia 147,5
20 11 july 2018   Sergey Tkachenko Kazakistan Kazakistan Burabay Ski Jumps HS140 Shchuchinsk, Kazakistan 151,0

Tandem[modifica | modifica wikitesto]

Il 18 febbraio 2016 i saltatori sloveni Rok Urbanc e Jaka Rus hanno compiuto uno storico salto in coppia con un unico paio di sci, mai eseguito fino ad allora, di 35 metri sul trampolino HS45 a Planica, Slovenia.[274]

N Data Atleti Nazionalià Trampolino Luogo Metri
1 18 febbraio 2016 Rok Urbanc
Jaka Rus
Slovenia Slovenia
Slovenia Slovenia
Planica Nordic Center HS45 Planica, Slovenia 35,0

Note[modifica | modifica wikitesto]

Annotazioni
  1. ^ Tim Ashburner racconta nel libro La storia del salto con gli sci (ISBN  1-904057-15-2, p. 14) che il salto più lungo di Norheim nel circuito di Hauglibakken avrebbe dovuto essere misurato a 50 alen (31,5 metri se si calcola il vicolo a 62,75 cm), ma che i giornali di Christiania affermavano che la lunghezza "con una certa esagerazione" avrebbe dovuto essere di 30 acri (19 metri). 19,5 metri, che la maggior parte degli elenchi attuali dei record mondiali dichiarano, corrisponde a 31 alen.
  2. ^ Skiing Heritage, volume 19, No.3 (pagina 12); Sveinung Svalastoga, un altro Telemarker, in seguito stabilì il record di collina (mondiale) a circa 70 piedi (22 metri).
  3. ^ Il giornale sloveno Jutro riporta invece due salti di 99 metri da parte di Reidar Andersen.
  4. ^ Secondo il servizio radiofonico tedesco ufficiale citato in Ljudska pravica, i salti sono stati seguiti in quest'ordine: Andreas Däscher (130 m), poi Dan Netzell (135 m) e l'ultimo Sepp Weiler (133 m).
  5. ^ Wirkola ha stabilito il record mondiale di 145,5 metri nell'allenamento di sabato a Vikersund (12/3/1966).
  6. ^ Il salto di Geir Ove Berg è stato inizialmente misurato come 167 metri, ma successivamente corretto nel record mondiale di 173 metri. È stato ufficialmente pubblicato il giorno successivo.
  7. ^ Nel 1879 Olaf Haugann raggiunse la distanza di 22 metri durante le prove.
  8. ^ Il 21 o 22 marzo 1891, Gustav Bye affermò di aver saltato 33 metri a Levanger, Norvegia, che sarebbe poi diventato WR. Tuttavia vi sono alcuni dubbi se è stato misurato in ell (1 ell norvegese = 62,75 cm) che sarebbero in realtà solo 20 metri.
  9. ^ Nel 1913 Ragnar Omtvedt atterrò a 158 piedi (48,2 m) WR American Championships in Ironwood, ma non venne riconosciuto in quanto professionista. Più tardi nello stesso giorno in un'altra gara amatoriale, Ragnar Omtvedt fissò il WR a 169 piedi (51,5 m).
  10. ^ 161 piedi. Non è chiaro se il salto è stato fatto prima o dopo il record di 169 piedi di Ragnar Omtvedt.
  11. ^ 165 piedi. Non è chiaro se il salto è stato fatto prima o dopo il record di 169 piedi di Ragnar Omtvedt.
  12. ^ Nel marzo 1923 Nels Nelsen saltò 234 piedi (71,3 m) fissando il record del mondo nel complesso di Nels Nelsen Hill a Revelstoke.
  13. ^ Il 5 febbraio 1924, Nels Nelsen atterrò a 235 piedi (71,6 m) fissando il record del mondo nel complesso di Nels Nelsen Hill a Revelstoke.
  14. ^ Il 6 febbraio 1924, Nels Nelsen atterrò a 235 piedi (71,6 m) eguagliando il record del mondo nel complesso di Nels Nelsen Hill a Revelstoke.
  15. ^ Secondo Harold "Cork" Anson, la distanza record mondiale di 77,4 metri stabilita da Alf Engen su Ecker Hill nel gennaio 1931, non fu riconosciuta come WR, perché lo Utah Ski Club non era allora membro della Western American Association per gli sport invernali.
  16. ^ Il record mondiale di 266 piedi (81,1 metri) stabilito da Alf Engen su Ecker Hill nel 1931 non è stato riconosciuto come WR, poiché è stato ottenuto in una competizione non ufficiale.
  17. ^ Il record mondiale di 311 piedi (94,8 metri) stabilito da Alf Engen su Ecker Hill nel gennaio 1935, è stato effettuato durante le prove (competizione non autorizzata) ed è per questo che non è stato riconosciuto come record mondiale ufficiale.
Fonti
  1. ^ a b Canadian Ski Hall of Fame, Nels Nelsen (PDF), su skimuseum.ca. URL consultato il 15 febbraio 2011 (archiviato dall'url originale il 15 febbraio 2011).
  2. ^ (EN) Norway takes the home win, Kraft the world record - FIS-SKI, su FIS-SKI. URL consultato il 19 marzo 2017 (archiviato dall'url originale il 19 marzo 2017).
  3. ^ Eurosport, Ski jump world record broken for second time in two days as Anders Fannemel flies to glory, su uk.eurosport.yahoo.com, 15 febbraio 2015. URL consultato il 15 febbraio 2015 (archiviato dall'url originale il 17 febbraio 2015).
  4. ^ Thoresen,  p. 18
  5. ^ Thoresen,  p. 15
  6. ^ Thoresen,  p. 21
  7. ^ (ISBN 1-904057-15-2, p. 14)
  8. ^ Thoresen,  p. 371
  9. ^ Thoresen,  p. 26
  10. ^ Thoresen,  p. 70
  11. ^ Thoresen,  pp. 371–373
  12. ^ Thoresen,  p. 74
  13. ^ Thoresen,  p. 239
  14. ^ International Ski Federation, Distance measurement, su berkutschi.com. URL consultato il 15 febbraio 2011 (archiviato dall'url originale il 7 luglio 2011).
  15. ^ (NO) Verdens første skihopp minnes, su dagbladet.no, Dagbladet, 12 novembre 2008.
  16. ^ (NO) Minnes verdens første skihopprekord, su nrk.no, NRK, 12 novembre 2008.
  17. ^ a b c d e f g h i j (NO) Luftseilas på ski (page 4), su nb.no, Nordlands Avis, 1º aprile 1952.
  18. ^ Tim Ashburner: The History of Ski Jumping (page 14), History of Ski Jumping, 31 gennaio 2013, ISBN 978-1-904057-15-4.
  19. ^ (NO) Column 1, Paragraph 2 (page 3), su nb.no, Oplandenes avis, 19 febbraio 1879.
  20. ^ a b The Men of Telemark (page 91), Two Planks and A Passion, 31 gennaio 2013, ISBN 978-0-8264-2338-2.
  21. ^ In Aftenposten dated January 10th, 1881 there was an advertisement:, su morgedal.com.
  22. ^ Skiing Heritage (page 12), in Skiing History, Skiing Heritage, volume 19, No.3, settembre 2007, ISSN 1082-2895 (WC · ACNP).
  23. ^ a b (NO) Silljordsskirendet (page 2, columns 4 & 5), su nb.no, Dagbladet, 11 marzo 1886.
  24. ^ On Monday, Hemmestveit broke world record at 102 feet (column 1), su chroniclingamerica.loc.gov, Little Falls Transcript, 13 marzo 1891.
  25. ^ A remarkable Feet (page 3, column 5), su chroniclingamerica.loc.gov, Public Ledger, 16 gennaio 1893.
  26. ^ (NO) Fra Skilobjets Hyembygd (page 2, column 1), su nb.no, Adresseavisen, 30 gennaio 1897.
  27. ^ a b (NO) Bærum's Skiklubs Landsrend (page 1, column 5), su nb.no, Morgenbladet, 6 febbraio 1899.
  28. ^ a b (NO) I Solbergbakken: Hopprekorder (page 2, column 3), su nb.no, Aftenposten, 12 febbraio 1900.
  29. ^ a b (NO) Solbergrendet (page 3), su nb.no, Asker og Bærum Budstikke, 14 febbraio 1900.
  30. ^ a b (NO) Tapre gutter og lange hop (page 1, column 5), su urn.nb.no, Social-Demokraten, 13 febbraio 1902.
  31. ^ a b c (DE) Schneeschuglaufen: Uber weite skisprunge (column 2), su anno.onb.ac.at, Allgemeine Sport-Zeitung, 9 marzo 1902.
  32. ^ a b (NO) Staeende hop paa 41 meter (page 1, column 4), su nb.no, Social-Demokraten, 11 marzo 1902.
  33. ^ Wins the World's Championship as ski jumper (page 6, column 6), su chroniclingamerica.loc.gov, San Francisco Call, 25 gennaio 1909.
  34. ^ Il concorso internazionale di Sky (pages 2), su archiviolastampa.it, La Stampa, 22 febbraio 1909.
  35. ^ a b (FR) Grand concours international de ski a Bardonecche (pages 36 & 37), su gallica.bnf.fr, La Montagne, 20 gennaio 1910.
  36. ^ a b (FR) Sports (page 4), su letempsarchives.ch, Journal de Genève, 2 marzo 1909.
  37. ^ a b Sensational ski jumping (page 1, column 3), su chroniclingamerica.loc.gov, Calumet News, 20 febbraio 1911.
  38. ^ a b (NO) 47 meter (page 2, column 4), su nb.no, Dagbladet, 19 febbraio 1912.
  39. ^ (NO) Et 47 meters hop (page 3, column 2), su nb.no, Asker og Bærum Budstikke, 24 febbraio 1912.
  40. ^ a b c d e Makes new ski record; 169 ft, su chroniclingamerica.loc.gov, Calumet News, 19 febbraio 1913.
  41. ^ a b Ski jumping record broken by 13 feet, su cdnc.ucr.edu, San Francisco Call, 16 febbraio 1913.
  42. ^ a b New ski jump record (page 7, column 6), su chroniclingamerica.loc.gov, Harrisburg Telegraph, 19 febbraio 1916.
  43. ^ (NO) Ny verdensrekord i hop paa ski (page 5, columns 5 & 6), su nb.no, Aftenposten, 7 febbraio 1915.
  44. ^ Henry Hall makes world's record ski jump of 203 feet (page 1, column 6), su chroniclingamerica.loc.gov, The Ward County Independent, 8 marzo 1917.
  45. ^ Daring of Noted Ski Men Thrills Visiting Crowds (page 1, columns 5 & 6), su coloradohistoricnewspapers.org, The Steamboat Pilot, 27 febbraio 1918.
  46. ^ a b c Jumps 213 feet., su chroniclingamerica.loc.gov, El Paso Herald, 10 marzo 1919.
  47. ^ Norwegian immigrant contributions to America's making, p.166 (174/188), su archive.org, El Paso Herald, 20 novembre 2009.
  48. ^ New ski record by Henry Hall, su coloradohistoricnewspapers.org, The Routt County Sentinel, 11 febbraio 1921.
  49. ^ (page 32), Powder Pioneers, 2005, ISBN 978-1-894765-64-0.
  50. ^ (FR) A Potresina Badrutt saute 75 m. (page 2), su e-newspaperarchives.ch, La Suisse Libérale, 13 gennaio 1930.
  51. ^ (NO) Sport: Et 75 meters hopp. (page 6, paragraph 4), su nb.no, Porsgrunns Dagblad, 21 gennaio 1930.
  52. ^ (FR) Le Suisse Badrutt saute 75 metres a ski (page 193), su gallica.bnf.fr, Neige et Glace, 15 marzo 1930.
  53. ^ a b c d (NO) Kjempe-hopp i Flubergbakken (page 2), su nb.no, Porsgrunns Dagblad, 19 gennaio 1931.
  54. ^ (FR) Le concours de saut a Davos (page 5), su letempsarchives.ch, Journal de Geneve, 25 febbraio 1931.
  55. ^ (FR) 50 Ans De Progres Pour Sauter 100 metres, su gallica.bnf.fr, Plaisirs de Neige, 6 gennaio 1938.
  56. ^ (FR) Concours de saut a Bretaye: Un saut de 84 metres (page 3), su letempsarchives.ch, Gazette de Lausanne, 20 febbraio 1933.
  57. ^ (NO) Sigmund Ruud hoppet 86 meter (page 5), su urn.nb.no, Buskerud Blad, 22 febbraio 1933.
  58. ^ (FR) Le record du monde battu a Villars (page 6), su letempsarchives.ch, Gazette de Lausanne, 27 febbraio 1933.
  59. ^ Lumburne sets new ski record (page 7), su news.google.com, Calgary Herald, 16 marzo 1933.
  60. ^ (page 34), Powder Pioneers, 2005, ISBN 978-1-894765-64-0.
  61. ^ a b c (SL) Svetovni rekordi na naših tleh / Rekord za rekordom, su dlib.si, Jutro, 26 marzo 1934, p. 1.
  62. ^ (SL) V Planici že dosegli 93 metrsko znamko, su dlib.si, Jutro, 15 marzo 1935, p. 7.
  63. ^ a b c (SL) Sport: V Planici tik pred zaželjenim ciljem, su dlib.si, Jutro, 16 marzo 1935, p. 7.
  64. ^ a b c (SL) Andersen: 99 m, su dlib.si, Slovenec, 16 marzo 1935, p. 2.
  65. ^ a b (FR) Le record du saut en longueur battu (page 4), su gallica.bnf.fr, La Dépêche, 18 marzo 1935.
  66. ^ (SL) Planica -- 101 m! (actually 101.5 metres, no space for 4th number), su dlib.si, Jutro (Monday edition), 16 marzo 1936, p. 1.
  67. ^ (SL) Svetozar Guček, 90-letnik, su gore-ljudje.si, Gore in ljudje, 1º gennaio 2010.
  68. ^ (SL) Neznana znana Planica: Correct length explanation (paragraph 5), su smucisca.net.
  69. ^ (SL) 107 metrov na planiški skakalnici, su dlib.si, Slovenec, 16 marzo 1938, p. 7.
  70. ^ (SL) Bradl je skočil 107 m, su dlib.si, Slovenski narod, 16 marzo 1938, p. 4.
  71. ^ a b c (SL) Paragraphs: Znamki 101 za nas in 108 za Nemce & Serija senzacij, su dlib.si, Jutro, 3 marzo 1941, p. 1.
  72. ^ a b c (SL) Neverjetne daljave (seit 4, Absatz 4), su dlib.si, Slovenski dom, 3. marzo 1941.
  73. ^ a b c (SL) Izredni uspehi slovenskih in inozemskih skakalcev v Planici (page 6), su dlib.si, Slovenski poročevalec, 16 marzo 1948.
  74. ^ (SL) Švicar Tschannen je s skokom 120 m postavil nov svetovni rekord... (page 6), su dlib.si, Ljudska pravica, 16 marzo 1948.
  75. ^ a b c d (SL) V Oberstdorfu je šlo 135 metrov daleč (page 1), su dlib.si, Slovenski poročevalec, 4 marzo 1950.
  76. ^ a b (SL) 17. svetovni rekord v Oberstdorfu (page 9), su dlib.si, Delo, 28 febbraio 1981.
  77. ^ a b c d e (SL) 135 m dolg smučarski skok je dosegel šved Netzl (page 4), su dlib.si, Ljudska pravica, 4 marzo 1950.
  78. ^ (DE) Der letzte Schrei: 135 Meter! (page 17, column 4), su anno.onb.ac.at, Weltpresse, 4 marzo 1950.
  79. ^ Dan Netzell - Oberstdorf 1950 - 135 m - World record, su youtube.com, YouTube, 3 marzo 1950.
  80. ^ (SL) Pred revijo smučarjev v Planici: nov rekord v Oberstdorfu (page 5), su dlib.si, Slovenski poročevalec, 3 marzo 1951.
  81. ^ (SL) Finec Luiro skočil 139, Finžgar pa 120 m (page 4), su dlib.si, Ljudska pravica, 3 marzo 1951.
  82. ^ Tauno Luiro - Oberstdorf 1951 - 139 m - World record, su youtube.com, YouTube, 2 marzo 1951.
  83. ^ (SL) Nov svetovni rekord - 141 metrov Jožeta Šlibarja! (page 1), su dlib.si, Delo, 25 febbraio 1961.
  84. ^ Jože Šlibar - Oberstdorf 1961 - 141 m - World record, su youtube.com, YouTube, 24 febbraio 1961.
  85. ^ (SL) Šlibarjev svetovni rekord ogrožen? (page 1), su dlib.si, Delo, 2 marzo 1962.
  86. ^ (SL) Sjöberg izenačil Šlibarjev svetovni rekord (page 6), su dlib.si, Delo, 15 febbraio 1964.
  87. ^ (SL) Motejlek nasledil Šlibarja (page 5), su dlib.si, Delo, 16 febbraio 1964.
  88. ^ (SL) Zandanelu rekord, Sjöbergu zmago (page 5), su dlib.si, Delo, 17 febbraio 1964.
  89. ^ Nilo Zandanel - Oberstdorf 1964 - 144 m - World record, su youtube.com, YouTube, 16 febbraio 1964.
  90. ^ (SL) P. Lesser: 145.5 m! (page 1), su dlib.si, Delo, 22 marzo 1965.
  91. ^ a b (SL) 145.5 m nov svetovni rekord / Peter Lesser 147 m p. (page 5), su dlib.si, Delo, 22 marzo 1965.
  92. ^ Peter Lesser - Kulm 1965 - 145.5 m - World record, su youtube.com, YouTube, 21 marzo 1965.
  93. ^ (SL) Wirkola 145,5 m (page 8), su dlib.si, Delo, 14 marzo 1966.
  94. ^ a b (SL) Še o 146 m Wirkole v Vikersundu (page 4), su dlib.si, Delo, 21 marzo 1966.
  95. ^ Bjørn Wirkola - Vikersund 1966 - 146 m - World record (see 1:40), su youtube.com, YouTube, 13 marzo 1966.
  96. ^ a b (NO) Kjell Sjöberg satte v-rekord med 148 meter i Oberstdorf (page 17), su nb.no, Nasjonalbiblioteket, 11 febbraio 1967.
  97. ^ a b (SL) Kar dvakrat svetovni rekord (page 5), su dlib.si, Delo, 11 febbraio 1967.
  98. ^ Lars Grini - Oberstdorf 1967 - 147 m - World record, su youtube.com, YouTube, 10 febbraio 1967.
  99. ^ (SL) Norveški skakalec Grini - sedaj 150 metrov daleč (page 1), su dlib.si, Delo, 12 febbraio 1967.
  100. ^ Lars Grini - Oberstdorf 1967 - 150 m - World record, su youtube.com, YouTube, 11 febbraio 1967.
  101. ^ (SL) Bachler - 154 m (page 1), su dlib.si, Delo, 13 marzo 1967.
  102. ^ Reinhold Bachler - Vikersund 1967 - 154 m - World record, su youtube.com, YouTube, 12 marzo 1967.
  103. ^ (SL) Svetovni rekord v Planici, Wirkola skočil 156 metrov (page 1), su dlib.si, Delo, 22 marzo 1969.
  104. ^ a b c (SL) Nov rekord Raške - 164 metrov (page 1), su dlib.si, Delo, 23 marzo 1969.
  105. ^ Jiří Raška - Planica 1969 - 164 m - World record, su youtube.com, YouTube, 22 marzo 1969.
  106. ^ (SL) Wolf (NDR) -- 165 metres! (page 1), su dlib.si, Delo, 24 marzo 1969.
  107. ^ Manfred Wolf - Planica 1969 - 165 m - World record, su youtube.com, YouTube, 23 marzo 1969.
  108. ^ (SL) Nov rekord 169 m (page 1), su dlib.si, Delo, 10 marzo 1973.
  109. ^ a b (SL) Zdaj Wosipiwo - 169 m (page 7), su dlib.si, Delo, 10 marzo 1973.
  110. ^ (SL) 169 m: izenačen svetovni rekord (page 1), su dlib.si, Delo, 16 marzo 1974.
  111. ^ a b (SL) Še nikoli tako daleč (page 5), su dlib.si, Delo, 16 marzo 1974.
  112. ^ Walter Steiner - Planica 1974 - 169 m - World record, su youtube.com, YouTube, 15 marzo 1974.
  113. ^ a b c (SL) Dva sta poletela 174 m! (page 8), su dlib.si, Delo, 6 marzo 1976.
  114. ^ a b Toni Innauer & Falko Weißpflog - Oberstdorf 1976 - 174 m - World record, su youtube.com, YouTube, 5 marzo 1976.
  115. ^ (SL) Innauer zdaj pri 176 m! (page 9), su dlib.si, Delo, 8 marzo 1976.
  116. ^ (SL) Koglerju naslov, Ostwaldu rekord (page 9), su dlib.si, Delo, 19 marzo 1979.
  117. ^ Klaus Ostwald - Planica 1979 - 176 m - World record, su youtube.com, YouTube, 18 marzo 1979.
  118. ^ (SL) Že prvi dan poletov je Kogler izenačil rekord (page 11), su dlib.si, Delo, 28 marzo 1980.
  119. ^ Armin Kogler - Oberstdorf 1981 - 180 m - World record, su youtube.com, YouTube, 26 febbraio 1981.
  120. ^ (SL) Ostwald prvak, Tepeš deseti (page 9), su dlib.si, Delo, 21 marzo 1983.
  121. ^ Pavel Ploc - Harrachov 1983 - 181 m - World record, su youtube.com, YouTube, 19 marzo 1983.
  122. ^ a b (SL) Že prvi dan v Oberstdorfu Nykänen svetovni rekorder (page 6), su dlib.si, Delo, 17 marzo 1984.
  123. ^ (SL) Rekordni polet 182 m (page 1), su dlib.si, Delo, 17 marzo 1984.
  124. ^ Matti Nykänen - Oberstdorf 1984 - 182 m - World record, su youtube.com, YouTube, 18 marzo 2017.
  125. ^ (SL) Nykänen na smučeh poletel 185 metrov (page 1), su dlib.si, Delo, 19 marzo 1984.
  126. ^ (SL) Matti Nykänen zasenčil vse: rekord 185 m in dve zmagi! (page 9), su dlib.si, Delo, 19 marzo 1984.
  127. ^ a b c (SL) V manj kot dveh urah trije svetovni rekordi in kup državnih (page 5), su dlib.si, Delo, 16 marzo 1985.
  128. ^ Mike Holland - Planica 1985 - 186 m - World record, su youtube.com, YouTube, 15 marzo 1985.
  129. ^ (SL) Matti Nykänen - Planica 1985 - 187 m - World record (see at 2:04), su 4d.rtvslo.si, MMC RTV Slovenija: 4D Video archives, 15 marzo 1985.
  130. ^ Matti Nykänen - Planica 1985 - 191 m - World record, su youtube.com, YouTube, 15 marzo 1985.
  131. ^ (SL) Zmagoslavje Avstrijcev na 9. SP (page 1), su dlib.si, Delo, 10 marzo 1986.
  132. ^ (SL) Felder svetovni prvak in sorekorder (page 9), su dlib.si, Delo, 10 marzo 1986.
  133. ^ Andreas Felder - Kulm 1986 - 191 m - World record, su youtube.com, YouTube, 9 marzo 1986.
  134. ^ (SL) Felderju sobotna tekma, Fijasu pa svetovni rekord (page 11), su dlib.si, Delo, 16 marzo 1987.
  135. ^ (SL) Planica 1987: Photo gallery (page 16), su dlib.si, Delo, 16 marzo 1987.
  136. ^ Piotr Fijas - Planica 1987 - 194 m - World record, su youtube.com, YouTube, 14 marzo 1987.
  137. ^ a b (SL) V Planici tudi preko magičnih 200 metrov (page 8), su dlib.si, Delo, 18 marzo 1994.
  138. ^ Martin Höllwarth - Planica 1994 - 196 m - World record, su youtube.com, YouTube, 17 marzo 1994.
  139. ^ Toni Nieminen - Planica 1994 - 203 m - World record, su youtube.com, YouTube, 17 marzo 1994.
  140. ^ a b (SL) Planica ne pozna nobenih meja Espen Bredesen poletel 209 metrov (page 8), su dlib.si, Delo, 19 marzo 1994.
  141. ^ Espen Bredesen - Planica 1994 - 209 m - World record, su youtube.com, YouTube, 18 marzo 1994.
  142. ^ a b (SL) Planica - L. Ottesen 212 m, Peterka skupni zmagovalec (page 11), su dlib.si, Delo, 24 marzo 1997.
  143. ^ Espen Bredesen - Planica 1997 - 210 m - World record, su youtube.com, YouTube, 22 marzo 1997.
  144. ^ Espen Bredesen - Planica 1997 - 212 m - World record, su youtube.com, YouTube, 22 marzo 1997.
  145. ^ a b (SL) Schmitt novi rekorder, slovenski delež pičel (page 10), su dlib.si, Delo, 20 marzo 1999.
  146. ^ Martin Schmitt - Planica 1999 - 214.5 m - World record, su youtube.com, YouTube, 19 marzo 1999.
  147. ^ (SL) Skakalci v primežu tvegane igre (page 11), su dlib.si, Delo, 22 marzo 1999.
  148. ^ Tommy Ingebrigtsen - Planica 1999 - 219.5 m - World record, su youtube.com, YouTube, 20 marzo 1999.
  149. ^ (SL) Velikanka čaka na rekorde, in Gorenjski glas, 17 marzo 2000, p. 22.
  150. ^ Thomas Hörl - Planica 2000 - 224.5 m - World record, su youtube.com, YouTube, 16 marzo 2000.
  151. ^ (SL) Rekordi padali kot zrele hruške, in Gorenjski glas, 21 marzo 2000, p. 19.
  152. ^ Andreas Goldberger - Planica 2000 - 225 m - World record, su youtube.com, YouTube, 18 marzo 2000.
  153. ^ Planica 2003: Official training results (page 4) (PDF), su medias1.fis-ski.com, International Ski Federation, 20 marzo 2003.
  154. ^ Adam Małysz - Planica 2003 - 225 m - World record tied, su youtube.com, YouTube, 20 marzo 2003.
  155. ^ a b c d (SL) Fincu rekord, Poljaku kristalni globus, su dlib.si, Gorenjski glas, 25 marzo 2003, p. 10.
  156. ^ Matti Hautamäki - Planica 2003 - 227.5 m - World record, su youtube.com, YouTube, 20 marzo 2003.
  157. ^ Matti Hautamäki - Planica 2003 - 228.5 m - World record, su youtube.com, YouTube, 22 marzo 2003.
  158. ^ Matti Hautamäki - Planica 2003 - 231 m - World record, su youtube.com, YouTube, 23 marzo 2003.
  159. ^ a b c d e (SL) Izbral miss in podrl rekord, su Dnevnik, 21 marzo 2005.
  160. ^ Bjørn Einar Romøren - Planica 2005 - 234.5 m - World record, su youtube.com, YouTube, 20 marzo 2005.
  161. ^ Matti Hautamäki - Planica 2005 - 235.5 m - World record, su youtube.com, YouTube, 20 marzo 2005.
  162. ^ Bjørn Einar Romøren - Planica 2005 - 239.5 m - World record, su youtube.com, YouTube, 20 marzo 2005.
  163. ^ a b Double world record from shooting star Evensen, su en.olympic.cn, olympic.cn, 14 febbraio 2011.
  164. ^ Johan Remen Evensen - Vikersund 2011 - 243 m - World record, su youtube.com, YouTube, 11 febbraio 2011.
  165. ^ Johan Remen Evensen - Vikersund 2011 - 246.5 m - World record, su youtube.com, YouTube, 11 febbraio 2011.
  166. ^ History in Making: Prevc With World Record, 250 metres!!!, su sloveniatimes.com, The Slovenia Times, 14 febbraio 2015. URL consultato il 21 marzo 2021 (archiviato dall'url originale l'8 novembre 2020).
  167. ^ Peter Prevc - Vikersund 2015 - 250 m - World record, su youtube.com, YouTube, 14 febbraio 2015.
  168. ^ Ski jumping: Norwegian breaks ski jumping world record, su duluthnewstribune.com, Duluth News Tribune, 15 febbraio 2015.
  169. ^ Anders Fannemel - Vikersund 2015 - 251.5 m - World record, su youtube.com, YouTube, 15 febbraio 2015.
  170. ^ a b Kraft sets world record in ski jumping, su tsn.ca, The Sports Network, 18 marzo 2017.
  171. ^ Robert Johansson - Vikersund 2017 - 252 m - World record, su youtube.com, YouTube, 18 marzo 2017.
  172. ^ Stefan Kraft - Vikersund 2017 - 253.5 m - World record, su youtube.com, YouTube, 18 marzo 2017.
  173. ^ (NO) Landsrendet i Nydalen (page 2, columns 3 & 4), su nb.no, Dagbladet, 25 gennaio 1897.
  174. ^ (NO) Flink smaajente (page 1, column 5), su nb.no, Gudbrandsdølen, 30 gennaio 1897.
  175. ^ (NO) Er kvinde hoppe 22 m (page 1, column 3), su nb.no, Nordre Bergenhus Amtstitende, 12 febbraio 1897.
  176. ^ Isabel Coursier – Ski-jumping Pioneer, su archive.is, Experience The Moutain Parks.
  177. ^ Teenage Girl Ski Champion (page 8, columns 1 & 2), su open.library.ubc.ca, Cranbrook Herald, 18 marzo 1926.
  178. ^ Sport: Johanne hoppet 49 meter (page 4), su nb.no, Porsgrunns Dagblad, 18 marzo 1926.
  179. ^ Johanne hoppet 62 meter! (page 1), su nb.no, Moss Avis, 22 febbraio 1933.
  180. ^ a b Kløvstein - Hopppbakkens historie, su orklahopp.com.
  181. ^ a b (PL) O Puchar Tatr w Szczyrbskim Jeziorze (page 10), su mbc.malopolska.pl, Dziennik Polski, 17 marzo 1974.
  182. ^ (page 19), su books.google.com, Skiing Heritage Journal, marzo 2009.
  183. ^ (PL) Dalej niż Harada, su archiwum.wyborcza.pl, wyborcza.pl, 24 febbraio 1994.
  184. ^ (NO) Levanger-Avisa: Rekordhoppet i Levanger [collegamento interrotto], su levangeravisa.no.
  185. ^ A jump of 120 feet (page 2, column 6), su virginiachronicle.com, The Weekly Register, 21 febbraio 1894.
  186. ^ page 5, su urn.nb.no, Nordisk Tidende, 23 febbraio 1894.
  187. ^ page 100, su urn.nb.no, Norsk Idrætsblad, 21 marzo 1894.
  188. ^ a b (NO) Bærums Skiklubs (page 2, column 1), su urn.nb.no, Morgenbladet, 8 febbraio 1897.
  189. ^ Tim Ashburner: The History of Ski Jumping. Quiller Press, Shrewsbury 2003. ISBN 1 904057 15 2 (s. 44)
  190. ^ (NO) Landsskirendet (page 2, column 5), su urn.nb.no, Trondhjems Adresseavis, 29 gennaio 1900.
  191. ^ (NO) Morgedølarne (page 2, column 3), su urn.nb.no, Den 17de Mai, 28 febbraio 1900.
  192. ^ (NO) Landskirendet paa Gjøvik (page 2, column 4), su nb.no, Gudbrandsdølen, 29 gennaio 1901.
  193. ^ (NO) Ole Mangseth (page 2, column 5), su nb.no, Oplandenes avis, 30 gennaio 1901.
  194. ^ (NO) Solbergrendet (page 3, column 2), su urn.nb.no, Social-Demokraten, 10 febbraio 1902.
  195. ^ (NO) Vældige hop (page 2, column 5), su urn.nb.no, Grimstad-Posten, 13 febbraio 1902.
  196. ^ (NO) Langt hoppet (page 2, column 6), su nb.no, Trondhjems Adresseavis, 22 febbraio 1902.
  197. ^ (NO) 39 1/2 Meters Hop? (page 1, column 5), su nb.no, Morgenbladet, 22 febbraio 1902.
  198. ^ (NO) Svære Hoplængder (page 1, paragraph 2), su nb.no, Fredriksstad Tilskuer, 18 febbraio 1907.
  199. ^ (NO) Gustadrendet paa Modum (page 2), su urn.nb.no, Ringerikes Blad, 12 febbraio 1907.
  200. ^ Morgenbladet: I Gustadbakken (s. 3, 3. februar 1908, digitalisert av Nasjonalbiblioteket)
  201. ^ (NO) Stiftsskirend (page 2, column 3), su urn.nb.no, Solungen, 16 febbraio 1909.
  202. ^ (NO) Et 44 1/2 Meters staaende Hop (page 2, column 4), su urn.nb.no, Hedemarkens Amtstidende, 9 febbraio 1910.
  203. ^ (NO) Hopp pa 50 meter (page 1, column 5), su nb.no, Morgenbladet, 28 febbraio 1910.
  204. ^ (NO) Verdensrekorden i Hop (pages 1 & 2, column 1), su nb.no, Oplandenes AVis, 2 marzo 1910.
  205. ^ (NO) Gaustad-rendet (page 3, column 1), su urn.nb.no, Solungen, 8 febbraio 1911.
  206. ^ (NO) Et vaelding hop (page 2, column 6), su nb.no, Fjell-Ljom, 9 febbraio 1912.
  207. ^ (NO) Hopper 152 fod (pages 11, column 5), su urn.nb.no, Nordisk Tidende, 22 febbraio 1912.
  208. ^ (DE) 49 Meter (page 171), su anno.onb.ac.at, Allgemeine Sports-Zeitung, 16 febbraio 1913.
  209. ^ (NO) Gustadrendet (page 4), su nb.no, Drammens Titende, 2 febbraio 1934.
  210. ^ (NO) Gustadrendet paa Modum (page 4), su nb.no, Aftenposten, 2 febbraio 1934.
  211. ^ a b Ski jump of 212 feet new record, su coloradohistoricnewspapers.org, The Rout County Sentinel, 28 febbraio 1919.
  212. ^ a b Carnival was huge success (page 1), su coloradohistoricnewspapers.org, The Steamboat Pilot, 5 marzo 1919.
  213. ^ (NO) Verdensrekord paa ski (page 3, column 2), su nb.no, Bergence Anonnec Titende, 7 aprile 1920.
  214. ^ Hufvudstadsbladet: Nytt världsrekord i backhopp (page 7, 17 March 1921, digitalisert av Finlands nasjonalbibliotek)
  215. ^ Nordisk Tidende: Ny Verdensrekord i Skihop sættes (page 13, 10 March 1921, digitalisert av Nasjonalbiblioteket)
  216. ^ Harold "Cork" Anson: Jumping Through Time. A History of Ski Jumping in the United States and Southwest Canada. Port Hole Publications, Florence, Oregon 2010. ISBN 978-0-9768107-7-3 (page 44)
  217. ^ a b c Powder Pioneers (page 28), Powder Pioneers, 2005, ISBN 1-894765-64-8.
  218. ^ (NO) Litt av hvert (page 1), su urn.nb.no, Kongsberg Tidende, 25 febbraio 1926.
  219. ^ (DE) Pontresina, das Dorado des Winter Sport (page 7), su anno.onb.ac.at, Neu Freie Presse, 28 febbraio 1930.
  220. ^ (SL) Smuški skoki in hockey tekme na ledu, su dlib.si, Jutro, 19 febbraio 1928, p. 6.
  221. ^ (RM) Fögl d'Engiadina (page 3), su e-newspaperarchives.ch, Fögl d'Engiadina, 3 gennaio 1930.
  222. ^ (NO) Imponerende hopp pa ski i Pontresina (page 5), su nb.no, Bergens Arbeiderblad, 13 gennaio 1930.
  223. ^ (DE) 75 Meter gestanden (page 14), su anno.onb.ac.at, Das Kleine Blatt, 21 febbraio 1930.
  224. ^ (NO) Kjempehoppene i Utah (page 12), su urn.nb.no, Nordisk Tidende, 15 gennaio 1931.
  225. ^ (NO) Alf Engens rekordhopp var ikke stående (page 5), su urn.nb.no, Buskeruds Blad, 29 gennaio 1931.
  226. ^ (NO) Eiker-gutten Alf Engen briljerer i Amerika (page 6), su urn.nb.no, Buskeruds Blad, 5 gennaio 1931.
  227. ^ (NO) Alf Engens flotte prestasjoner i Amerika (page 4), su urn.nb.no, Buskeruds Blad, 12 marzo 1931.
  228. ^ Ecker Hill Serves As One of the Most Historical Ski Jumping Hills in History, su utahcommhistory.com, Canadian Ski Annual, 16 ottobre 2020.
  229. ^ a b Verdens lengste skihopp i Fluberg (page 1), su urn.nb.no, Oppland Arbeiderblad, 19 gennaio 1931.
  230. ^ Orlęta nr 4, Ryszard Krzeptowski, Poznań 1935.
  231. ^ a b Canadian Ski Annual: Recent Ski Records (PDF), su skimuseum.ca, Canadian Ski Annual, 12 marzo 1932.
  232. ^ Powder Pioneers, p. 29, 30, Chic Scott, 2005, ISBN 978-1-894765-64-0. URL consultato il 31 marzo 2020.
  233. ^ (NO) Ved skirennet (page 2, column), su urn.nb.no, Laagendalsposten, 13 febbraio 1933.
  234. ^ (DE) Sensationelle Sprungleistungen auf der Berg-Isel-Schanze (page 14), su anno.onb.ac.at, Der Morgen, 13 febbraio 1933.
  235. ^ Alf Engen, paragraph (page 25), su issuu.com, Utah, historical quarterly, Fall 2001.
  236. ^ International Skiing History Association: Hall of Famer Olav Ulland dead at 92, su skiinghistory.org (archiviato dall'url originale il 23 aprile 2011).
  237. ^ a b (SL) Jugoslovan Polda je skočl 120 m, Švicar Charles Blum pa 121 m (page 1), su dlib.si, Ljudska pravica, 15 marzo 1948.
  238. ^ (SL) Pri 139 padel - Bolkart (page 8), su dlib.si, Slovenski poročevalec, 24 marzo 1958.
  239. ^ (SL) Leodolter vodi pred Recknaglom (page 18), su dlib.si, Delo, 26 febbraio 1961.
  240. ^ (SL) Rekordne dolžine in padci (page 23), su dlib.si, Delo, 20 marzo 1965.
  241. ^ (SL) 156 m s padcem (page 5), su dlib.si, Delo, 9 marzo 1969.
  242. ^ a b (SL) Ito 176 m - s padcem (page 10), su dlib.si, Delo, 9 marzo 1973.
  243. ^ (SL) Ito pri 176 m padel (page 1), su dlib.si, Delo, 9 marzo 1973.
  244. ^ (SL) Mesec - 158 m... (page 4), su dlib.si, Delo, 12 marzo 1973.
  245. ^ Walter Steiner - Oberstdorf 1973 - 179 m - World record crash (see 6:17), su youtube.com, YouTube, 11 marzo 1973.
  246. ^ Walter Steiner - Planica 1974 - 177 m - World record crash, su youtube.com, YouTube, 15 marzo 1974.
  247. ^ (SL) Norko z dotikom 181 m. Zmagovalec je R. Bachler (page 9), su dlib.si, Delo, 21 marzo 1977.
  248. ^ Bogdan Norčič - Planica 1977 - 181 m - World record crash, su youtube.com, YouTube, 20 marzo 1977.
  249. ^ (SL) Sobotni zmagovalec Zitzmann je padel pri 179 metrih (page 10), su dlib.si, Delo, 19 marzo 1979.
  250. ^ (SL) Axel Zitzmann - Planica 1979 - 179 m - World record crash (see at 1:23), su 4d.rtvslo.si, MMC RTV Slovenija: 4D Video archives, 17 marzo 1979.
  251. ^ (SL) Felder z znamenjem, ki ne velja (page 1), su dlib.si, Delo, 14 marzo 1987.
  252. ^ (SL) Andreas Felder na treningu pod Poncami poletel 192m (page 5), su dlib.si, Delo, 14 marzo 1987.
  253. ^ (SL) Najboljši in najdaljši v Planici (page 8), su dlib.si, Gorenjski glas, 17 marzo 1987.
  254. ^ (SL) Tudi Kiessewetter je bil ob sapo, zato je nekoliko podrsal v sneg (page 9), su dlib.si, Delo, 25 marzo 1991.
  255. ^ (SL) Zgodovinski let - André Kiesewetter po 196 metrih z dotikom (page 16), su dlib.si, Delo, 25 marzo 1991.
  256. ^ (SL) Planica je spet navdušila (page 20), su dlib.si, Gorenjski glas, 27 marzo 1991.
  257. ^ André Kiesewetter - Planica 1991 - 196 m - World record crash, su youtube.com, YouTube, 23 marzo 1991.
  258. ^ (SL) Kasai svetovni prvak v poletih, Samo Gostiša osvojil 6. mesto (page 9), su dlib.si, Delo, 23 marzo 1992.
  259. ^ Christof Duffner - Harrachov 1992 - 194 m - World record crash, su youtube.com, YouTube, 22 marzo 1992.
  260. ^ (SL) Toni Nieminen poletel 203 m (page 1), su dlib.si, Delo, 18 marzo 1994.
  261. ^ a b Andreas Goldberger - Planica 1994 - 202 m! - World record crash, su youtube.com, YouTube/ORF, 17 giugno 2012.
  262. ^ Christof Duffner - Planica 1994 - 207 m - World Record (fall), su youtube.com, ORF/YouTube, 17 giugno 2012.
  263. ^ (SL) Japonski zmagi v Planici, Peterki tudi piramida, su dlib.si, Delo, 24 marzo 1997.
  264. ^ Dieter Thoma - Planica 1997 - 213 m - World record crash, su youtube.com, YouTube, 22 marzo 1997.
  265. ^ Veli-Matti Lindström - Planica 2003 - 232.5 m - World record crash, su youtube.com, YouTube, 21 marzo 2003.
  266. ^ Andreas Widhölzl - Planica 2005 - 234.5 m - World record crash, su youtube.com, YouTube, 17 marzo 2005.
  267. ^ Janne Ahonen - Planica 2005 - 240 m - World record crash, su youtube.com, YouTube, 20 marzo 2005.
  268. ^ Vassiliev hoppet 254 meter - falt, su nrk.no, NRK, 15 febbraio 2015.
  269. ^ Dmitri Vassiliev - Vikersund 2015 - 254 m - World record crash, su youtube.com, YouTube, 15 febbraio 2015.
  270. ^ Prišlič 246, Bartol 252 with a fall on Wednesday's test of the hill, su planica.si.
  271. ^ Tilen Bartol - Planica 2016 - 252 m - World record crash, su youtube.com, YouTube, 16 marzo 2016.
  272. ^ (DE) Griff in den Schnee kostet Schlierenzauer Weltrekord, su derstandard.at, Der Standard, 22 marzo 2018.
  273. ^ Gregor Schlierenzauer - Planica 2018 - 253.5 m - World record crash, su youtube.com, YouTube, 22 marzo 2018.
  274. ^ Filmato audio First ever tandem ski jump in Planica on 18 February 2016, su YouTube.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Sport invernali Portale Sport invernali: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport invernali