Rebeka Masarova

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rebeka Masarova
Rebeka Masarova.jpg
Rebeka Masarova durante un match
Nazionalità Spagna Spagna
Svizzera Svizzera
Altezza 186 cm
Peso 71 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 33 - 24
Titoli vinti 0
Miglior ranking 284° (3 luglio 2017)
Ranking attuale 431ª (8 gennaio 2018)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 9 - 10
Titoli vinti 0 WTA, 1 ITF
Miglior ranking 573° (2 ottobre 2017)
Ranking attuale 668ª (8 gennaio 2018)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 12 gennaio 2018

Rebeka Masarova (Basilea, 6 agosto 1999) è una tennista spagnola.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata in Svizzera da padre slovacco e madre spagnola[1], ha iniziato a giocare a tennis all'età di 5 anni[2] ed è allenata dalla madre Maria Victoria Vieites[3]. Ha difeso i colori svizzeri fino al gennaio 2018, successivamente ha scelto di giocare per la Spagna[4]: a fronte di questa decisione la federazione svizzera di tennis ha deciso di intraprendere un percorso giuridico nei confronti della famiglia Masarova, al fine di ottenere un risarcimento dei soldi spesi per la formazione della giocatrice[5].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2016 ha vinto il titolo del singolare femminile junior al Roland Garros, battendo in finale l'americana Amanda Anisimova con il punteggio di 7-5 7-5[6]. Nel mese di luglio partecipa per la pima volta ad un torneo WTA, il Ladies Championship Gstaad 2016, dove, dopo aver ottenuto una wild card, raggiunge la semifinale, battendo la ex numero uno del mondo Jelena Janković al primo turno, l'estone Anett Kontaveit agli ottavi, la tedesca Annika Beck nei quarti e perdendo con la svizzera Viktorija Golubic, poi vincitrice del torneo, con il punteggio di 6-3 6-2. Ha raggiunto il suo miglior ranking nel singolare, nr. 305, il 15 agosto 2016.

Nel gennaio 2017 raggiunge la finale nel singolare femminile junior all'Australian Open, sconfitta dall'ucraina Marta Kostyuk con il punteggio di 7-5 1-6 6-4[7].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]